Archivio per tag: sensibilità chimica multipla

Categorie: Sanità, Fatti

"Sanità Veneta d’eccellenza? No sanità Kafkiana"

Lunedi 16 Gennaio 2017 alle 17:13
ArticleImage Riceviamo da Claudio Fiori, presidente del Comitato Veneto Sensibilità Chimica Multipla, e pubblichiamo
E' indubbio che moltissimi medici e personale infermieristico svolgono il loro compito con le migliori intenzioni, ma lo scontrarsi con molte ottusità, mette a dura prova i buoni propositi, a rimetterci sono sempre le persone bisognose di cure. Il 5-3-2013 il Consiglio Regionale del Veneto, approvava all'unanimità l'articolo 12 della Deliberazione Legislativa n° 2. La Regione riconosceva la Sensibilità Chimica Multipla come patologia rara, entro 60 giorni dall'entrata in vigore della legge, doveva definire: la sede del centro di riferimento, gli ulteriori presidi destinati a diagnosi e cura, la dotazione organica, le risorse finanziarie e i criteri per l'esenzione dal ticket per diagnosi e le terapie.

Continua a leggere
Categorie: Sanità

Sensibilità Chimica, Fiori: ancora mancanza di attenzione per i malati

Martedi 1 Dicembre 2015 alle 17:27
ArticleImage Claudio Fiori coniuge di persona affetta da Sensibilità Chimica, Presidente del Comitato Veneto Sensibilità Chimica Multipla ed anche promotore della raccolta firme che dopo un percorso politico molto ampio e trasversale ha permesso che anche il Veneto riconoscesse la Sensibilità Chimica come malattia rara ci manda una lettera che: "aiuta molte persone - scrive Fiori -a capire quanto ancora ci sia da fare in Veneto nel comparto Sanità e quanta mancanza di attenzione vi sia nei confronti dei cittadini oltretutto in situazioni di disagio, come quella provocata da questa terribile patologia".

Continua a leggere
Categorie: Sanità

Patologie rare, Comitato e M5S: mancanza di attenzione

Giovedi 24 Settembre 2015 alle 17:32
ArticleImage

Claudio Fiori, Presidente del Comitato Veneto Sensibilità Chimica Multipla diffonde la nota di Patrizia Bartelle del M5S spiegando che "aiuta molte persone a capire quanto ancora ci sia da fare in Veneto nel comparto Sanità e quanta mancanza di attenzione vi sia nei confronti dei cittadini oltretutto in situazioni di disagio, come quella provocata da questa terribile patologia".

Continua a leggere
Categorie: Sanità

Fiori: nuovi progetti di Zaia? Meglio chiudere quelli già in cantiere per la sanità...

Martedi 30 Giugno 2015 alle 15:23
ArticleImage

Claudio Fiori, presidente Comitato Veneto Sensibilità Chimica Multipla, interviene in merito a Zaia presenta 18 progetti di legge a sua firma

Governatore Zaia, lei è sempre pronto a cavalcare l'onda mediatica e populista ma invece di presentare nuovi progetti, dei quali poteva benissimo occuparsene anche nel mandato precedente, che ne dice di dare seguito all’articolo 12 della Legge Regionale approvata all'UNANIMITA' nella 147° seduta del Consiglio Regionale il 5/3/2013? 

Continua a leggere
Categorie: Sanità

Un cittadino: malati Sensibilità Chimica Multipla, nessuna risposta da Zaia

Lunedi 25 Maggio 2015 alle 21:45
ArticleImage

Riceviamo da Claudio Fiori e pubblichiamo

Il Veneto passa l’esame avanzo di 6 milioni. Fa sempre piacere leggere queste cifre, ancor più quando si parla di Sanità, ancor più quando con i ticket e le tasse, si è contribuito a questo. Il 2014 è stato il 4° anno consecutivo di bilanci positivi per la Sanità Veneta, il risultato della Gestione Sanitaria Accentrata (GSA) era nel 2013 di 208.109.469 €. 

Continua a leggere
Categorie: Politica, Sanità

Bezze a Zaia: in testa acqua gelida per Sla, ma malati M.C.S rimangono senza centro di cura

Lunedi 1 Settembre 2014 alle 21:40
ArticleImage

Andrea Bezze Referente Provinciale Vicenza Ass. A.N.FI.S.C ONLUS (FM,CFS/ME, M.C.S) ci invia una lettera aperta per Luca Zaia. Eccola

Caro presidente della regione Veneto Luca Zaia, che si è fatto vedere tirarsi un secchio d'acqua gelida in testa in favore della ricerca per la Sla, spero che non questo rimanga solo un gesto come sta succedendo per gli malati di M.C.S in Veneto e non solo, visto che nel Marzo 2012 la regione Veneto ha riconosciuto la M.C.S (Sensibilità chimica multipla) come patologia rara ma...

Continua a leggere
Categorie: Politica, Sanità

M5S: il riconoscimento della Regione per la M.C.S. non si sta muovendo secondo legge

Venerdi 14 Febbraio 2014 alle 17:38
ArticleImage On. Enrico Cappelletti, M5S - Sono trascorsi ben 319 giorni dalla pubblicazione del DDL nel B.U.R. nr.27 del 22/3/2013 ad oggi . Molto oltre i termini i termini di legge. Purtroppo le persone affette da MCS utilizzano con molta difficoltà o a volte non possono utilizzare, il Servizio Sanitario Nazionale poiché gli ospedali, gli ambulatori e le stanze di degenza, non sono bonificati.

Continua a leggere
Categorie: Politica, Sanità

Finalmente in Veneto la Sensibilità Chimica Multipla è riconosciuta come patologia rara

Mercoledi 6 Marzo 2013 alle 23:31
ArticleImage Gruppo consiliare Federazione della Sinistra Veneta - PRC Sinistra Europea - Con un emendamento al PDL 199 proposto dal cons. Pettenò e approvato ieri all'unanimità dal Consiglio regionale, anche il Veneto riconoscerà la sensibilità chimica multipla come patologia rara. Si tratta di un successo storico, in quanto la nostra Regione, d'ora in poi, sarà tra le pochissime a riconoscere questa grave patologia.

Continua a leggere

Caldogno, il consiglio dichiara guerra alla MCS

Martedi 29 Gennaio 2013 alle 16:13
ArticleImage

È una delle tante malattie rare che rendono quasi impossibile la vita a chi ne è affetto, ma nonostante abbia effetti gravissimi si tratta di una malattia “fantasma”, che in Italia, a differenza di altri grandi paesi industrializzati, non è riconosciuta. Stiamo parlando della Sensibilità Chimica Multipla (MCS), una patologia cronica invalidante che comporta reazioni multiorgano a seguito delle esposizioni a varie sostanze chimiche in quantità normalmente tollerate dalla popolazione in generale.

Continua a leggere

Sensibilità Chimica Multipla, ennesimo non riconoscimento della Regione Veneto

Sabato 1 Dicembre 2012 alle 11:42
ArticleImage Andrea Bezze, Ref. Ass. A.N.FI.S.C onlus  -  Oggi gli ammalati di M.C.S.(sensibilità chimica multipla) veneti hanno dovuto apprendere con rammarico che per l'ennesima volta la propria regione ha respinto, negato o se vogliamo dire ignorato la loro esistenza. Allora noi come diretti interessati,ovviamente, ci facciamo alcune semplici domande: Chi ha votato no, conosce la malattia? Ha mai parlato con un ammalato? Ha mai chiesto a quali difficoltà va incontro? Sa che è una malattia legata all'inquinamento ambientale e si sta allargando a macchia d'olio? Evidentemente no.

Continua a leggere
<| |>



ViPiù Top News


Commenti degli utenti

oggi alle 00:43 da zenocarino
In Il membro del cda Ipab Fabio Mantovani ha cambiato bandiera per puntare a Palazzo Trissino o Achille Variati ha messo la sua bandiera sul candidato di Forza Italia e Lega?

Sabato 13 Gennaio alle 18:56 da kairos
In Lettura di Parolin e Formisano su Vittorio Emanuele II, Indipendenza Veneta Vicenza Città: irrispettoso ricordare a Vicenza "il re infingardo che sottomise Terre Venete"
A CAMMILLO CAVOUR


nel 1867.

___


O nell’ora del nembo e del periglio
Sempre invocato, che più grande appari
Quanto più gonfi il trepido naviglio
4Battono i mari;

Chiuse son l’Alpi allo stranier: clemente
Rise una volta a’ popoli fortuna:
Tutte al suo desco le città redente
8Italia aduna.

Più non cercar. Delle battaglie il nome
Oh non chiedere a’ tuoi: sovra qual onda,
Sovra qual campo; e se le nostre chiome
12Lauro circonda.

A’ vincenti terribile il vessillo
Parve d’Italia: i giovani guerrieri
Volâr sull’ erta, ma con noi, Cammillo,
16Tu più non eri.

[p. 180 modifica]

Invan crebber le file: invan da’ porti
Più possente navil sciolse il nocchiero;
Non valser tante prue, tante coorti
20Il tuo pensiero.

In picciol nido l’aure interrogando,
Con poco stame a lunga tela assiso,
E l’ovra della mente ardua velando
24Di facil riso,

Gli occhi alzasti; e di fanti e di cavalli
Alla muta parola obbedïenti
Dal Cenisio sull’itale convalli
28Sceser torrenti.

E pria sul lido del remoto Eusino
Fra le pugne agitata e fra le nevi
La morta face del valor latino
32Raccesa avevi.

A’ cupi genî del Tirren custodi
Serti offrivi non visto, e taciturna
La partenza pregavi e fida ai prodi
36L’aura notturna,

Quando dell’Etna alla fremente riva
I Mille veleggiavano; portavi,
Celando sotto il mar la man furtiva,
40Le balde navi.
[p. 181 modifica]


Sparver gli avversi troni; e del tuo spiro
Che percorrea de’ novi abissi il seno,
La possa irresistibile sentiro
44Adria e Tirreno.

Itali fummo. Ed esultavi allato
Del Re più degno in Campidoglio atteso,
Quando cadevi, e dell’Italia il fato
48Parve sospeso.

Ansio cadevi dell’Olimpo al piede,
Indomato Titano. Orfana ancora
Sull’orma tua, cui pari altra non vede,
52Italia plora.

Ode di pugne inauspicate il foro
Risonar tempestoso; ed ella intanto
A’ suoi mali non trova altro ristoro
56Che sdegno e pianto.

Dell’indugio si sdegna e de’ consigli
Con gioco assiduo sul fiorir recisi;
D’altre barriere, che di monti, i figli
60Piange divisi.

O nata a non perir, stirpe fatale!
O risorgente dalle tue ruine
Popolo, che ricigni or l’immortale
64Infula al crine;
[p. 182 modifica]


De’ secoli più grande e de’ tuoi guai,
Se come in altro dì non ti è concesso
Reggere il mondo, mostra almen che sai
68Regger te stesso.
Gli altri siti del nostro network