Bruno Vespa contro Crisanti: “ha mistificato il caso Vo'”

Sul Gazzettino l'anticipazione dell'ultimo libro del giornalista Rai. Sulla rivista Nature il professore di microbiologia dell'Università di Padova si sarebbe attribuito

Zaia e Crisanti
Zaia e Crisanti
- Pubblicità -

Nel suo ultimo libro, in uscita, il giornalista Rai Bruno Vespa parla anche del Coronavirus e accusa il professore di microbiologia dell’Università di Padova Andrea Crisanti di aver “mistificato” il caso Vo’, cioè di essersi attribuito, in un articolo pubblicato sulla rivista Nature, il merito dell’intuizione dei tamponi a tappeto nel paese della Bassa Padovana, il primo colpito dal virus in Veneto, quando in realtà, sostiene la Regione, la ricerca epidemiologica di Crisanti finanziata dalla Regione è iniziata dopo e l’intuizione dei tamponi è stata del governatore veneto e della Protezione Civile. Il Gazzettino oggi ha anticipato un estratto del libro dove si parla appunto di Crisanti. Secondo quanto emerge, questo autunno la Regione Veneto tramite Francesca Russo ha inviato una lettera a Nature smentendo quanto scritto nell’articolo.

Secondo la dottoressa Russo “il caso di Vo’ ha avuto un impatto strategico minimo sull’approccio della Regione del Veneto nell’affrontare l’epidemia, dal momento che conta, finora, solo 5 morti e 83 casi positivi nel comune mentre altri focolai sono simultaneamente scoppiati in comunità molto più grandi e la strategia di testing and tracing era già in atto”.

Clicca qui se apprezzi e vuoi supportare il network VicenzaPiù

-Pubblicità-
Tommaso De Beni
Giornalista pubblicista dal 2020 nato nel Basso Vicentino nel 1987, laureato in Teoria e critica letteraria. Ex presidente dell'associazione culturale e redattore della rivista "ConAltriMezzi". Ho pubblicato racconti nelle raccolte "Write not die" ed "Escape" e poesie in siti vari e "Pagine". Ospite della trasmissione televisiva "MattinaInFamiglia" nel 2013. Ex collaboratore di PopcornTv, Notizie.it, BlastingNews e Vvox