Archivio per tag: Giorno della memoria

Categorie: Fatti

Parco della memoria, a Parco Fornaci l'inaugurazione di un luogo dove ricordare la tragedia dell'olocausto

Venerdi 27 Gennaio 2017 alle 17:12
ArticleImage Oggi, venerdì 27 gennaio alle 11 è stato inaugurato a Parco Fornaci il Parco della memoria (qui servizio sulla presentazione ndr), "dedicato agli uomini e alle donne di Vicenza deportati nei campi di concentramento (1943-1945)" come si legge nella targa collocata in prossimità della zona delimitata da un filare di 8 gelsi, disposti in modo circolare, in segno di raccoglimento. Il Parco della memoria, si legge in un comunicato stampa del comune di Vicenza, è stato chiesto al consiglio comunale attraverso una mozione approvata il 10 maggio 2016, affinché possa essere un luogo per il raccoglimento e la riflessione in "ricordo della tragedia dell'Olocausto e delle vittime della persecuzione nazifascista".

Continua a leggere

Oleg Mandic, l'ultimo bambino ad essere uscito vivo dal campo di sterminio di Auschwitz è stato a Vicenza

Giovedi 26 Gennaio 2017 alle 12:15
ArticleImage Le truppe sovietiche - ci scrive Giovanni Rolando presente all'incontro - avevano liberato le persone sopravvissute in quel campo di sterminio il 27 gennaio 1945. Dopo oltre un mese, 34 giorni dopo, venerdì 2 marzo alle ore 12, Oleg, il bambino di 12 anni, con la mamma e la nonna salirono su una vettura dell'Armata Rossa per trasferirsi a Mosca per volere  di Stalin. Nato nel '33 Oleg Mandic è stato ospite, mercoledì 25, al Salone "G. Lazzati" delle Opere Sociali di Vicenza in Piazza Duomo in occasione del Giorno della Memoria organizzato dai sindacati pensionati.

Continua a leggere
Categorie: Politica

Giornata della Memoria, Roberto Ciambetti ricorda la Shoah

Mercoledi 25 Gennaio 2017 alle 15:11
ArticleImage Il Presidente del Consiglio regionale, Roberto Ciambetti, ha introdotto a Palazzo Ferro Fini l'incontro ‘Il Veneto, l'Ebraismo e la Shoah: una riflessione verso il Giorno della Memoria', sottolineando, come si può leggere nella nota inviata dall'ufficio stampa del Consiglio regionale Veneto, "la riflessione sulla Shoah deve essere una questione quotidiana, in quanto condivido le preoccupazioni di chi vede delinearsi nella nostra società, da una parte una singolare e probabilmente non casuale tendenza all'oblio, dall'altra, una sorta di professionismo della memoria, cioè una retorica vuota e vana che rischia di inquinare anche le celebrazioni ufficiali. Ecco, oblio e retorica, entrambi pericoli che non possono essere sottovalutati, e l'unico modo che abbiamo per contrastarli è una forte azione culturale, come stiamo facendo oggi con questo momento celebrativo".

Continua a leggere
Categorie: Associazioni, Fatti

A Vicenza Parco della memoria e corteo con Arcigay per la Giornata della Memoria: li presentano Giacomo Possamai e Isabella Sala

Martedi 24 Gennaio 2017 alle 17:07

Il capogruppo del Partito Democratico in Consiglio comunale Giacomo Possamai e l'assessore al sociale del Comune di Vicenza Isabella Sala parlano a VicenzaPiùTv del nuovo Parco della memoria istituito da una mozione comunale e che verrà inaugurato il 27 gennaio in occasione della Giornata della Memoria per la quale, tra i diversi eventi illustrati di seguito nella presentazione del Comune di Vicenza, ci sarà anche la “Marcia della memoria” organizzata in collaborazione con Arcigay e le associazioni Lgbt dalle ore 18.45 per ricordare le vittime dell'Olocausto e delle leggi razziali.

Continua a leggere
Categorie: Lavoro, Storia

Giorno della Memoria, pensionati Cgil Cisl e Uil propongono un incontro con Oleg Mandic

Martedi 24 Gennaio 2017 alle 15:59
ArticleImage La Cgil Vicenza annuncia che mercoledì 25 gennaio 2017, alle ore 15,30 nella sala del palazzo delle opere sociali in Piazza Duomo a Vicenza Spi Cgil - FNP Cisl - Uilp Uil, come comunicato in una nota, che ci sarà la celebrazione del “Giorno della Memoria” incontrando Oleg Mandic, sopravvissuto al campo di sterminio nazista di Auschwitz e protagonista del libro “L’ultimo bambino di Auschwitz”. L’incontro, ad ingresso libero, patrocinato dalla Provincia di Vicenza, vedrà l’intervento anche di due musicisti Alessandro Dalla Vecchia e Silvia De Boni che accompagneranno il ricordo. Spi, Fnp, Uilp di Vicenza rappresentano tanti pensionati e pensionate del Vicentino. Tra loro i più giovani hanno poco più di 60 anni, il 30% ha più di 80 anni.

Continua a leggere
Categorie: Associazioni

Giorno della Memoria, a Vicenza mostra documentaria sulla persecuzione degli ebrei

Venerdi 20 Gennaio 2017 alle 21:35
ArticleImage Di seguito la presentazione del Centro Culturale Italo-Tedesco sull'inaugurazione della mostra documentaria sulla persecuzione degli ebrei in Italia, prevista per il Giorno della Memoria

La storiografia italiana da diversi decenni ha intrapreso un’approfondita riflessione sulla specificità nazionale della persecuzione ebraica indagando in particolare le origini antiche dell’antigiudaismo, le caratteristiche del razzismo novecentesco, le modalità dell’applicazione della legislazione razzista del 1938 e della deportazione dalla penisola. Nell’ultimo ventennio si è inoltre assistito a un crescente interesse da parte di ampi settori della società civile verso la cultura, la storia e le tradizioni ebraiche. Sono stati prodotti decine di libri, film e documentari di livello e valore assai vario. 

Continua a leggere

La serata sugli Internati Militari Italiani con la testimonianza del 90enne Galvan

Giovedi 29 Gennaio 2015 alle 15:06
ArticleImage Il Comune di Caldogno ha organizzato, in occasione del Giorno della Memoria il 27 gennaio 2015, una serata sugli Internati Militari Italiani, ospitando anche la testimonianza del 90enne Giovanni Galvan (foto): iniziativa che ha attirato una notevole mole di pubblico e per la quale il Comune di Caldogno ha deciso di pubblicare l'elenco dei suoi IMI. Presente anche l'ANEI (Associazione Nazionale ex internati) che rivolge un appello a tutti i comuni vicentini.

Continua a leggere
Categorie: Politica, Storia

Olocausto, il giorno dopo

Lunedi 28 Gennaio 2013 alle 16:01
ArticleImage

Riceviamo da Italo Francesco Baldo e pubblichiamo
Un intervento successivo per non essere sempre nel giorno giusto, dove l'occasione fa spesso parlare i retori e i politicamente corretti. A tutti coloro che son caduti vittime delle ideologie politiche. Ieri anche a Vicenza si è ricordato l'olocausto dgli Ebrei, e insieme a loro, molto meno tanti altri olocausti del secolo civile.

Continua a leggere
Categorie: Storia

Giorno della memoria, tra commozione e raccoglimento

Venerdi 10 Febbraio 2012 alle 23:51
ArticleImage Vicenza si ferma in occasione del giorno del ricordo, a memoria della tragedia delle foibe e della diaspora istriano-dalmata a seguito dell'operazione di pulizia etnica jugoslava. Questa mattina davanti alla lapide in pietra carsica eretta mel 2011 a perenne rimembranza ha accolto in cimitero maggiore le massime autorità cittadine, per la deposizione della corona d'alloro e l'omaggio alle migliaia di martiri delle foibe - molti dei quali ancora oggi senza un nome - e ai loro figli, con la valigia in mano per sfuggire alla persecuzione.

Continua a leggere

Giorno della memoria, Zaia: chi tocca un ebreo tocca ognuno di noi

Venerdi 27 Gennaio 2012 alle 15:46
ArticleImage Luca Zaia, Regione Veneto  -  "Sui pericoli di derive razziste e violente bisogna mantenere costantemente alto lo stato di attenzione e ciò vale ancor più nelle fasi storiche segnate da problemi economici, da scenari sociali tutt'altro che rassicuranti come quella che stiamo attraversando. Un esempio di questo pericolo lo ha fornito proprio in questi giorni il periodico tedesco "Der Spiegel" che, riferendosi al tragico incidente della nave da crociera all'isola del Giglio, ha affermato che gli italiani sono codardi e non sono una razza: questo è inaccettabile". Lo ha detto il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, intervenendo alla cerimonia per il ‘Giorno della Memoria', svoltasi stamane nel Ghetto ebraico di Venezia (nella foto il  monumento all'olocausto).

Continua a leggere
<| |>



ViPiù Top News


Commenti degli utenti

oggi alle 00:43 da zenocarino
In Il membro del cda Ipab Fabio Mantovani ha cambiato bandiera per puntare a Palazzo Trissino o Achille Variati ha messo la sua bandiera sul candidato di Forza Italia e Lega?

Sabato 13 Gennaio alle 18:56 da kairos
In Lettura di Parolin e Formisano su Vittorio Emanuele II, Indipendenza Veneta Vicenza Città: irrispettoso ricordare a Vicenza "il re infingardo che sottomise Terre Venete"
A CAMMILLO CAVOUR


nel 1867.

___


O nell’ora del nembo e del periglio
Sempre invocato, che più grande appari
Quanto più gonfi il trepido naviglio
4Battono i mari;

Chiuse son l’Alpi allo stranier: clemente
Rise una volta a’ popoli fortuna:
Tutte al suo desco le città redente
8Italia aduna.

Più non cercar. Delle battaglie il nome
Oh non chiedere a’ tuoi: sovra qual onda,
Sovra qual campo; e se le nostre chiome
12Lauro circonda.

A’ vincenti terribile il vessillo
Parve d’Italia: i giovani guerrieri
Volâr sull’ erta, ma con noi, Cammillo,
16Tu più non eri.

[p. 180 modifica]

Invan crebber le file: invan da’ porti
Più possente navil sciolse il nocchiero;
Non valser tante prue, tante coorti
20Il tuo pensiero.

In picciol nido l’aure interrogando,
Con poco stame a lunga tela assiso,
E l’ovra della mente ardua velando
24Di facil riso,

Gli occhi alzasti; e di fanti e di cavalli
Alla muta parola obbedïenti
Dal Cenisio sull’itale convalli
28Sceser torrenti.

E pria sul lido del remoto Eusino
Fra le pugne agitata e fra le nevi
La morta face del valor latino
32Raccesa avevi.

A’ cupi genî del Tirren custodi
Serti offrivi non visto, e taciturna
La partenza pregavi e fida ai prodi
36L’aura notturna,

Quando dell’Etna alla fremente riva
I Mille veleggiavano; portavi,
Celando sotto il mar la man furtiva,
40Le balde navi.
[p. 181 modifica]


Sparver gli avversi troni; e del tuo spiro
Che percorrea de’ novi abissi il seno,
La possa irresistibile sentiro
44Adria e Tirreno.

Itali fummo. Ed esultavi allato
Del Re più degno in Campidoglio atteso,
Quando cadevi, e dell’Italia il fato
48Parve sospeso.

Ansio cadevi dell’Olimpo al piede,
Indomato Titano. Orfana ancora
Sull’orma tua, cui pari altra non vede,
52Italia plora.

Ode di pugne inauspicate il foro
Risonar tempestoso; ed ella intanto
A’ suoi mali non trova altro ristoro
56Che sdegno e pianto.

Dell’indugio si sdegna e de’ consigli
Con gioco assiduo sul fiorir recisi;
D’altre barriere, che di monti, i figli
60Piange divisi.

O nata a non perir, stirpe fatale!
O risorgente dalle tue ruine
Popolo, che ricigni or l’immortale
64Infula al crine;
[p. 182 modifica]


De’ secoli più grande e de’ tuoi guai,
Se come in altro dì non ti è concesso
Reggere il mondo, mostra almen che sai
68Regger te stesso.
Gli altri siti del nostro network