26 aprile 2021: il Teatro comunale di Vicenza riapre al pubblico

- Pubblicità -

Il momento tanto atteso è arrivato: lunedì 26 aprile 2021 i teatri possono finalmente riaprire. La notizia della ripresa può diventare realtà secondo le disposizioni del decreto che sarà emanato nelle prossime ore dal Consiglio dei Ministri, con il passaggio del Veneto in zona gialla.

Il Teatro Comunale di Vicenza potrà alzare il sipario e riaprire le porte al pubblico con un evento speciale, ideato e presentato dal suo direttore artistico, Giancarlo Marinelli, in programma lunedì 26 aprile alle 20.30.

Per sempre ti rivedo” (dal celebre verso di Giuseppe Ungaretti) è il titolo della serata evento, una narrazione emozionante che segna davvero un nuovo inizio, grazie all’incontro finalmente reale degli artisti con il pubblico, un ritorno alla vita per la cultura e lo spettacolo dal vivo. Dopo i saluti istituzionali del presidente della Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza Enrico Hüllweck e dell’assessore alla cultura Simona Siotto, in scena si succederanno gli attori Matteo Cremon, Fabio Sartor e Anna Zago, con la partecipazione straordinaria di Anna Safroncik, con i loro reading teatrali dedicati all’emozione trepidante dell’incontro, brandelli di emozioni che si ricostruiscono mettendo a fuoco la figura dell’amato, dove il potersi rivedere diventa un’evidente metafora del teatro “mancato” di questi lunghi mesi di chiusura forzata.

Lo spettacolo, ideato e realizzato con il coordinamento artistico e la regia di Giancarlo Marinelli, si avvale delle fascinose multivisioni di Francesco Lopergolo, che il pubblico ha avuto modo di apprezzare nella scorsa stagione dei Classici all’Olimpico, per la sua capacità di creare mondi e visioni fantastiche attraverso le raffinate proiezioni sulla scena.

Una ripresa, quella auspicata nella serata evento, che dovrà diventare presto realtà operativa; riprendendo ancora dai versi della poesia contenuta nel Taccuino del Vecchio, “riapparsi gli occhi, ridaranno luce”: a rivedere questa luce, e a riveder le stelle, il Teatro Comunale di Vicenza invita tutti i cittadini, nella consapevolezza che grazie alla forza poetica del teatro si potrà ricominciare.

Per sempre ti rivedo” si svolgerà in Sala Grande, aperta per metà della sua capienza; l’invito è rivolto a tutti ma è indispensabile la prenotazione, da fare online sul sito tcvi.it cliccando su biglietteria. I posti saranno assegnati e gli spettatori potranno scegliere compatibilmente con la disponibilità; la conferma arriverà via mail con indicati fila e numero di posto scelti al momento della prenotazione; la mail, su telefono o su carta, dovrà essere esibita all’ingresso. Sarà previsto il distanziamento in sala anche per coniugi, conviventi e persone dello stesso nucleo familiare; la mascherina dovrà essere indossata sempre, anche seduti. Saranno rispettati tutti i protocolli previsti dalle misure per contenere l’emergenza Covid-19. Le porte del teatro saranno aperte un’ora prima dello spettacolo; il servizio bar è sospeso.

 

Anna Safroncik

Attrice cinematografica, teatrale e interprete di fortunate fiction televisive, Anna Safroncik è nata a Kiev, in Ucraina, ma vive in Italia da quando è piccolissima. Figlia d’arte (la mamma è insegnante di danza ad Arezzo, il padre è tenore) si è appassionata molto presto al mondo dello spettacolo. Scoperta da Carlo Verdone, dopo la sua partecipazione a Miss Italia, debutta con lui nel 2000 in C’era un cinese in coma; dopo diverse esperienze cinematografiche con registi come Francesco Calogero, Max Croci, Rob Marshall (Nine, ispirato a Federico Fellini), Alessio Nuzzo e il duo comico Ficarra e Picone (La matassa), approda al mondo della TV con ruoli in fiction, sceneggiati e soap opera, seguitissimi dal grande pubblico: Angelo il custode (con Lino Banfi), Don Matteo, Carabinieri, Vento di ponente, CentoVetrine (in cui interpreta la perfida Anna Baldi), La figlia di Elisa – Il ritorno di Rivombrosa, Le tre rose di Eva, Il restauratore, Il Commissario Manara. L’attrice è molto seguita sui social, in particolare su Instagram.

-Pubblicità-