Aim, capogruppo Quartieri al centro Vicenza: “Rucco spieghi quanto costa Vivian ai vicentini”

- Pubblicità -

“In piena crisi economica da Covid, nuove promozioni, assunzioni costose, dirigenti che se ne vanno, conseguenza di scelte che sembrano essere ispirate a criteri più di appartenenza politica che di professionalità e competenze. Il tutto gestito da un amministratore, il Ragionier Gianfranco Vivian, che rimane saldamente al comando del gruppo AIM, a differenza del suo omologo veronese, dimessosi per coerenza per la mancata fusione a 3 con A2A”. Lo afferma in una nota il capogruppo vicentino della lista Quartieri al centro, tornando sulla fusione tra le partecipate di Verona Agsm e Aim di Vicenza, nel presentare un’interrogazione al sindaco di centrodestra Francesco Rucco.

“A febbraio 2020 AIM aveva clamorosamente in carico ben due direttori generali: il dott. Vianello infatti ha concluso il suo rapporto con AIM il 29 febbraio, ma dal profilo Linkedin dell’attuale direttore ing. Guarnieri, si evince che lo stesso ha assunto la carica già da febbraio. Con quale costo a carico dei vicentini? Con quale atto formale? Sempre a febbraio, è stata promossa tout court dirigente (con i relativi costi significativamente lievitati?) la responsabile degli affari legali, che ora si occupa anche degli affari generali. La nomina sembra essere avvenuta senza preventiva selezione interna e senza alcuna valutazione se altri dipendenti avrebbero potuto aspirare al ruolo di responsabile affari generali”.

“Sarebbe anche interessante conoscere quale dei due Direttori generali allora in carica in AIM abbia approvato l’operazione. Qualche mese fa ho esercitato il diritto di accesso relativamente all’assunzione in AIM della nuova responsabile degli affari generali, con particolare riferimento alle procedure concorsuali-selettive indette per la copertura della selezione. L’Azienda, a tutt’oggi, non ha evaso la mia richiesta. Sollecito pertanto riscontro anche all’Amministrazione Comunale”.

“Ancora. A marzo, il Ragionier Vivian decide di procedere ad una selezione per l’assunzione di un nuovo dirigente esperto della commercializzazione di rifiuti, con contratto quinquennale, da destinare in distacco a 3V Ambiente, la società partecipata di Sit Spa che sta faticosamente cercando di recuperare un equilibrio di bilancio”.

“3V Ambiente ha un numero estremamente esiguo di dipendenti (3 o forse 4), un fatturato di circa 4 milioni, e un bilancio 2019 non proprio roseo, sembra addirittura in perdita. L’esito di questa selezione, dalle voci che giravano nei corridoi di AIM, era abbastanza scontato, come di fatto poi è avvenuto. Ovvero: l’agenzia esterna incaricata, ha indicato vincitore della selezione l’allora Amministratore Unico di 3V Ambiente, poi di fatto assunto dal primo giugno, sempre stando a quanto l’interessato annuncia su Linkedin. È evidente che tale provvedimento offre molti spunti di riflessione non solo sul piano della trasparenza e dell’opportunità (colui che prima era amministratore unico ora viene assunto e diventa dirigente), ma anche sul piano industriale ed economico. Come può un’azienda che genera annualmente non più di 60-70 mila euro di margini, accollarsi l’onere di un dirigente che sembra costare più di 100 mila euro l’anno, oltre al compenso di un nuovo Amministratore unico il cui importo non è dato a sapere, vista la penuria di informazioni reperibili sul sito della società? Infatti nel sito della società figura anche la sezione “Amministrazione Trasparente”, che però è priva di contenuti. Per quale motivo non si è decorsa all’implementazione di detta sezione?”

“Spiace constatare che sembrano essere tornati i tempi, già noti anche al Signor Sindaco, di AIM scambiata per un comodo “poltronificio”. Di fronte a questo desolante insieme di operazioni poco trasparenti e lineari, condotte in una stagione nella quale invece sarebbe doveroso non sprecare risorse per fini non del tutto nobili, viene da chiedersi che tipo di politica del personale stia conducendo in AIM il suo Amministratore Vivian, ovviamente assecondato dal nuovo Direttore Generale Guarnieri. A tutto questo si aggiunga il fatto che, dalla fine di agosto, l’azienda ha perso un altro valido dirigente, direttore di AIM Energy, la società che produce quasi 7 milioni di utili ogni anno e che ora Vivian ha deciso di cedere ad Agsm, in virtù della sua fallimentare operazione di incorporazione. Questo giovane professionista, come si legge dalla stampa, messo in disparte dal nuovo corso leghista di AIM, non ha potuto far altro che accettare una prestigiosa offerta di lavoro che lo vedrà direttore generale in una multiutility pubblica. E così si impoverisce sempre di più la qualità e del gruppo dirigente di AIM e, in definitiva, la città di Vicenza”.

Il capogruppo di Quartieri al Centro quindi chiede al sindaco se “è al corrente che a febbraio AIM avesse due Direttori Generali? In caso affermativo, approva l’operato dell’Amministratore Unico di AIM? È al corrente delle modalità con cui è stata creata una nuova posizione dirigenziale in AIM senza alcuna selezione? Approva il metodo di promozione seguito dall’Amministratore unico e dal Direttore Generale nell’individuare il nuovo dirigente responsabile dell’Ufficio affari generali e legali? È convinto che l’aumento dei costi a carico di AIM per questo nuovo dirigente sia commisurato alle necessità professionali attuali e future di AIM? Il Direttore Generale ha approvato la promozione? È al corrente della creazione di una nuova funzione dirigenziale in carico a 3V Ambiente che graverà di nuovi costi una società che non può permetterselo? È assolutamente convinto della necessità (considerato che nel Gruppo AIM opera già un dirigente del settore rifiuti), trasparenza e linearità della procedura seguita da AIM nell’individuazione del nuovo dirigente di 3V Ambiente? È già stato nominato il nuovo Amministratore unico di 3V Ambiente, e con quale emolumento annuo, visto che sul sito non è riportato il valore? Come giudica – conclude il capogruppo della lista di opposizione Quartieri al centro – il fatto che un valido dirigente di AIM sia stato, prima messo da parte, e ora lasciato andare via da Vicenza a causa dell’incapacità dell’Amministratore Unico e del Direttore Generale di garantirgli un’adeguata e doverosa prospettiva professionale in AIM e, in futuro, in Agsm?”.

 

L’articolo Aim, capogruppo Quartieri al centro Vicenza: “Rucco spieghi quanto costa Vivian ai vicentini” proviene da Parlaveneto.

-Pubblicità-