Bonomo: “Complimenti al Presidente Zaia per il plebiscito. Adesso task force per superare il Covid-19″

Agostino Bonomo e la posizione di Confartigianato Veneto sugli effetti del Coronavirus
Agostino Bonomo e la posizione di Confartigianato Veneto sugli effetti del Coronavirus
- Pubblicità -

“Il mandato è chiaro. Chiarissimo. Tre veneti su quattro hanno dato il loro pieno appoggio al presidente Luca Zaia caricando questa nuova legislatura di una responsabilità grandissima data anche dall’ampia partecipazione al voto. La più alta delle sette regioni con oltre il 61% (cinque punti in più rispetto a cinque anni fa). Complimenti al riconfermato presidente quindi, che dovrà ora onorare il milione di voti ricevuti con un impegno straordinario in particolare su due obiettivi: l’autonomia ovviamente ma anche l’uscita dalle secche economiche post coronavirus”. E’ il commento a caldo post elezioni di Agostino Bonomo, Presidente di Confartigianato Imprese Veneto.

“Il primo passo –prosegue Bonomo– è completare velocemente la squadra di governo. Su questo il presidente ci ha abituato alla rapidità e ci auguriamo che la dimensione della affermazione agevoli ulteriormente questa fase. Dopo di che bisogna affrontare subito le sfide che ci attendono a partire dall’implementare il confronto con il Governo in una collaborazione partecipata che ha dato risultati eccellenti nella fase acuta della pandemia. Confronto che ha portando ai risultati che sono una delle basi su cui è stato costruito questo straordinario consenso nelle urne”. “Ha pagato la serietà e la pragmaticità di cercare soluzioni e non scuse. Stesso atteggiamento che ci auguriamo si possa tenere nelle sfide che, come Confartigianato Imprese Veneto, abbiamo inserito nel Position Paper con 15 punti per noi fondamentali. Un documento per la politica ma anche un impegno importante per noi organizzazione perché è quello che riteniamo fondamentale per il Veneto dell’economia che vorremmo”.

“Sarà la stagione dell’economia e delle riforme –conclude Bonomo-. Dobbiamo tutti assieme raggiungere quegli obiettivi che da anni chiediamo: infrastrutturazione tecnologica, infrastrutture viarie come la TAV e tutta una serie di azioni per cambiare passo guardando, come fatto per le Olimpiadi invernali, alla collaborazione con le regioni del nuovo triangolo industriale che, da sole, potrebbero non riuscire ad uscire dalla crisi. Noi di Confartigianato Imprese Veneto siamo a disposizione per riprendere al più presto il dialogo”.

-Pubblicità-