Utente: Redazione VicenzaPiù (admin)

Nome utente admin
Nome e cognome Redazione VicenzaPiù
Sito
Tipo utente admin

Ultimi articoli di Redazione VicenzaPiù (admin)

World music live festival e "Pietre che parlano" arrivano a Vicenza

oggi alle 11:23 | Categoria: Spettacoli&Cultura

"Garanzia giovani": oltre 10.000 iscritti in Veneto

oggi alle 11:12 | Categoria: Lavoro, Scuola e formazione

Manifestazione a Vicenza a sostegno del popolo palestinese

oggi alle 11:03 | Categoria: Politica

Videocamere e sicurezza a Creazzo

oggi alle 10:56 | Categoria: Politica

Prorogata concessione all'autorimessa a S. Biagio e via ai lavori di Terna per rete elettrica

oggi alle 10:53

Gusti culinari, sport, news e viaggi, Grande Guerra, cinofilia: tutto su VicenzaPiu.Tv

ieri alle 23:29 | Categoria: VicenzaPiùTV

Mozione M5S Creazzo su degrado, qualità vita e pericolo per residenti lungo regionale 11

ieri alle 23:11 | Categoria: Fatti

Due missioni economiche nel sud-est asiatico delle aziende vicentine con Made in Vicenza

ieri alle 23:05 | Categoria: Economia&Aziende

Sindaco Variati approva il bilancio consolidato 2013 di Aim Vicenza e conferma Colla

ieri alle 21:42 | Categoria: Economia&Aziende

Veneto e mafie: piano di iniziative formative e di comunicazione contro infiltrazioni

ieri alle 21:03 | Categoria: Fatti
Ultimi commenti di Redazione VicenzaPiù (admin)

Inviato Sabato 19 Luglio alle 14:18

La replica di Luc Thibault ai commenti nel quale è stato chiamato in causa:

Egregio Direttore;
Quando si fa attività sindacale o politica, si puo? accettare tante cose ma non gli insulti e soprattutto le cose false, le menzogne. Un suo lettore, certo Shlomo-Yisrael-Serraglia mi accusa: «questo personaggio» di essere «pieno di odio antisemita» di avere participato a l?assalto della sinagoga de la rue de la Roquette, un?altro che si definisce «musulmano laico» mi accusa: «Se l?antisemitismo ha preso piede in Europa dobbiamo ringraziare soggetti come Thibault», solita ritornella sionista! Come diceva l?ex ministro israeliano, quando non ci sono argomenti, chi è contro Israele e per forse un «antisemita»
Sulla storia dell?attacco alla sinagoga; non ho potuto partecipare all?attacco, semplicemente perché non c?è stato nessun attacco o vandalismo contro la sinagoga Don Isaac Abravanel. E? una montatura mediatica, tutto falso, sono state provocazioni da parte della LDJ (ligue de défense juive). Andando sul sito Oumma.com, si può vedere l?intervista del rabino della sinagoga, Serge Benhaim .
Consiglio à tutti la lettura di due articoli della stampa francese «Affrontements rue de la Roquette : «la vérité est toujours la première victime d?un conflit» del Nouvel Observateur e l?altro de Michèle Sibony, responsabile dell?UJFP union ebraica francese per la pace « Affrontements rue de la Roquette: un piège qui a permis de ne pas parler de Gaza »:(leplus.nouvelobs.com/contribution/1224159-affrontements-rue-de-la-roquette-un-piege-qui-a-permis-de-ne-pas-parler-de-gaza.html) o di andare sul suo sito: www.ujfp.org.
Finora, nessuno di tutti questi difensori dello Stato sionista di Israele non hanno risposto alla domanda: si puo? essere antisionista e nello stesso momento non contro gli ebrei? I sionisti non rispondono mai, solo con le solite accuse, tanti ebrei hanno già risposto. La signora Sibony, il rabbino Ahron Cohen, sono ebrei, antisionisti e dunque « antisetimiti » ?
Leggete bene questa citazione: «Distruggere la grande bugia; essa viene sostenuta da alcuni uomini negli ultimi cento anni ed è stata condannata ripetutamente dei veri leaders della Torah. E? la bugia che sostiene che Gudaismo e Sionismo siano un?unica identica cosa. Niente è più lontano dalla realtà. Il giudaismo non è il sionismo ed i Sionisti non rappresentano la fede ebraica (?) Il sionismo, per la sua accezione, invoca e spinge verso la crudeltà nei confronti dei palestinesi (?) Il sionismo invoca e mette in pratica la guerra contro tutte le nazioni. Il sionismo, sadicamente, se ne approfitta (?) Noi chiediamo lo smantellamento pacifico dello Stato di Israele, senza violenza ne? spargimento di sangue. Siamo certi che questo potrà avvenire solo se e quando la popolazione ebraica di Israele comincia a comprendere che i suoi problemi sono il risultato del sionismo » Rabbi Dovid Weiss - in Asia Bolog ? La voce dei rabbini antisionisti.
Non sono contro gli ebrei e non lo so mai stato, ma antisionista sì e lo rivendico forte e alto.
Inviato Lunedi 14 Luglio alle 20:47

grazie mercante, anche per l'interessante esempio sul GdV odierno
Inviato Lunedi 14 Luglio alle 11:22

forse bisognerebbe leggere anche ciò che c'è scritto nell'articolo (le prime righe), per capire il titolo
Inviato Domenica 6 Luglio alle 23:30

Intanto è arrivata, e l'abbiamo pubblicata, la prima risposta , quella del presidente, appunto, della Popolare di Marostica, Giuseppe Bottecchia. Ci ha preannunciato la sua quello di Veneto Banca attendiamo fiduciosi le altre.
Inviato Giovedi 26 Giugno alle 11:25

Ci spiace Giordano
Inviato Giovedi 26 Giugno alle 11:23

Giordano, VicenzaPiù è un giornale locale, non nazionale
Inviato Mercoledi 25 Giugno alle 17:06

Per quanto riguarda i risultati dell'incontro, le parti, dopo essersi confrontate sulle rispettive proposte, si sono date appuntamento entro la fine del mese di giugno per vedere se ci può essere un punto d'incontro.
(aggiunto)
Inviato Venerdi 30 Maggio alle 23:13

Caro Giordano, la foto è di repertorio. Per quanto ti riguarda.
Caro Darwin: Ferrarin ad oggi non ci ha attaccato su un principio per me fondamentale: la libertà di opinione. Se facesse una cosa simile nei miei confronti anche il mio avvocato Ellero (avvocato vuol dire professionista di fiducia) sarebbe trattato da me come l'anonimo (come lei secondo Lain) amico della borghese Liliana. Solo che Ellero non è né borghese né anonimo... Perciò stimo, soprattutto personalmente, lui anche se tra me e lui le distanze politiche (per gente della nostra età contano) ci sono e forti. Ma né io né io siamo così presi dal concordare strategie (provinciali, dice giustamente l'anonimo zaltroniano) su Zaltron e Ferrarin...
Grazie dell'attenzione e del vostro scambio di battute
Inviato Domenica 6 Aprile alle 19:57

stavamo ancora festeggiando la grande vittoria, ecco l'articolo! forza Bassano!
Inviato Giovedi 6 Marzo alle 12:30

Siamo contenti che apprezziate il nostro lavoro di informazione, ma non meritiamo ringraziamenti perché sarebbe compito di ogni giornale informare sulle notizie, salvo poi commentarle come crede.
Per le precisazioni le riporteremo alla prima occasione, presto, quindi, penso, ma le riferivamo come un esempio che ci davano dell'atteggiamento paternalistico di Elio Marioni volto a tenere lontani i sindacati.
Pensi che ce lo hanno raccontato sui dipendenti piemontesi sindacalisti vicentini ...
In bocca al lupo e pero che Marioni mantenga il suo impegno a darci "diverse", speriamo migliori, informazioni.
E' o non è un grande imprenditore? O è solo un imprenditore "grande"?
Il direttore
ViPiù Sera
Commenti degli utenti

Domenica 20 Luglio alle 08:01 da PaolaFarina
In Farina replica a Thibault su antisemitismo e sionismo. Ma tutto il mondo subisce guerre, armate o finanziarie
Se la risposta che cercava è questa: secondo me non si può essere antisionisti senza essere contro gli ebrei. Prima che una religione gli Ebrei sono un Popolo, è scritto chiaramente nella Torà, dove solo a metà del secondo libro il popolo ebraico riceve la Legge. Non ritengo opportuno rispondere ai copia ed incolla, perché una risposta articolata richiederebbe ore ed ore di studio e lavoro che non mi posso permettere, per rendere la tematica di comprensione a tutti. Lei cita la signora Sibony, Michelle Sibony pacifista che vive in Francia ed è la vice presidente di un gruppo che si chiama "Unione Ebrei per la Pace" e non la vice presidente dell'Unione delle Comunità Ebraiche francesi. Da buona pacifista vive in Francia e da lì non si schioda. Il rabbino Aron Cohen è anche lui un Naturei Karta come Weiss: ergo, non si possono identificare in loro dei rappresentanti del Mondo Ebraico, caso mai delle voci, talvolta discutibili. La parlamentare arabo-israeliana del partito Balad Hanin Zobai che siede in Parlamento (israeliano) e che percepisce regolare stipendio come tutti i parlamentari in Israele odia all'unisono Israele e gli Ebrei e rigurgita dichiarazioni di odio ogni volta che apre la bocca. Il nipote, che non percepisce uno stipendio dal parlamento come parlamentare, impugnando la bandiera di Israele, il paese di cui è cittadino e di cui si sente libero, Mohammad Zoabi afferma "Sono israeliano e resterò israeliano". Tanto è bastato perché si meritasse parole di ingiuriosa denigrazione da parte della cugina Hanin Zoabi e minacce di morte anche dall'interno della sua famiglia, tanto che la polizia ha dovuto approntare un programma di protezione. Vede in Israele esiste la libertà di espressione, detto questo poiché finora il nosstro dibattito è rimasto circoscritto a pochi, io non mi sottraggo dalle risposte ed il Direttore sa dove trovarmi, ma sono poche le persone che fanno controinformazione ed in questo periodo, nel mondo ci sono dai 15 ai 18 milioni di ebrei, meno della metà vive in Israele...il resto sparso nel mondo...ed il volontariato attivo è una grande soddisfazione, ma anche una grande fatica!

Sabato 19 Luglio alle 14:49 da commentariogiornale
In Gaza: risposta ad una ... non risposta
Liberté, Egalité, Fraternité sono i tre principi cardine della rivoluzione francese senza la quale tutti noi a quest'ora dovremmo versare la gabella al nobile di turno. Mi stupisce che un francese rinneghi questi basilari concetti della democrazia moderna solo perché qualcun'altro nel corso del tempo ne ha fatto un uso strumentale. Sarebbe come dire che la Francia e' male perché possiede delle colonie, direi che è una lettura riduttiva della storia della democrazia mondiale basata sul pregiudizio ideologico . Ed infatti a questo proposito il sig. Thibault riattacca col sionismo e l'antisemitismo (dopo certi titolo su questa testata era ovvio...) che è quanto di più ideologico possa esistere e sul quale non voglio entrare nel merito. Ci sono colpe in entrambi i fronti ma quello che spesso sfugge agli analisti e' la responsabilità della classe dirigente del modo arabo-mediorientale. Basta farsi un giro in quei paesi per rendersi conto dell' immenso divario economico tra ricchi e poveri. Mentre però in Europa queste tensioni sociali sono rivolte ai governanti, la rivoluzione francese ne è un esempio, nel mondo arabo le classi povere vengono strumentalmente inviate a combattere il concorrente economico. Se Israele fosse stato uno stato povero e disorganizzato a quest'ora non avremmo nulla da dirci. Quello che invece ho potuto costatare personalmente e' che quotidianamente in Israele vivono e lavorano fianco a fianco arabi, ebrei e cristiani alla faccia dell'ideologia!
Gli altri siti del nostro network