Archivio per tag: Valerio Sorrentino

Categorie: Politica

Dainese-Cisa, Sorrentino a Variati: "non ha fatto in tempo a condizionare la nomina"

Mercoledi 2 Luglio alle 16:17
ArticleImage Valerio Sorrentino, Presidente Idea Vicenza - Apprendiamo con soddisfazione che l’imprenditore Lino Dainese è il nuovo presidente del Centro Internazionale di Studi di Architettura Andrea Palladio. Le note capacità manageriali e la fama internazionale di Dainese, unite alla sua nota passione per l’arte, rappresentano una sicura garanzia per il futuro e la missione del CISA.

Continua a leggere
Categorie: Politica

Arresti Mose, la riflessione di "Idea Vicenza" su destra e sinistra

Venerdi 6 Giugno alle 17:07
ArticleImage Valerio Sorrentino e Patrizia Barbieri, Idea Vicenza - Con gli arresti di questi giorni viene recato ormai il colpo letale ad un mondo ed ad un sistema che prima ancora che in via giudiziaria aveva visto già politicamente il proprio tramonto. Non va dimenticato difatti che coloro che sono oggi coinvolti nell’inchiesta da tempo a Vicenza avevano abbandonato il legame col territorio, preferendo godere di posizioni intoccabili e di rilievo all’interno del partito.

Continua a leggere
Categorie: Politica

Idea Vicenza presenta simbolo e si appella a centrodestra vicentino: possiamo vincere

Venerdi 30 Maggio alle 12:30
ArticleImage Prende sempre più forma la lista civica di centrodestra "Idea Vicenza - valori e identità", che ha presentato oggi il suo simbolo e alcuni aspetti organizzativi. Una vela bianca e rossa formata dalle lettere v ed i, con questo simbolo da oggi l'associasione civica si prepara ad essere un "catalizzatore" per il centrodestra cittadino, "in un momento in cui i partiti politici di centrodestra hanno dimostrato tutta la loro crisi in particolare a livello territoriale".

Continua a leggere
Categorie: Politica, Religioni

Moschea, Rucco e Sorrentino attaccano Zanetti: "assoluta incompetenza"

Sabato 12 Aprile alle 15:09
ArticleImage Francesco Rucco e Valerio Sorrentino, Idea Vicenza - “Le parole dell’assessore Zanetti lasciano trasparire un’assoluta incompetenza sulle norme che regolano la vita amministrativa, in particolare quella urbanistica, edilizia ed in tema di sicurezza dei locali – precisa il consigliere comunale Francesco Rucco. Preoccupa la sufficienza con cui l’assessore affronta un tema così delicato che tocca i residenti di Via dei Mille, limitandosi a dire che si tratta di una situazione che potrebbe verificarsi in qualsiasi abitazione o negozio privato.

Continua a leggere
Categorie: Sport minori, Fatti

Campi Rugby via S.Antonino, Idea Vicenza: servono 300 mila euro per ripristino

Venerdi 21 Marzo alle 18:00
ArticleImage “Idea Vicenza –valori ed identità” muove i suoi primi passi attraverso una proposta diretta all’intera amministrazione comunale. Francesco Rucco e Valerio Sorrentino, rispettivamente consigliere comunale della lista Dal Lago e presidente di Idea Vicenza, scendono in campo per promuovere il ripristino dei campi da gioco e la manutenzione delle strutture dei Rangers Rugby Vicenza in via S.Antonino.  A dimostrazione, spiegano i due ex militanti del Pdl, di un “approccio pragmatico e diretto ai problemi della città” che sarà anche “propositivo”, oltre che di “opposizione”.

Continua a leggere
Categorie: Politica

Giochi di prestigio a destra e nasce "Idea Vicenza-valori ed identità"

Domenica 9 Marzo alle 14:29
ArticleImage Si chiama "Idea Vicenza-valori ed identità" l'associazione civica cittadina presentata ieri da Valerio Sorrentino, Patrizia Barbieri, Luca Milani, Francesco Rucco e Gioia Baggio, consiglieri della Lista Dal Lago. Il direttivo è composto da 15 persone di cui molti ex An /o provenienti dl Pdl, l'incubatrice poi "fallita" dell'unità a destra (nella foto GdV da sx a dx Milani, Barbieri, Sorrentino, Rucco e Baggio, ndr).

Continua a leggere

Giro d'Italia e le immagini Rai, Sorrentino: serve un assessorato per il turismo

Giovedi 23 Maggio 2013 alle 10:57
ArticleImage

Valerio Sorrentino, candidato sindaco - Durante la tappa del Giro d'Italia si è avuta l'ennesima dimostrazione di quanto sia necessario per Vicenza un assessorato per il turismo ed il centro storico, gestito con criteri assolutamente diversi da quanto avviene ora. Se la tappa fosse arrivata a Verona sarebbe stato inconcepibile che la Rai si dimenticasse di riprendere l'Arena; a Vicenza è successo con tutte le sue bellezze, in primis la Rotonda.

Continua a leggere
Categorie: Politica, Fisco

Aree edificabili e Imu, Sorrentino: permettere di rinunciare a edificabilità

Martedi 14 Maggio 2013 alle 11:11
ArticleImage Valerio Sorrentino, Lista civica Sorrentino Sindaco  -  Nella discussione sulla congruità dell'Imu, così come viene applicata oggi e sulle gravi conseguenze che provoca nelle tasche degli Italiani, si ignora un aspetto del problema, che anche a Vicenza costituisce una fonte di angoscia per decine di famiglie. Fino a poco tempo fa chi possedeva un terreno faceva di tutto perchè esso fosse edificabile, sperando quindi in un aumento di valore, rispetto a quello agricolo.

Continua a leggere
Categorie: Politica

Centro Storico, Sorrentino: serve cambio di strategia. Corso Fogazzaro ne è un esempio

Lunedi 13 Maggio 2013 alle 09:15
ArticleImage Valerio Sorrentino Lista civica Sorrentino Sindaco  -  Nel momento in cui si registra, in maniera sconsolata la fuga dei negozianti storici dal Centro Storico, non si può imputare tutta la responsabilità alla crisi economica. Nessuno nega che il momento non sia certo favorevole; tuttavia, siamo sempre più convinti che soltanto un Assessorato per il Centro Storico ed una guida mangeriale e moderna del Turismo e delle attività culturali potranno finalmente ridare al nostro Centro quel lustro, che potrà invertire la rotta.

Continua a leggere
Categorie: Politica

Parco della pace, Sorrentino: il tavolo di partecipazione non ha alcun senso

Giovedi 9 Maggio 2013 alle 15:46
ArticleImage

Valerio Sorrentino, lista Sorrentino Sindaco - La delibera di Giunta che istituisce oggi il tavolo di partecipazione del parco della pace non ha alcun senso. E' soltanto un tributo che il Sindaco dà a coloro che lo appoggiarono cinque anni fa e si spera lo facciano anche questa volta. Ci piacerebbe sapere chi sono questi "portatori di interessi collettivi " che ne faranno parte. Chi decide quali siano questi interessi e quali siano i criteri di legittimazione per la rappresentanza resta un mistero. Ci sarebbero mille cose più urgenti da fare in questo momento, come ad esempio la tangenziale.

Continua a leggere
<| |>

Commenti degli utenti

Domenica 20 Luglio alle 08:01 da PaolaFarina
In Farina replica a Thibault su antisemitismo e sionismo. Ma tutto il mondo subisce guerre, armate o finanziarie
Se la risposta che cercava è questa: secondo me non si può essere antisionisti senza essere contro gli ebrei. Prima che una religione gli Ebrei sono un Popolo, è scritto chiaramente nella Torà, dove solo a metà del secondo libro il popolo ebraico riceve la Legge. Non ritengo opportuno rispondere ai copia ed incolla, perché una risposta articolata richiederebbe ore ed ore di studio e lavoro che non mi posso permettere, per rendere la tematica di comprensione a tutti. Lei cita la signora Sibony, Michelle Sibony pacifista che vive in Francia ed è la vice presidente di un gruppo che si chiama "Unione Ebrei per la Pace" e non la vice presidente dell'Unione delle Comunità Ebraiche francesi. Da buona pacifista vive in Francia e da lì non si schioda. Il rabbino Aron Cohen è anche lui un Naturei Karta come Weiss: ergo, non si possono identificare in loro dei rappresentanti del Mondo Ebraico, caso mai delle voci, talvolta discutibili. La parlamentare arabo-israeliana del partito Balad Hanin Zobai che siede in Parlamento (israeliano) e che percepisce regolare stipendio come tutti i parlamentari in Israele odia all'unisono Israele e gli Ebrei e rigurgita dichiarazioni di odio ogni volta che apre la bocca. Il nipote, che non percepisce uno stipendio dal parlamento come parlamentare, impugnando la bandiera di Israele, il paese di cui è cittadino e di cui si sente libero, Mohammad Zoabi afferma "Sono israeliano e resterò israeliano". Tanto è bastato perché si meritasse parole di ingiuriosa denigrazione da parte della cugina Hanin Zoabi e minacce di morte anche dall'interno della sua famiglia, tanto che la polizia ha dovuto approntare un programma di protezione. Vede in Israele esiste la libertà di espressione, detto questo poiché finora il nosstro dibattito è rimasto circoscritto a pochi, io non mi sottraggo dalle risposte ed il Direttore sa dove trovarmi, ma sono poche le persone che fanno controinformazione ed in questo periodo, nel mondo ci sono dai 15 ai 18 milioni di ebrei, meno della metà vive in Israele...il resto sparso nel mondo...ed il volontariato attivo è una grande soddisfazione, ma anche una grande fatica!

Sabato 19 Luglio alle 14:49 da commentariogiornale
In Gaza: risposta ad una ... non risposta
Liberté, Egalité, Fraternité sono i tre principi cardine della rivoluzione francese senza la quale tutti noi a quest'ora dovremmo versare la gabella al nobile di turno. Mi stupisce che un francese rinneghi questi basilari concetti della democrazia moderna solo perché qualcun'altro nel corso del tempo ne ha fatto un uso strumentale. Sarebbe come dire che la Francia e' male perché possiede delle colonie, direi che è una lettura riduttiva della storia della democrazia mondiale basata sul pregiudizio ideologico . Ed infatti a questo proposito il sig. Thibault riattacca col sionismo e l'antisemitismo (dopo certi titolo su questa testata era ovvio...) che è quanto di più ideologico possa esistere e sul quale non voglio entrare nel merito. Ci sono colpe in entrambi i fronti ma quello che spesso sfugge agli analisti e' la responsabilità della classe dirigente del modo arabo-mediorientale. Basta farsi un giro in quei paesi per rendersi conto dell' immenso divario economico tra ricchi e poveri. Mentre però in Europa queste tensioni sociali sono rivolte ai governanti, la rivoluzione francese ne è un esempio, nel mondo arabo le classi povere vengono strumentalmente inviate a combattere il concorrente economico. Se Israele fosse stato uno stato povero e disorganizzato a quest'ora non avremmo nulla da dirci. Quello che invece ho potuto costatare personalmente e' che quotidianamente in Israele vivono e lavorano fianco a fianco arabi, ebrei e cristiani alla faccia dell'ideologia!
Gli altri siti del nostro network