Calano i ricoveri, Ulss 8 riapre visite a degenti in area non Covid

Ospedale San Bortolo di Vicenza
- Pubblicità -

Alla luce del progressivo miglioramento della situazione epidemiologica registrata nelle ultime settimane, l’Ulss 8 Berica comunica in una nota la decisione di riaprire nuovamente le visite ai degenti in area non-Covid, fermo restando il rispetto di alcune indispensabili misure di sicurezza per la prevenzione del contagio. In questa fase, l’accesso sarà consentito: – solo ai parenti (o a chi comunque si prende abitualmente cura della persona ricoverata); – preferibilmente ad una persona per ogni degente per tutta la durata della degenza; – è consentita una visita al giorno, negli orari e con le modalità previste dai singoli reparti di degenza. Per accedere ai reparti, ai visitatori è richiesto di esibire il referto negativo di un tampone eseguito negli ultimi 7 giorni. I visitatori potranno eseguire i tamponi in ULSS seguendo le indicazioni fornite dal reparto che assiste il congiunto.

Sono esclusi dalla richiesta di tampone le persone negativizzate, entro 90 giorni dall’infezione. In ogni caso, i visitatori dovranno superare i controlli di sicurezza all’ingresso delle strutture ospedaliere, dunque avere: – una temperatura corporea inferiore ai 37,5° C;
– non manifestare sintomi quali tosse o difficoltà respiratoria; – indossare la mascherina e provvedere all’igienizzazione delle mani. Durante la permanenza in reparto, i visitatori dovranno mantenere la distanza di almeno un metro dal degente e dagli altri pazienti e visitatori, sia nella stanza di degenza sia nelle aree comuni. Ove questo non sarà possibile, i reparti potranno valutare l’istituzione di un meccanismo di prenotazione delle visite.

-Pubblicità-