Archivio per tag: Roberto Ciambetti

Categorie: Fatti

Ciambetti: “Invito tutti i Veneti ad aderire a M’Illumino di meno"

ieri alle 17:22
ArticleImage

"Quando c'è troppa luce si finisce accecati e non si vedono i pericoli: ecco, noi consumiamo troppa luce ed energia, siamo accecati e non vediamo i pericoli che l'inquinamento luminoso e lo spreco energetico determinano per l'ambiente, l'eco-sistema, la nostra salute. Insomma, lo spreco fa male al portafoglio, alla natura e alla salute". Roberto Ciambetti, presidente del Consiglio regionale del Veneto, rilancia a tutti i veneti - in una nota - l'invito della trasmissione Caterpillar ad aderire "all'iniziativa ‘M'illumino di meno 2017' e almeno per un giorno scoprire che è possibile condividendo con altri le proprie risorse energetiche e combattere assieme e con sacrifici impercettibili lo spreco energetico" ha spiegato Ciambetti al cui nome nel 2010 le autorità internazionali dedicarono l'asteroide 24087 per sottolineare l'impegno profuso dell'attuale presidente del Consiglio regionale nell'aggiornamento e definizione di nuove norme di legge per la lotta all'inquinamento luminoso.

Continua a leggere
Categorie: Fatti

Ciambetti interviene sul francobollo dedicato al bacalà alla vicentina

ieri alle 15:43
ArticleImage "Nulla di sorprendente se le Poste Italiane dedicano il primo francobollo celebrativo di una ricetta al Bacalà alla Vicentina: Guido Piovene, per primo, scelse proprio questa ricetta per dimostrare che la cucina italiana non era seconda a nessuno". Roberto Ciambetti, presidente del Consiglio regionale del Veneto, nel giorno in cui a Vicenza viene presentato il francobollo che verrà emesso il 1 marzo e dedicato cita l'autore del "Viaggio in Italia" per il quale "la ricetta del Bacalà era un caso esemplare - ha detto in una nota il Presidente del Consiglio e vale la pena riandare alle parole del celebre scrittore: ‘A coloro che accusano la cucina italiana d'essere elementare rispetto alla francese, dirò che il baccalà alla vicentina, di qualità sceltissima, battuto a lungo con un martello di legno, messo a bagno trentasei ore; tagliato a pezzetti, cosparso di formaggio e soffritto di burro, olio, acciuga e cipolle; cotto poi a fuoco lento; condito ancora di prezzemolo, pepe e latte; è un vero piatto alla francese.

Continua a leggere
Categorie: Lavoro, Associazioni, Economia&Aziende

Coldiretti Vicenza: con i prodotti made in Italy non si perde la sovranità alimentare

Sabato 18 Febbraio alle 16:06
ArticleImage "Dobbiamo lottare per la salvaguardia dei nostri prodotti, che contribuiscono a mantenere curato il territorio. Per questo abbiamo attivamente coinvolto il mondo della cooperazione, che dovrà sempre più essere al nostro fianco ed in sinergia dovremo lavorare per valorizzare i prodotti locali e tutelarci dal rischio che le nostre eccellenze scompaiano, per lasciare spazio a prodotti di qualità inferiore scelti dal consumatore soltanto per l'italian sounding e per la capacità delle multinazionali di promuoverli efficacemente sfruttando il fattore prezzo. E Federconsumatori, in tutto questo processo, condivide con Coldiretti i valori e la vicinanza al consumatore, a partire dal patto strategico produttori-consumatori siglato nel 2000". Con queste parole il presidente provinciale di Coldiretti Vicenza e regionale di Coldiretti Veneto, Martino Cerantola, ha introdotto questa mattina al Centro culturale "Giacomo Zanella" a Pozzoleone il convegno sul tema "L'etichetta c'è: narra il latte, la carne, l'ortofrutta, il pesce e... il made in Italy"

Continua a leggere
Categorie: Scuola e formazione

Formazione, Ciambetti alla cooperativa sociale ‘Margherita': la Regione Veneto è fortemente impegnata nella lotta alla dispersione scolastica

Martedi 14 Febbraio alle 14:35
ArticleImage Il Presidente del Consiglio regionale del Veneto, Roberto Ciambetti, ha accolto in data odierna a Palazzo Ferro-Fini i rappresentanti della cooperativa sociale ‘Margherita', che opera nel territorio di Sandrigo, in provincia di Vicenza, ed è partner del progetto europeo ‘Net or Neet' che, come spiega il responsabile Andrea Giaretta, "ha come obiettivo quello di individuare ed implementare reti locali ed europee, composte da soggetti attivi nell'ambito dell'istruzione, della formazione professionale e dei servizi per l'impiego, nonché da Autorità Pubbliche, rafforzando i loro servizi, metodologie e strumenti per adottare nuove strategie utili a prevenire e a contrastare adeguatamente il fenomeno dell'abbandono scolastico, che colpisce soprattutto i ragazzi tra gli 11 e i 14 anni che presentano un contesto familiare fragile. La nostra cooperativa ha coordinato il progetto e lo ha presentato alla competente Commissione europea. Siamo uno dei dieci partner di ‘Net not Neet', che vede coinvolti anche trenta tra educatori ed insegnanti, oltre ad otto Paesi".

Continua a leggere
Categorie: Politica

Referendum catalano sull'Indipendenza, Ciambetti: se Rajoy proverà a fermarlo la democrazia europea sarà a rischio, tots som Catalans

Domenica 5 Febbraio alle 21:29
ArticleImage "Torna lo spettro del 1936: ancora una volta la democrazia spagnola è messa in pericolo, ancora una volta il cuore della resistenza democratica è Barcellona". Preoccupato per le notizie che giungono da Madrid Roberto Ciambetti, Presidente del Consiglio Regionale del Veneto, sottolinea in una nota come "il tentativo di fermare il referendum catalano può essere il primo drammatico segnale di una svolta autoritaria anacronistica, antistorica, illiberale - ha detto Ciambetti - Mi auguro che il Primo ministro spagnolo, Mariano Rajoy, non ceda alle tentazione repressiva che potrebbe anche concretizzarsi nell'uso della forza e lasci che il popolo catalano possa esprimersi democraticamente, in maniera trasparente e cristallina in una consultazione elettorale che deve svolgersi a questo punto sotto il controllo di osservatori stranieri".

Continua a leggere
Categorie: Politica

Giornata della Memoria, Roberto Ciambetti ricorda la Shoah

Mercoledi 25 Gennaio alle 15:11
ArticleImage Il Presidente del Consiglio regionale, Roberto Ciambetti, ha introdotto a Palazzo Ferro Fini l'incontro ‘Il Veneto, l'Ebraismo e la Shoah: una riflessione verso il Giorno della Memoria', sottolineando, come si può leggere nella nota inviata dall'ufficio stampa del Consiglio regionale Veneto, "la riflessione sulla Shoah deve essere una questione quotidiana, in quanto condivido le preoccupazioni di chi vede delinearsi nella nostra società, da una parte una singolare e probabilmente non casuale tendenza all'oblio, dall'altra, una sorta di professionismo della memoria, cioè una retorica vuota e vana che rischia di inquinare anche le celebrazioni ufficiali. Ecco, oblio e retorica, entrambi pericoli che non possono essere sottovalutati, e l'unico modo che abbiamo per contrastarli è una forte azione culturale, come stiamo facendo oggi con questo momento celebrativo".

Continua a leggere
Categorie: Politica

Referendum autonomia, intesa tra Giunta e Consiglio regionale: Zaia e Ciambetti firmano

Martedi 17 Gennaio alle 15:20
ArticleImage I Presidenti della Giunta e del Consiglio regionale del Veneto, Luca Zaia e Roberto Ciambetti, hanno sottoscritto oggi un'intesa tra le due Istituzioni per affrontare congiuntamente i vari passaggi tecnici e tecnologici che dovranno fare da supporto all'effettuazione del referendum sull'autonomia del Veneto.
Si va dall'implementazione e gestione di un sito web per la presentazione e diffusone delle informazioni, alla progettazione e realizzazione dell'applicazione software per la raccolta e gestione dei dati riguardanti le operazioni ai seggi e lo scrutinio, all'acquisizione dei servizi informatici necessari, alle modalità con cui assicurare ai Comuni e agli altri soggetti istituzionali coinvolti il presidio e l'assistenza, all'attivazione di una sala stampa nel giorno del voto.

Continua a leggere
Categorie: Lavoro, Scuola e formazione

Il caso Lepido Rocco, l'inchiesta sulla formazione in Regione Veneto e sul presunto "Clan Romano" con Elena Donazzan assessore si arricchisce di un nuovo capitolo

Venerdi 13 Gennaio alle 10:19
ArticleImage La nostra inchiesta iniziata il 2 dicembre su «Formazione in Regione Veneto, presunto "Clan Romano" e ruolo di Elena Donazzan nella "cupola della P.A."» e proseguita il 3 con «ll caso Ipea, parte I...» approfondito il 4, 5 e 9 gennaio con «Caso Ipea, parte II: prosegue l'inchiesta sulla formazione in Regione Veneto e sul presunto "Clan Romano" con Elena Donazzan assessore» si arricchisce oggi di un nuovo capitolo, quello relativo al cfp Lepido Rocco, sui fondi in gran parte europei, gestiti dalla Regione Veneto attraverso bandi di concorso rivolti ad enti esterni accreditati nella cui «selezione, nella redazione dei bandi e nel complesso sistema di gestione e controllo interno sarebbero stati distratti più di 100 milioni di euro all'anno, una cifra seconda per importanza solo a quella del bilancio della sanità regionale». Il centro di formazione professionale (cfp) Lepido Rocco, con sede a Motta di Livenza e con diramazioni a Castelfranco, Pramaggiore e Caorle, è un ente accreditato dalla Regione del Veneto sin dal 2002. La scuola esiste dall'inizio del Novecento, ma il suo corso come ente accreditato è stato spesso funestato da indagini della Guardia di Finanza

Continua a leggere
Categorie: Lavoro, Scuola e formazione

Caso Ipea, parte II: prosegue l'inchiesta sulla formazione in Regione Veneto e sul presunto "Clan Romano" con Elena Donazzan assessore

Lunedi 9 Gennaio alle 08:55
ArticleImage Pubblicato il 4 gennaio alle 21.56. Aggiornato il 5 alle 9.29 e il 9 gennaio alle 8.55. La nostra inchiesta iniziata il 2 dicembre su Formazione in Regione Veneto, presunto "Clan Romano" e ruolo di Elena Donazzan nella "cupola della P.A."» e proseguita il 3 con ll caso Ipea, parte I... si arricchisce oggi di un nuovo capitolo sui fondi in gran parte europei, gestiti dalla Regione Veneto attraverso bandi di concorso rivolti ad enti esterni accreditati nella cui «selezione, nella redazione dei bandi e nel complesso sistema di gestione e controllo interno sarebbero stati distratti più di 100 milioni di euro all'anno, una cifra seconda per importanza solo a quella del bilancio della sanità regionale». L'amministrazione Ipea di Marco Spiandorello e Iles Braghetto, scrivevamo, dopo aver denunciato il presunto malaffare che i precedenti amministratori (Rosario Florio, "amministratore ‘di fatto'", come si legge nel dossier, nonché socio fondatore del cfp insieme alla vicepresidente Anna Maria Rossato) avrebbero attuato ai danni della collettività, si vide sospendere i finanziamenti regionali.

Continua a leggere
Categorie: Lavoro, Scuola e formazione

ll caso Ipea, parte I: prosegue l'inchiesta sulla formazione in Regione Veneto, sul presunto "Clan Romano" e sul ruolo di Elena Donazzan

Mercoledi 4 Gennaio alle 13:32
ArticleImage

Pubblicato il 3 gennaio alle 23.32. Aggiornato il 4 alle 13.32.

Riprendiamo da quando titolavamo «Formazione in Regione Veneto, presunto "Clan Romano" e ruolo di Elena Donazzan nella "cupola della P.A."» la nostra inchiesta sui fondi in gran parte europei, gestiti dalla Regione Veneto attraverso bandi di concorso rivolti ad enti esterni accreditati nella cui «selezione, nella redazione dei bandi e nel complesso sistema di gestione e controllo interno sarebbero stati distratti più di 100 milioni di euro all'anno, una cifra seconda per importanza solo a quella del bilancio della sanità regionale». In questo ambito, come si legge negli atti ufficiali, «un voluminoso dossier sulla scrivania del presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, e del presidente del Consiglio regionale, Roberto Ciambetti, dossier che dovrebbe essere anche a conoscenza delle autorità giudiziarie competenti», sono legati fra loro i casi di Ipea (per il quale sono scattate perquisizioni della GdF proprio in questi giorni) e di Irigem del gruppo Iannacopulos a cui fa capo anche Rete Veneta e, ora, Antenna 3.

Continua a leggere
<| |>

ViPiù Top News
Commenti degli utenti

ieri alle 11:28 da kairos
In Sulla stampa locale spazio ai giovani che emulano Quero. L'ex manager pare finito nell'oblio

Mercoledi 22 Febbraio alle 17:05 da kairos
In Finozzi (Confartigianato): “Stallo preoccupante per il riconoscimento della qualifica professionale di Restauratore dei beni culturali”
Gli altri siti del nostro network