Caso Faccetta Nera-Donazzan in consiglio regionale: Lega decisiva. Lei scrive lettera a consiglieri ma non basta

- Pubblicità -

L’assessore regionale all’Istruzione Elena Donazzan ha scritto una lettera ai consiglieri regionali tornando sul caso della sua partecipazione alla trasmissione goliardica La zanzara in cui, nell’ordine, ha cantato Faccetta Nera, l’ha paragonata a Bella Ciao, ha citato le cose buone del Duce sbagliandole quasi tutte. Nella lettera si scusa e quindi, sulla carta, accontenta il governatore Zaia che aveva condannato il gesto, come del resto lo zaiano Villanova, che però non ha avuto nulla da obiettare sull’operato di Donazzan come assessore.  Nei fatti però la questione non è chiusa con la lettera. Se il malcontento dell’opposizione è scontato, la novità è il mal di pancia del centrodestra. Secondo quanto riportato dalla stampa locale, un altro zaiano, Valdegamberi, assieme al leghista Pan, si sarebbero mossi contro Donazzan, consigliando l’opposizione di ricorrere alla mozione che verrà discussa martedì prossimo in consiglio regionale: una sorta di lavata di capo pubblica eni confronti dell’assessore, voluta dallo stesso centrodestra per dimostrare di non aver nulla a che fare con le nostalgie per il Ventennio. Non si tratta di una mozione di sfiducia, bensì di riserva, quindi le dimissioni o il ritiro delle deleghe restano uno scenario improbabile. Da quanto trapela, la mozione potrebbe essere approvata grazie alla Lega. A quel punto il presidente Zaia avrà 15 giorni “per presentare le proprie determinazioni”. In pratica la mozione impegna il governatore a prendere una posizione in consiglio regionale. Ma non è detto che questa posizione sia il ritiro delle deleghe, anche se, numeri alla mano, la giunta Zaia potrebbe governare con ampio margine di maggioranza anche senza l’appoggio di Fratelli d’Italia, partito che a sua volta, però, potrebbe, anche se non l’ha ancora fatto, prendere le distanze da un assessore che, di fatto, ha creato un danno d’immagine al partito e a tutto il centrodestra, oppure, dato che a Vicenza ha esultato per la rimozione della clausola antifascista, chiarire una volta per tutte se si riconosce o meno nei valori della Costituzione.

L’articolo Caso Faccetta Nera-Donazzan in consiglio regionale: Lega decisiva. Lei scrive lettera a consiglieri ma non basta proviene da Parlaveneto.

-Pubblicità-