Tutto

Archivio per tag: Roberto Ciambetti

Emergenza immigrati, Ciambetti: affrontata con Regio decreto del 1890 dettato da Crispi...

Lunedi 20 Giugno alle 00:04
ArticleImage Riceviamo da Roberto Ciambetti, presidente Consiglio regionale Veneto, e pubblichiamo

Tutti i Comuni  hanno “l'obbligo di provvedere al ricovero stabile presso strutture residenziali di tutti coloro che si trovino in situazione di grave disagio” e i costi di questa assistenza  “sono imputati al comune nel quale essi hanno la residenza prima del ricovero”. La norma, che regola il cosiddetto Domicilio di Soccorso,  è contenuta nel Regio decreto 17 luglio 1890 n. 6972, la nota Legge Crispi sulle Ipab, e fu riconfermata dall’art. 6  dalla legge 8 novembre 2000, n. 32. Son trascorsi ben 126 anni dalla sua formulazione e, nonostante qualche italica inquietante similitudine tra lo scandalo delle Banche Romane (1893) e l’odierno crack delle Popolari,  il mondo è profondamente mutato.

Continua a leggere
Categorie: Politica

Oliviero Toscani assolto per i "veneti ubriaconi", Ciambetti: ma dare dello zingaro a uno zingaro è reato...

Venerdi 10 Giugno alle 11:24
ArticleImage Riceviamo dal Presidente del Consiglio regionale del Veneto, Roberto Ciambetti, e pubblichiamo

In un Paese dove  dare dello zingaro a uno zingaro è reato, perché il termine zingaro è discriminatorio, razzista e offensivo, prendiamo atto che non è reato invece affermare  come  fece Oliviero Toscani che  ‘i veneti sono un popolo di ubriaconi, alcolizzati atavici’ aggiungendo poi che ‘Basta sentire l’accento veneto: è da ubriachi, da alcolizzati, da ombretta, da vino’. Due pesi e due misure insomma: io non potrò mai dare dello zingaro ai Rom, Sinti, Kalé ma dare dell’ubriacone e alcolizzato ai veneti sì. Più amareggiato che sorpreso. Arrabbiato? 

Continua a leggere
Categorie: Politica

Due giugno, Ciambetti: la Festa della Res Publica

Venerdi 3 Giugno alle 15:00
ArticleImage Riceviamo dal Presidente del Consiglio regionale del Veneto, Roberto Ciambetti, e pubblichiamo
Troppi segnali fanno intendere che il 2 giugno 2016 potrebbe essere l’ultima volta della festa della Repubblica democratica nata 70 anni fa. I pilastri repubblicani erano la democrazia, il regionalismo e lo stato sociale. Ora questi  pilastri sono stati erosi e ci si presta a dar loro il colpo finale. A sugellare la svolta reazionaria il progetto di riforma costituzionale voluto dal capo del Governo, che sfocerà in una nuova forma di Repubblica fortemente accentrata con scelte e strategie gestite dall’apparato statale prive di controllo politico con una progressiva marginalizzazione del decentramento sempre più svuotato di ruoli e, soprattutto, privato di risorse e patrimonio.

Continua a leggere
Categorie: Politica

Settanta immigrati per provincia? Ciambetti: vere quote le sapremo solo dopo le elezioni...

Martedi 31 Maggio alle 13:08
ArticleImage Riceviamo dal Presidente del Consiglio regionale del Veneto, Roberto Ciambetti, e pubblichiamo

70 immigrati per provincia? E’ un bluff del governo, perché le vere quote le sapremo solo dopo le elezioni amministrative. Il governo sta dando i numeri: solo il 23 maggio scorso il ministro Alfano diceva che ‘I numeri sono in calo rispetto all'anno scorso. Ci stiamo preparando con sempre maggiore efficienza nel caso in cui non si stoppi la rotta libica ma non siamo più l'emergenza in Europa’. Pochi giorni prima di lui era stata la volta di Renzi che il 19 maggio dichiarò: ‘Alla giornata di ieri erano circa 32 mila i migranti arrivati in Italia nel 2016, il 20% in meno di quelli sbarcati fino allo stesso giorno nello scorso anno.

Continua a leggere
Categorie: Politica

Par Condicio, Ciambetti: di overdose di renzismo muore la democrazia

Domenica 29 Maggio alle 16:23
ArticleImage Riceviamo da Roberto Ciambetti, presidente del Consiglio regionale del Veneto, e pubblichiamo

La legge della Par Condicio impone a tutte le amministrazioni pubbliche nel periodo di campagna elettorale di limitare la comunicazione istituzionale all’indispensabile e in una forma strettamente impersonale. La logica di questa norma mira a garantire “la condizione di parità tra soggetti del mondo politico nell’accesso ai mezzi di comunicazione di massa per propagandare le proprie idee”. Le norme vigenti, leggiamo nel sito dell’Agcom, l’autorità per le garanzie nelle comunicazioni,  “individuano nella tutela del pluralismo uno dei compiti principali dell'Autorità nel settore radiotelevisivo”.

Continua a leggere
Categorie: Fatti

Addio a Giorgio Albertazzi, Ciambetti: scende il sipario su raffinato aristocratico dannunzianamente anarchico

Sabato 28 Maggio alle 18:48
ArticleImage Il presidente del Consiglio regionale del Veneto, Roberto Ciambetti, ricorda la figura del grande attore toscano scomparso all’età di 92 anni

In una Italia dove in troppi sono sempre ben disposti a dare una mano al vincitore, la parabola umana di Giorgio Albertazzi si stacca di netto e non penso solo alla sua adesione alla Repubblica di Salò che per altro gli costò un paio di anni di galera: in un Paese in cui ben 235 parlamentari hanno cambiato partito negli ultimi due anni per passare nelle fila del governo in buona parte, in un paese dove ladri e farabutti patentati fanno pochi giorni di prigione, anche solo quella parentesi nella vita di Albertazzi, che mai rinnegò la sua scelta giovanile ma cercò casomai di spiegarcela,  deve farci riflettere.

Continua a leggere
Categorie: Immigrazione

Profughi, Ciambetti: nei mass media è sparita la parola immigrati

Venerdi 27 Maggio alle 16:09
ArticleImage Riceviamo dal presidente del Consiglio regionale del Veneto, Roberto Ciambetti, e pubblichiamo

Nei mass media è sparita la parola immigrati: si parla solo di profughi anche se sappiamo tutti che buona parte dei profughi che arrivano da noi  tali non sono.  Esclusa una sparuta minoranza, siamo in presenza di immigrati, la maggior parte manodopera priva di specializzazione, che cerca fortuna e un lavoro magari in Paesi come il nostro dove la disoccupazione è alta e la tendenza a sfruttare, ‘in nero’, i disperati e altrettanto elevata. Il fatto di chiamarli gli immigrati “profughi” serve solo a far digerire all’opinione pubblico l’obbligo all’accoglienza, obbligo doveroso e giusto in una società civile, ma inesistente per l’immigrazione. 

Continua a leggere
Categorie: Politica

Par condicio, Ciambetti: non vale per la coppietta Renzi e Boschi che invade la Rai?

Domenica 22 Maggio alle 21:46
ArticleImage Riceviamo dal presidente del Consiglio regionale del Veneto, Roberto Ciambetti, e pubblichiamo

Mi chiedo che senso abbia la Par Condicio, che mette il bavaglio a tutte, dico tutte, le Amministrazioni pubbliche a partire dal 21 aprile perché il 5 giugno si vota. Dopo l'ennesimo show di Casa Boschi nella televisione di stato, dopo l'overdose di Renzi che ci viene propinata quotidianamente chiedo l'intervento dell'Agcom per riequilibrare l'inaccettabile spazio garantito al Governo e il silenziatore messo a qualunque forma di opposizione o a posizioni critiche di qualsiasi parte.

Continua a leggere
Categorie: Fatti

Morte Lino Toffolo, Ciambetti: "genio surreale capace di parlare a tutti". Zaia: "vera voce della lingua veneta"

Mercoledi 18 Maggio alle 14:51
ArticleImage

Di seguito i ricordi di Roberto Ciambetti, presidente Consiglio regionale Veneto, e del presidente del Veneto Luca Zaia sulla morte di Lino Toffolo

Ciambetti: Per una strana coincidenza della vita, la cronaca ci ha portato nel volgere di pochi giorni  la notizia della morte di Alvise Zorzi e oggi l’uscita di scena di Lino Toffolo: sbaglierebbe chi volesse vedere in loro  due figure antitetiche, perché in verità essi sono facce di quel mondo variegato del Veneto, capace di conciliare e far convivere gli opposti in maniera armonica, l’inclito e il volgo. 

Continua a leggere
Categorie: Fatti

Addio a Alvise Zorzi, Ciambetti: ha amato, e capito, come pochi Venezia e il Veneto

Lunedi 16 Maggio alle 00:25
ArticleImage

Riceviamo da Roberto Ciambetti, presidente Consiglio regionale Veneto, e pubblichiamo

Scende il sipario su una grande figura e non si può non essere commossi. Quante anime ha Venezia? Non lo so, non lo possiamo sapere. Ha l’animo di Corto Maltese, di Bernardo Bembo, Andrea Navagero, di Marin Sanudo, Carlo Goldoni, quello trasgressivo di Baffo o di Casanova, il colore di Tintoretto e Tiepolo, la musicalità di Vivaldi o  quello geniale di Riccardo Selvatico e chissà di quanti altri.

Continua a leggere
<| |>

Commenti degli utenti

ieri alle 10:41 da zenocarino
In La maggioranza di Sala Bernarda boccia se stessa e Vicenza avrà a viale Roma e zona Fiera 2 stazioni ad Alta capacità. Anzi no, una e mezza come assicura il SiBisPresCo Variati

Venerdi 1 Luglio alle 03:09 da Gianni197802
In Banca Popolare di Vicenza, Iorio: torniamo a operare, siamo i più patrimonializzati in Italia

Giovedi 30 Giugno alle 20:23 da Kaiser
In Ricorso profugo in tribunale, Gardini di Forza Italia: "mucchio di soldi per mantenerlo"
Gli altri siti del nostro network