Utente: Italo Francesco Baldo (ItaloFrancescoBaldo)

Nome utente ItaloFrancescoBaldo
Nome e cognome Italo Francesco Baldo
Sito www.vicenzapiu.com
Tipo utente contributor

Ultimi articoli di Italo Francesco Baldo (ItaloFrancescoBaldo)

Caso Quero, Achille Variati sa scegliere anche i suoi assessori: competenza e meritocrazia "uber alles"

Sabato 11 Febbraio alle 23:27 | Categoria: Politica

Foibe per La Voce del Sileno

Venerdi 10 Febbraio alle 20:45 | Categoria: Poesia

Elezioni a Vicenza: nel Parco della Pace cavalcano cowboy e cowgirl, ma solo il cowsenior Variati ha il lazo. Per se stesso?

Domenica 29 Gennaio alle 12:06 | Categoria: Politica

Giornata della memoria per La Voce del Sileno

Sabato 28 Gennaio alle 00:01 | Categoria: Cultura

Il vicesindaco Bulgarini e il medioevo: usiamo bene i termini e non "alla carlona"!

Venerdi 20 Gennaio alle 09:50 | Categoria: Politica

Capolavori restituiti: in margine alla attuale mostra alle Scuderia del Quirinale nel maggio 1818 l'orazione del vicentino Carlo Bologna

Domenica 15 Gennaio alle 21:56 | Categoria: Fatti

Vicenza un tempo ricca, oggi impoverita: da BPVi, crisi e... Achille Variati

Sabato 14 Gennaio alle 09:02 | Categoria: Politica

Messina, Rimini e Pontelangorino: non c'è più colpa!

Venerdi 13 Gennaio alle 00:41 | Categoria: Fatti

La Voce del Sileno, Italo Francesco Baldo: "quando il vicentino Giacomo Zanella iniziò a poetare?"

Mercoledi 11 Gennaio alle 11:30 | Categoria: Cultura, Fatti

La Voce del Sileno, Italo Francesco Baldo, Létara de Andrèa Alverà de Vicenza, dirèta al so amigo è compatrioto A. Goldin, su la maniera de scrìvare el dialèto visentin

Giovedi 5 Gennaio alle 15:28 | Categoria: Cultura, Fatti
Commenti degli utenti

Martedi 21 Febbraio alle 16:21 da kairos
In Cimitero acattolico, Variati: "Mai pensato di trasformalo in un parco"

Martedi 21 Febbraio alle 11:16 da Luciano Parolin (Luciano)
In Pochi iscritti alle elementari, scuole a rischio
Un popolo, una Nazione senza figli non ha futuro, è destinata ad estinguersi. Ma probabilmente, interessa a pochi. Ho lasciato la scuola da un decennio quando era al massimo dell'espansione, con poca presenza di stranieri. Nel 1988, chiusero la Scuola Media Palladio di Contrà Santa Maria Nova che aveva 10 corsi per 30 classi e quasi 1.000 Alunni. Alla chiusura mi trasferisco alla Maffei di Santa Caterina seguendo il Preside G.A. Novello anche lì con i nostri programmi, le attività, un gruppo di docenti UNITI e Validi i corsi risultarono 7 con 20 classi. Per quali motivazioni le famigli scelgono una scuola o un'altra oppure vanno nelle Paritarie? In primis l'accoglienza e la Formazione delle classi che dovrebbe essere un fatto scientifico di analisi dei bisogni delle Famiglie non tempo perso. La struttura scolastica è importante, le Maddalene hanno 100 anni, affumicate dai TIR, posta su una Nazionale. La Comunità di Maddalene, invece di progettare parcheggi farebbe meglio a pensare ad una scuola Nuova per i residenti, magari alla svedese inserita nella calma del verde e la seriola. MANCA UNA POLITICA PER LA SCUOLA quindi manca una previsione del Futuro per i Giovani. A suo tempo al sindacato scuola avevo proposto un normale orario scolastico, tutti i docenti ed alunni entrano alle ore 8 escono alle ore 16. Tutto compreso con mensa organizzata, trasporto per disabili, aula musica per concerti e orchestra scolastica, insomma un tempo pieno per tutti Alunni e Docenti. Salvati cielo dei sindacati e dei bidelli (!). Ma alla Maffei si costituì il primo Comitato Genitori legale, che ancora funziona. Ma purtroppo l'ingresso dei genitori a SCUOLA, non è tanto ben visto....Allora anche le "gamelle" hanno fallito!
Gli altri siti del nostro network