Caporalato in provincia di Vicenza, ordine consulenti del lavoro smentisce GdV: “indagata non è nostra iscritta”

carabinieri
carabinieri
- Pubblicità -

L’ordine dei consulenti del lavoro di Vicenza in una nota smentisce quanto riportato dal Giornale di Vicenza cioè che la donna indagata assieme ad altre due persone per sfruttamento e caporalato a seguito di un’indagine partita da Cologna Veneta nella Bassa Veronese e che ha coinvolto anche le province di Vicenza e Padova, sia una consulente del lavoro.

Alcuni articoli apparsi sulla stampa in data odierna danno notizia di indagini nell’ambito della lotta al caporalato in agricoltura in Veneto da parte dei Carabinieri, Gruppo tutela del lavoro di Venezia. Tali indagini hanno portato a misure cautelari nei confronti di alcune persone, tra cui una donna vicentina, descritta come consulente del lavoro. L’Ordine dei consulenti del lavoro di Vicenza, precisa che la stessa non è una consulente del lavoro, in quanto non iscritta all’Albo professionale nazionale“.

-Pubblicità-