Archivio per tag: Roberto Ciambetti

Categorie: Politica

Referendum autonomia, intesa tra Giunta e Consiglio regionale: Zaia e Ciambetti firmano

Martedi 17 Gennaio alle 15:20
ArticleImage I Presidenti della Giunta e del Consiglio regionale del Veneto, Luca Zaia e Roberto Ciambetti, hanno sottoscritto oggi un'intesa tra le due Istituzioni per affrontare congiuntamente i vari passaggi tecnici e tecnologici che dovranno fare da supporto all'effettuazione del referendum sull'autonomia del Veneto.
Si va dall'implementazione e gestione di un sito web per la presentazione e diffusone delle informazioni, alla progettazione e realizzazione dell'applicazione software per la raccolta e gestione dei dati riguardanti le operazioni ai seggi e lo scrutinio, all'acquisizione dei servizi informatici necessari, alle modalità con cui assicurare ai Comuni e agli altri soggetti istituzionali coinvolti il presidio e l'assistenza, all'attivazione di una sala stampa nel giorno del voto.

Continua a leggere
Categorie: Lavoro, Scuola e formazione

Il caso Lepido Rocco, l'inchiesta sulla formazione in Regione Veneto e sul presunto "Clan Romano" con Elena Donazzan assessore si arricchisce di un nuovo capitolo

Venerdi 13 Gennaio alle 10:19
ArticleImage La nostra inchiesta iniziata il 2 dicembre su «Formazione in Regione Veneto, presunto "Clan Romano" e ruolo di Elena Donazzan nella "cupola della P.A."» e proseguita il 3 con «ll caso Ipea, parte I...» approfondito il 4, 5 e 9 gennaio con «Caso Ipea, parte II: prosegue l'inchiesta sulla formazione in Regione Veneto e sul presunto "Clan Romano" con Elena Donazzan assessore» si arricchisce oggi di un nuovo capitolo, quello relativo al cfp Lepido Rocco, sui fondi in gran parte europei, gestiti dalla Regione Veneto attraverso bandi di concorso rivolti ad enti esterni accreditati nella cui «selezione, nella redazione dei bandi e nel complesso sistema di gestione e controllo interno sarebbero stati distratti più di 100 milioni di euro all'anno, una cifra seconda per importanza solo a quella del bilancio della sanità regionale». Il centro di formazione professionale (cfp) Lepido Rocco, con sede a Motta di Livenza e con diramazioni a Castelfranco, Pramaggiore e Caorle, è un ente accreditato dalla Regione del Veneto sin dal 2002. La scuola esiste dall'inizio del Novecento, ma il suo corso come ente accreditato è stato spesso funestato da indagini della Guardia di Finanza

Continua a leggere
Categorie: Lavoro, Scuola e formazione

Caso Ipea, parte II: prosegue l'inchiesta sulla formazione in Regione Veneto e sul presunto "Clan Romano" con Elena Donazzan assessore

Lunedi 9 Gennaio alle 08:55
ArticleImage Pubblicato il 4 gennaio alle 21.56. Aggiornato il 5 alle 9.29 e il 9 gennaio alle 8.55. La nostra inchiesta iniziata il 2 dicembre su Formazione in Regione Veneto, presunto "Clan Romano" e ruolo di Elena Donazzan nella "cupola della P.A."» e proseguita il 3 con ll caso Ipea, parte I... si arricchisce oggi di un nuovo capitolo sui fondi in gran parte europei, gestiti dalla Regione Veneto attraverso bandi di concorso rivolti ad enti esterni accreditati nella cui «selezione, nella redazione dei bandi e nel complesso sistema di gestione e controllo interno sarebbero stati distratti più di 100 milioni di euro all'anno, una cifra seconda per importanza solo a quella del bilancio della sanità regionale». L'amministrazione Ipea di Marco Spiandorello e Iles Braghetto, scrivevamo, dopo aver denunciato il presunto malaffare che i precedenti amministratori (Rosario Florio, "amministratore ‘di fatto'", come si legge nel dossier, nonché socio fondatore del cfp insieme alla vicepresidente Anna Maria Rossato) avrebbero attuato ai danni della collettività, si vide sospendere i finanziamenti regionali.

Continua a leggere
Categorie: Lavoro, Scuola e formazione

ll caso Ipea, parte I: prosegue l'inchiesta sulla formazione in Regione Veneto, sul presunto "Clan Romano" e sul ruolo di Elena Donazzan

Mercoledi 4 Gennaio alle 13:32
ArticleImage

Pubblicato il 3 gennaio alle 23.32. Aggiornato il 4 alle 13.32.

Riprendiamo da quando titolavamo «Formazione in Regione Veneto, presunto "Clan Romano" e ruolo di Elena Donazzan nella "cupola della P.A."» la nostra inchiesta sui fondi in gran parte europei, gestiti dalla Regione Veneto attraverso bandi di concorso rivolti ad enti esterni accreditati nella cui «selezione, nella redazione dei bandi e nel complesso sistema di gestione e controllo interno sarebbero stati distratti più di 100 milioni di euro all'anno, una cifra seconda per importanza solo a quella del bilancio della sanità regionale». In questo ambito, come si legge negli atti ufficiali, «un voluminoso dossier sulla scrivania del presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, e del presidente del Consiglio regionale, Roberto Ciambetti, dossier che dovrebbe essere anche a conoscenza delle autorità giudiziarie competenti», sono legati fra loro i casi di Ipea (per il quale sono scattate perquisizioni della GdF proprio in questi giorni) e di Irigem del gruppo Iannacopulos a cui fa capo anche Rete Veneta e, ora, Antenna 3.

Continua a leggere
Categorie: Lavoro, Scuola e formazione

Formazione in Regione Veneto, presunto "Clan Romano" e ruolo di Elena Donazzan nella "cupola della P.A."

Lunedi 2 Gennaio alle 16:53
ArticleImage La formazione, che pure dovrebbe essere uno dei più validi motori dell'acceso al lavoro e/o del ricollocamento di lavoratori in un lungo periodo di crisi e di ridefinizione delle figure professionali e mansionarie, non è di certo indenne da certi vizi italici come a livello nazionale ha recentemente ricordato Il Fatto Quotidiano con la rivelazione del buco da 60 milioni degli Ial (le associazioni Innovazione Apprendimento Lavoro) della Cisl, tra cui quella veneta, e come in Regione Veneto ha evidenziato la recente polemica su Veneto Lavoro, che avrebbe indetto e gestito un concorso con i vincitori delle "assunzioni" già noti in partenza. Fin da settembre 2015 poi, ne avevamo scritto a febbraio, e aggiornato fino a giugno 2016, come si legge negli atti ufficiali, esiste un voluminoso dossier sulla scrivania del presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, e del presidente del Consiglio regionale, Roberto Ciambetti, dossier che dovrebbe essere anche a conoscena delle autorità giudiziarie competenti.

Continua a leggere
Categorie: Banche, Economia&Aziende

Commissione d'inchiesta parlamentare sulle banche, Ciambetti: "i cittadini che pagano 333 € pro capite per il salvataggio di Mps vogliono la verità"

Lunedi 2 Gennaio alle 11:33
ArticleImage "Secondo Federconsumatori e Adusbef il salvataggio di Monte Paschi Siena costerà circa 333 € a cittadino con un costo medio a famiglia pari a 833,3 €. Il tutto si concreterà nell'aumento del debito pubblico, cioè costi scaricati nelle generazioni a venire: dati questi aggravi è nostro diritto sapere perché si è giunti a questa situazione, chi sono i colpevoli di questo disastro finanziario, perché il sistema della vigilanza non ha funzionato e se vi sono state delle collusioni e coperture a qualsiasi livello politico come nelle istituzioni di controllo a iniziare da Bankitalia". Queste le parole in una nota del presidente del Consiglio regionale del Veneto, Roberto Ciambetti, che prende una netta posizione sul caso Monte Paschi "e non solo su quello, ma anche sulle vicende delle Popolari Venete, come di Banca Etruria, Banca Marche, CariChieti, CariFerrara".

Continua a leggere
Categorie: Fatti

Immigrati senza biglietto nei treni regionali, Ciambetti "sono troppi, prima che fenomeno sfugga dal controllo bisogna intervenire"

Domenica 1 Gennaio alle 13:53
ArticleImage

Trasporti - Ciambetti "Troppi immigrati senza biglietto nei treni regionali: prima che il fenomeno sfugga dal controllo bisogna intervenire" 

"Non intervenire in maniera rigorosa per far rispettare le regole è uno sbaglio: quanto sta accadendo nelle ultime settimane nei treni regionali dimostra che si stanno superando tutti i limiti e che si vuole veramente provocare la pazienza e disponibilità altrui". Non usa mezzi termini nela nota che pubblichiamo il presidente del Consiglio regionale del Veneto, Roberto Ciambetti: "Prima che il fenomeno sfugga da ogni controllo bisogna intervenire. Non è pensabile che sistematicamente, ogni giorno, lunga la linea Verona-Venezia nei treni regionali veloci tra le 7 e le 8 della mattina, un numero sempre più crescente di extracomunitari di colore, non si sa a quale titolo soggiornanti in Italia, salga nelle carrozze senza biglietto, con atteggiamenti via via sempre più arroganti e talvolta provocatori sia verso gli altri passeggeri sia nei confronti del personale Fs".

Continua a leggere
Categorie: Fatti, Politica

Killer di Berlino ucciso, M5S Veneto: poliziotti Cristian Movio e Luca Scatà eroi. Lega Nord d'accordo: via irregolari e Schengen sospeso

Lunedi 26 Dicembre 2016 alle 11:06
ArticleImage Killer di Berlino ucciso, per M5S Veneto Simone Scarabel, Manuel Brusco, Jacopo Berti, Erika Baldin: "I due poliziotti sono eroi. Il problema è l'immigrazione clandestina: da oggi vogliamo il rimpatrio immediato di tutti gli irregolari e la sospensione di Schengen. Lega Nord, Mara Bizzotto: Terrorista Berlino ucciso a Milano: Italia via di transito e rifugio per jihadisti. Fermare subito invasione immigrati e sospendere Schengen. Robero Ciambetti "Il ringraziamento dei Veneti agli agenti Movio e Scatà e a tutti i tutori dell'Ordine Pubblico, ma se Anis Amri è tornato in Italia è perché sperava in protezione, appoggio e sostegno"

Il M5S Veneto esprime la propria gratitudine e il proprio orgoglio per la Polizia italiana e in particolare per i due agenti, Cristian Movio e Luca Scatà, che stanotte hanno rischiato la loro vita svolgendo diligentemente il loro lavoro, riuscendo a fermare il killer di Berlino Amri.

Continua a leggere
Categorie: Politica

Uccisione dell'attentatore di Berlino, Roberto Ciambetti: grazie alle Forze dell'Ordine

Venerdi 23 Dicembre 2016 alle 15:35
ArticleImage Consiglio regionale del Veneto
“Quanti Cristian Movio e Luca Scatà ci sono in Italia? Migliaia. Sono gli uomini e donne delle Forze dell’Ordine che, tra mille difficoltà e nonostante le contraddizioni della politica, cercano di dare risposte all’esigenza di sicurezza dei cittadini”. Roberto Ciambetti, Presidente del Consiglio regionale del Veneto, in una sua nota “nell’esprimere i sentimenti e il ringraziamento penso della maggioranza dei veneti ai due agenti che a Sesto San Giovanni hanno ucciso il jihadista responsabile della strage di Berlino – ha detto Ciambetti – e dopo aver ancora una volta sottolineato la straordinaria dedizione di agenti di Polizia, Carabinieri, personale della Guardia di Finanza ai quali dobbiamo essere tutti grati, devo anche manifestare una sincera e viva preoccupazione: se Anis Amri è ritornato in Italia è perché qui probabilmente contava di trovare protezione, appoggio e sostegno.

Continua a leggere
Categorie: Fatti

Roberto Ciambetti: "positivo il bilancio di un anno di lavoro del Consiglio, auguro ai giornalisti un 2017 scevro da ansie e preoccupazioni"

Mercoledi 21 Dicembre 2016 alle 19:30
ArticleImage Consiglio regionale del Veneto
Il Presidente del Consiglio regionale Roberto Ciambetti ha ricevuto in data odierna a Palazzo Ferro - Fini i giornalisti che quotidianamente frequentano le sale consiliari, per il tradizionale scambio di auguri natalizi. “Nel formulare a tutti voi i migliori auguri di buon Natale e di un 2017 libero finalmente da ansie e preoccupazioni - ha esordito Ciambetti - sottolineo con piacere che per la prima volta, dopo nove anni, il Bilancio di previsione della Regione verrà approvato entro la fine dell’anno, impedendo così l’esercizio provvisorio e nel pieno rispetto delle indicazioni della Corte dei Conti”.

Continua a leggere
<| |>

Commenti degli utenti

ieri alle 18:38 da kairos
In Inquinamento Pfas, lista Moretti e Pd: "Regione debole"

ieri alle 09:29 da Kaiser
In Primo Consiglio Provinciale: si discute di bilancio e di cessione delle quote di A4 Holding

ieri alle 08:38 da kairos
In Primo Consiglio Provinciale: si discute di bilancio e di cessione delle quote di A4 Holding
Gli altri siti del nostro network