Archivio per tag: No Dal Molin

Categorie: Politica, Fatti

La scomparsa del "compagno" Olol Jackson, il cordoglio di Fogagnoli per il PRC: "non sempre eravamo allineati ma camminavamo vicini"

Domenica 1 Ottobre 2017 alle 10:18
ArticleImage È stato con grandissimo sconcerto e con profondo dispiacere, scrive nella nota che pubblichiamo Roberto Fogagnoli segretario del Partito della Rifondazione Comunista (PRC), che, ieri mattina, aprendo le nostre pagine FB e i nostri siti, abbiamo appreso della improvvisa morte di Olol Jackson militante indefesso del No Dal Molin e di tante altre battaglie, prima e dopo lo sfregio arrecato alla nostra città dalla spaventosa base di guerra USA. Ci siamo sentiti immediatamente più soli nelle nostre lotte quotidiane e nel nostro diuturno lavoro per un avvenire migliore.

Continua a leggere
Categorie: Politica

Achille Variati e Jacopo Bulgarini d'Elci: il vecchio che non muore e il nuovo che non nasce

Lunedi 17 Luglio 2017 alle 23:00
ArticleImage Finalmente la città di Vicenza inizia ad uscire da due vecchie logiche, quella che ha dominato attraverso la Banca Popolare di Vicenza, che rappresentava il vecchio capitalismo ottocentesco, dove in origine i galantuomini si servivano della banca per incrementare i loro affari ed investimenti con relazioni soprattutto personali, che legavano il Presidente ai soci e a chiunque intendesse promuovere un giro di denaro. La seconda logica, quella che è nata a Valdagno, quando si detronizzò la dinastia Marzotto con l'abbattimento della statua del conte Gaetano Marzotto il 19 aprile 1968. La sinistra comunista iniziava un cammino che propugnava la rivoluzione ed il cambiamento violento della società italiana con movimenti, partiti e partitini, che nascono ancora oggi e di cui ne abbiamo contati quasi 350 tra ufficiali e non.

Continua a leggere
Categorie: Politica, Ambiente, Fatti

Unesco, i comitati fanno il punto: chi ascolta la loro voce?

Giovedi 8 Giugno 2017 alle 11:42

 

"E' ancora possibile dirsi città Unesco di fronte ad un territorio massacrato?" A questa domanda hanno provato a rispondere i diversi rappresentanti dei comitati  promotori dell'evento "Vicenza Chiama: Unesco come risponde? tenutosi martedì sera al Teatro Astra.  Enrico Marchesini, del comitato No dal Molin, salito sul palco dopo i relatori Francesca Leder e Tiziano Tempesta (vedi il video), non ha dubbi: "Vicenza non esce bene dal rapporto degli ispettori di Icomos che hanno avuto molto da ridire sulla base americana ed in particolare rispetto ai trasporti pericolosi  in città che ne conseguono. Inoltre ache sul cosiddetto Parco della Pace hanno avuto da ridire." Un commento che corre parallelo a quelli espressi dagli altri comitati e raccontati nel nostro secondo video dedicato alla serata.

Continua a leggere
Categorie: Fatti

Vicenza patrimonio Unesco, gli esperti discutono a Palazzo Trissino e fuori va in scena la protesta

Mercoledi 29 Marzo 2017 alle 19:42

Gli esperti Unesco si sono riuniti oggi, 29 marzo, a Palazzo Trissino per consultarsi e decidere se la città del Palladio può restare oppure deve uscire dall'Unesco. E mentre all'interno la stampa non poteva assistere al dibattito, decisione presa dall'amministrazione comunale, all'esterno di Palazzo Trissino è andata in scena una protesta dei vari movimenti: Vicenza si solleva, Comitato Pomari, No Dal Molin che chiedevano la demolizione di Borgo Berga e lo stop alle cementificazione. Manifestanti che indossano tute bianche perché "invisibili agli occhi dei poteri forti" e un'accusa al sindaco Achille Variati arriva quando si parla della decisione di Antonino Cappelleri, procuratore capo di Vicenza, di sequestrare il cantiere di Borgo Berga, poiché l'amministrazione anche davanti a questo fa finta di nulla.

Continua a leggere
Categorie: Ambiente

Parco della Pace e Oasi di Casale: il primo esaltato, la seconda dimenticata

Domenica 19 Marzo 2017 alle 15:20
ArticleImage Sig. direttore, mi riferisco a due questioni, anche recentemente apparese nel suo giornale: Parco della Pace e Oasi naturalistica di Casale. In merito al primo, come sappiamo, dovrebbe essere l'epilogo della tormentata vicenda della Base del Din. Apro un inciso: a proposito di questa Base sarebbe auspicabile che prima o poi partisse una "indagine-verità", una ricostruzione storica per capire se una volta constatato lo smantellamento della pista aeroportuale, che segnava una svolta nel temuto sistema militare in territorio vicentino, e una volta apparsi programmi in alternativa o congiunti alla 173°, non sarebbe stato il caso che il Movimento No Dal Molin avesse avuto l'avvedutezza di reimpostare una posizione, che poteva essere più morbida o più acuta, a seconda delle risultanze. Osservo che l'accorgimento avrebbe evitato la conclusione, oggi evidente, che dal punto di vista politico non è proprio gloriosa, mentre dal punto di vista delle compensazioni...  bè, ora vedremo come andrà a finire con il Parco! Chiudo l'inciso.

Continua a leggere
Categorie: Politica, Storia

La storia rivisitata della base Dal Molin dopo l'(ab)uso politico di Achille Variati: persa un'occasione di "contaminazione" positiva

Venerdi 3 Marzo 2017 alle 22:07
ArticleImage Gentile Direttore, in una lettera di circa un mese fa, ripercorrendo questi ultimi 10 anni che hanno visto accadimenti per certi versi surreali, in particolare la gestione della questione "Dal Molin" da parte dell'Amministrazione, concludevo con una vena amara: Vicenza è profondamente cambiata, chissà come sarà in futuro. Voglio comparteciparla di una vicenda personale, sotto forma di lettera che volevo indirizzare in particolare ad un amico ma pensandoci potrebbe valere anche per altri amici con i quali, a modo mio, ho marciato nelle numerose manifestazioni contro il progetto della nuova base Usa. Per una maggiore comprensione della missiva, che di seguito scrivo e che vi chiedo di pubblicare (e di seguito la pubblichiamo, ndr), chiarisco la mia posizione rispetto alla questione. Inizialmente ero certamente proccupato nella previsone dell'accorpamento della 173°, successivamente vedendo lo smantellamento della pista di volo e da altri indizi si poteva capire che era in corso una revisione dei programmi militari in Africom, per asempio, ma anche con il Coespu, Gendarmeria Europea e Coe...

Continua a leggere
Categorie: Politica

Valentina Dovigo scioglie la lista civica, "tesoretto" ceduto a tre associazioni

Mercoledi 8 Febbraio 2017 alle 18:47
ArticleImage "La Città Respira" è la lista civica che per le elezioni amministrative del 2013 ha sostenuto la candidatura a sindaco di Valentina Dovigo. Una aggregazione di cittadini costituitasi intorno ad una serie di temi comuni per disegnare la città sostenibile, un futuro aperto ai cambiamenti ed alla ricerca di soluzioni innovative, per affrontare le trasformazioni economiche, ambientali e sociali in atto. In questi anni la presenza di Valentina Dovigo in Consiglio Comunale ha dato voce alle istanze di quest'area della società civile, rafforzando un tessuto di relazioni che ha generato idee, stimoli, domande, osservazioni secondo la dialettica delle regole democratiche.

Continua a leggere
Categorie: Politica

Elezioni a Vicenza: nel Parco della Pace cavalcano cowboy e cowgirl, ma solo il cowsenior Variati ha il lazo. Per se stesso?

Domenica 29 Gennaio 2017 alle 12:06
ArticleImage Si stanno "scaldando i motori" a Vicenza per le elezioni amministrative comunali che dovrebbero svolgersi fra circa un anno, a meno che, nel caso di elezioni politiche anticipate, Achille Variati, per ora pragmaticamente impegnato a conquistare poltrone sempre più "larghe" tra cui spicca quella "finanziaria" nel Cda della Cassa Depositi e Prestiti (CDP), non si dimetta prima, sussurrano, per candidarsi a Roma nella speranza di un senile e finora mai raggiunto riconoscimento nazionale  o, meno probabile, in regione se a dimettersi fosse Luca Zaia, lui sì già ministro della Repubblica, per un ruolo di, maggior, primo piano nel governo della nazione. Ma vi è una interessante novità nell'agone vicentino. Da un lato riprendono voce e cortei i "No Dal Molin", che furono tra gli elettori più attivi per Variati, il quale cavalcò il movimento con una spregiudicatezza assoluta cui contribuirono anche degli interessati apparenti avversari.

Continua a leggere
Categorie: Politica

"No Dal Molin", dibattito al presidio con il sindaco di Napoli Luigi De Magistris

Lunedi 23 Gennaio 2017 alle 08:50
ArticleImage A richiamare 700 persone a Vicenza per il corteo di ieri pomeriggio è stato il movimento «No Dal Molin», tornato con il nuovo (temporaneo) Presidio a Ponte Marchese, che oggi (ieri 23 gennaio ndr) alle 18 ospiterà un dibattito con il sindaco di Napoli Luigi De Magistris. No Tav di Montecchio Maggiore, No Grandi Navi da Venezia, comitati contro l’autostrada Valdastico Nord e la superstrada Pedemontana dal Vicentino e dal Trevigiano, contro la discarica Melagon ad Asiago, la rete Opzione Zero della Riviera del Brenta, oltre alle bandiere del Movimento 5 Stelle e di Sinistra Italiana, unici partiti: l’elenco delle adesioni è lungo.

Continua a leggere
Categorie: Associazioni, Fatti

All'ex Dal Molin il 14 gennaio riprendono vita lo stadio di rugby e il presidio contro le basi militari. Serve più sale "in zucca" ai politici... Non tutto per la neve

Venerdi 13 Gennaio 2017 alle 23:13
ArticleImage Dopo che si è conclusa la lunga e travagliata operazione di bonifica bellica nei terreni dell'ex Dal Molin, sabato 14 gennaio 2017 lo storico Stadio Gobbato entrerà a tutti gli effetti a pieno regime: a “riabbracciare” l'impianto di strada Sant’Antonino, oltre alla neve scesa copiosa dal cielo che ha imbiancato il paesaggio, saranno diversi eventi sin dalla mattina organizzati dal Rugby Vicenza, con la presenza dei tanti volontari che hanno contribuito in questi mesi a riportare in vita l'area vicino alla nuova base Usa e al futuro parco della Pace.

Continua a leggere
<| |>



ViPiù Top News


Commenti degli utenti

Lunedi 22 Gennaio alle 18:07 da kairos
In Bulgarini esalta gli incassi dei musei civici ma cerca il 30% di spese non coperte... Dalla gratuità della Basilica per Linea d'Ombra?

Lunedi 22 Gennaio alle 12:16 da zenocarino
In Tra bugie su BPVi, amnesie su Fondazione Roi e fonti di comodo sul "variatiano" Fabio Mantovani il GdV sarà equo col "sincero" Francesco Rucco? La risposta a Publiadige

Lunedi 22 Gennaio alle 10:39 da Redazione VicenzaPiù (admin)
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega

Domenica 21 Gennaio alle 17:40 da kairos
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega
Gli altri siti del nostro network