Utente: pasquino_vicentino

Nome utente pasquino_vicentino
Nome e cognome
Sito
Tipo utente subscriber

Ultimi commenti di pasquino_vicentino

Inviato Venerdi 26 Maggio alle 12:50

IN realtà i sindacati una proposta seria sugli NPL l'ha fatta, ovvero la gestione interna del recupero, alla stregua di quanto fatto in "Intesa". Ciò aiuterebbe anche il mantenimento di un certo numero di posti di lavoro. Tuttavia nelle due banche ci sono ancora larghe sacche di inadeguatezza professionale che coadiuvano nelle continue perdite. A questo punto sarebbe ora di chiudere le due banche una volta per tutte, e dalle loro ceneri vedrete che il tessuto sociale emergerà più forte di prima. Stiamo vedendo la stessa storia di Alitalia, che non si volle far fallire per perdere ulteriori miliardi di euro a carico dei contribuenti, e che magari neanche volano.
Inviato Giovedi 18 Maggio alle 15:04

La vera domanda è perchè Smiderle lavori ancora al GdV, dopo che ha dimostrato la sua totale inadeguatezza (per non dire compiacenza) nel vaglio della BPVI, o quantomeno non sia stato adeguatamente trasferito alla sezione "Mercati rionali, farmacie di turno e morti del giorno", più alla sua portata professionale.
Inviato Venerdi 28 Aprile alle 17:08

https://www.investireoggi.it/obbligazioni/popolare-vicenza-falso-bilancio-obbligazionisti-pronti-causa/

dateci una letta
Inviato Venerdi 24 Marzo alle 11:33

I due fanno sorridere. Zonin e Sorato erano "compari", e si sono circondati di picciotti ubbidienti, intimidatori e arroganti. Chiaro che ora la strategia sia quello dello "scaricabarile", tuttavia l'accoppiata esercitava il potere in completa simbiosi. Aldilà delle sottigliezze derivanti dalle rispettive funzioni, un conto è l'organigramma un altro conto è l'esercizio delle "persuasioni" sostenute da minacce allusive.
Zonin NON andrà mai in galera e non pagherà mai le sue colpe, proprio come Sorato e gli altri "pischelli". Ricordano tanto i "furbetti del quartierino" di Ricucciana memoria (si rammenta tra l'altro della collusione di BPVi nella scalata al Corriere, risolta con un nulla di fatto dalla solita magistratura compiacente)
Inviato Giovedi 2 Febbraio alle 16:59

In realtà il Procuratore appare irritato per la fuga di notizie in quanto si troverebbe ora costretto a dare corso alle parole da lui pronunciate. Invece fosse rimasto tutto sotto traccia, avrebbe riacquisito un minimo di credibilità presso il CSM (attualmente ne ha poca considerata anche l'indagine in corso sulla sua procura per le omesse incriminazioni negli anni della scalata Zoniniana), immaginando così di dimostrare ampia capacità di riservatezza e nel contempo forte pragmatismo e orientamento al risultato. Salvo poi far passare il consueto tempo attraverso il quale i cittadini si sarebbero scordati delle sue improvvide uscite. Ora si trova all'angolo, se non procede ai sequestri e all'imputazione, dimostra incapacità e/o negligenza, se procede, si inimica i famosi poteri forti tuttora presenti nel territorio sotto la sua giurisdizione.
Inviato Mercoledi 14 Dicembre 2016 alle 10:41

Si riscontrano con piacere le dimissioni di Iorio, che poco ha portato alla banca in questi 18 mesi. In realtà oltre a papparsi cifre da capogiro qualcosa ha portato: uno stuolo di dirigenti e consulenti (di cui parecchi abbastanza inutili) pagati, facendo le dovute proporzioni, alla sua stregua con bonus d’ingresso, casa auto e tutti i benefit di sorta. Ora di questi che ne facciamo? Un nome su tutti: Jacopo di Francisco. Questo personaggio già scaricato da BPM (quando se ne andò stapparono la bottiglia di spumante) per mancanza di risultati, ha pari pari replicato la sua professionalità in BPVI: 18 mesi di nulla.
Lui che doveva curare gli aspetti commerciali della banca (ricordiamo che Iorio doveva seguire gli aspetti più istituzionali come l’aumento di capitale, fallito, la quotazione in borsa, fallita, e l’azione di responsabilità, fallita pure quella sotto la sua regia) nulla ha apportato. Nessun nuovo prodotto, nessuna implementazione digitale, nessuna convenzione degna di questo nome, nessun rapporto coi clienti, nessun rapporto coi colleghi di rete. Quelle poche volte che si è palesato, infatti in azienda è soprannominato “CHI L’HA VISTO”, ha addirittura alluso che i dipendenti erano e sono inadeguati, negligenti e addirittura collusi con il vecchio management. Bel modo di motivare chi invece si trovava a vivere e lavorare in un regime. Si di regime si può parlare. Regime Zonin.
Anche il lancio della campagna “1 mld per le PMI” lascia molto perplessi, sembra solo uno specchietto per allodole; non si comprende dove abbia potuto reperire i fondi, ma si capisce bene che poi i finanziamenti non vengono erogati per lacune relative al profilo di rischio delle imprese che ne chiedono l’accesso. Viene tanto il dubbio che sia una campagna finta.
Senza contare l’inadeguatezza umana e organizzativa di altri dirigenti (tra cui molti ancora legati al vecchio management) che da un lato impongono regole, che poi sistematicamente indicano di aggirare.
La mangiatoia non è ancora vuota, ma lo sarà presto.
Confidiamo in Viola, che appare più “umano”, ma attendiamo i fatti
ViPiù Top News
Commenti degli utenti

oggi alle 07:56 da kairos
In BPVi e Veneto Banca, Mara Bizzotto: "piano diabolico UE - Governo RenziLoni per salvare MPS e far fallire le 2 banche venete!"

ieri alle 19:45 da PaolaFarina
In Sciopero della fame dei detenuti politici palestinesi nelle carceri israeliane: ma Marwan Barghouti mangia?
Gli altri siti del nostro network