Archivio per tag: dal molin

Categorie: Ambiente, Associazioni, Politica, Fatti

Tav, Comitato Popolare dei Ferrovieri, Comitato Cittadini Vicenza Est e CS Bocciodromo: "reagiamo contro Achille Variati che ci vuole imbavagliare"

Mercoledi 13 Dicembre 2017 alle 15:29
ArticleImage Riceviamo e pubblichiamo una nota congiunta dal Comitato Popolare dei Ferrovieri, dal Comitato Cittadini Vicenza Est e dal Centro Sociale Bocciodromo in relazione alla decisione del sindaco Achille Variati di vietare ai cittadini di esprimere in maniera rumorosa e ad alta voce il dissenso al progetto Tav: "Domani sera 14 dicembre, infatti, il Consiglio Comunale discuterà e voterà un'opera che potrebbe stravolgere la città per i prossimi decenni. In risposta abbiamo convocato una fiaccolata con partenza alle 20.00 da piazza Castello per arrivare fino sotto alle finestre di Sala Bernarda."

Continua a leggere
Categorie: Politica

E tacciono... con Achille Variati in testa

Mercoledi 2 Agosto 2017 alle 08:56
ArticleImage Diverse organizzazioni vicentine, che hanno supportato il sindaco Achille Variati, che si dice di sinistra, per impedire la costruzione della nuova base americana poi costruita proprio con l'approvazione dell' on. Prodi, uomo di sinistra, la supervisione del signor Costa sempre di sinistra e dalla cooperative rosse, si dice, sempre di sinistra, costantemente intervengono contro gli americani presenti nelle basi italiane e particolarmente in quelle vicentine, addirittura in nome di Gesù Cristo, coinvolgendo la sua vita dolorosa in faccende politicanti, dimenticando che. lo disse Lui, quello che è di Cesare sia lasciato a Cesare.

Continua a leggere
Categorie: Politica, Ambiente

UNESCO: Vicenza ha il compito di coordinare il comitato di pilotaggio del sito. Dal 2005 non si è mai riunito. Perché?

Martedi 27 Giugno 2017 alle 07:07
ArticleImage Siamo onorati di ospitare da oggi i contributi di conoscenza che Francesca Leder, prof.ssa di Urbanistica presso l'Università di Ferrara, darà ai nostri lettori sulle tematiche del sito UNESCO della nostra e sua città, pigra nel gestire non solo il suo patrimonio ma anche nel "pilotare", come suo compito, privilegio e opportunità, lo sottolinea questo primo "saggio", il «sito UNESCO "Vicenza e le ville del Palladio nel Veneto": sito seriale composto di 47 monumenti tra edifici e ville distribuiti in 6 province (Vicenza, Padova, Rovigo, Treviso, Verona e Venezia) e 21 comuni».

A Vicenza parlare troppo di UNESCO può far male. E allora dopo anni di silenzio, di mancanza di vera gestione del sito, di totale indifferenza per i luoghi la cui memorabile bellezza ha ispirato viaggiatori e letterati, di impoverimento culturale delle classi dirigenti suddite di contesti socio-economici sempre più aggressivi i quali propongono, e impongono, la costruzione di opere mediocri (spesso del tutto inutili) che impoveriscono il valore del bene (bene comune, bene di tutti), bisogna trovare il giusto dosaggio.

Continua a leggere
Categorie: Politica, Economia&Aziende

Vicenza non gode più: gli amministratori di Variati affetti da eiaculatio precox

Giovedi 25 Maggio 2017 alle 15:35
ArticleImage Bisogna trovare un direttore pro tempore per il Chiericati ma da mettere nel Cda della Fondazione Roi? Va bene anche uno che sia direttore tecnico ben pagato e poco importa che poi, magari, diventi onorario, senza aver informato la sua Università di essere stato pagato prima, ma si faccia presto! Ed ecco, grazie a Jacopo Bulgarini d'Elci e a Gianni Zonin, Giovanni Carlo Federico Villa con quel che ancora oggi ne consegue. Bisogna avere le compensazioni per il Dal Molin? Presto, presto, "vado a Roma per firmare per la tangenziale", annuncia bellicoso Achille Variati. Che poi, al ritorno, oggi si trova in pancia, non lui in effetti ma la città, il Parco dellla Pace con i costi di gestione che solo Dio sa.

Continua a leggere
Categorie: Politica, Storia

La storia rivisitata della base Dal Molin dopo l'(ab)uso politico di Achille Variati: persa un'occasione di "contaminazione" positiva

Venerdi 3 Marzo 2017 alle 22:07
ArticleImage Gentile Direttore, in una lettera di circa un mese fa, ripercorrendo questi ultimi 10 anni che hanno visto accadimenti per certi versi surreali, in particolare la gestione della questione "Dal Molin" da parte dell'Amministrazione, concludevo con una vena amara: Vicenza è profondamente cambiata, chissà come sarà in futuro. Voglio comparteciparla di una vicenda personale, sotto forma di lettera che volevo indirizzare in particolare ad un amico ma pensandoci potrebbe valere anche per altri amici con i quali, a modo mio, ho marciato nelle numerose manifestazioni contro il progetto della nuova base Usa. Per una maggiore comprensione della missiva, che di seguito scrivo e che vi chiedo di pubblicare (e di seguito la pubblichiamo, ndr), chiarisco la mia posizione rispetto alla questione. Inizialmente ero certamente proccupato nella previsone dell'accorpamento della 173°, successivamente vedendo lo smantellamento della pista di volo e da altri indizi si poteva capire che era in corso una revisione dei programmi militari in Africom, per asempio, ma anche con il Coespu, Gendarmeria Europea e Coe...

Continua a leggere
Categorie: Fatti

Americani a Vicenza, l'integrazione stenta a decollare

Venerdi 24 Febbraio 2017 alle 15:57
ArticleImage Prosegue il racconto per capire se a Vicenza gli stranieri sono e si sentono integrati. Dopo aver parlato di immigrati provenienti dell'est Europa, Asia e Africa è arrivato il momento di raccontare come un'altra fetta di popolazione straniera vive in città. Si tratta degli americani presenti nelle basi militari. La loro presenza, sono circa 13 mila tra militari e civili, a volte fa discutere, soprattutto in termini di un eventuale conflitto, ma i vicentini, da anni, hanno familiarizzato anche con loro."Gli americani a Vicenza sono presenti fin dal 1956. Per la gran parte della popolazione ciò non ha costituito alcun problema. In quegli anni, - dice Ubaldo Alifuoco vicepresidente dell'Associazione 11 settembre - anzi, c'era un moto di simpatia da parte della popolazione per quanto gli USA avevano fatto nel dopoguerra.

Continua a leggere
Categorie: Politica, Fatti, Giudiziaria

La mano della 'ndrangheta e 10 anni di silenzi sull'accordo Italia - USA e sulle "compensazioni Dal Molin": le accuse dei Cristiani per la Pace trasmesse alle autorità

Sabato 18 Febbraio 2017 alle 22:48
ArticleImage

Il Coordinamento Cristiani per la Pace, dopo aver diffuso ieri ai media un comunicato dal titolo parlante «La mano della 'ndrangheta e 10 anni di silenzi sull'accordo Italia - USA "compensazioni Dal Molin"» e dopo un contatto da noi avuto col loro rappresentante di riferimento Giovanni Marangoni, in cui gli manifestavamo interesse alla questione da loro sollevata ma chiedevamo, per le indispensabili verifiche, documenti aggiuntivi, da lui promessici, che non fossero solo i sia pur rilevanti articoli dei due quotidiani locali assunti come base per le pesanti accuse, oggi ha trasmesso il documento (nella foto l'intestazione della "denuncia"), accelerando i tempi necessari per i nostri opportuni controlli, alle maggiori autorità e istituzioni locali.

Continua a leggere
Categorie: Politica, Economia&Aziende

Lettera di un acuto lettore sul disastro BPVi: Achille Variati non ha imputato da statuto a Gianni Zonin il mancato rispetto del territorio

Venerdi 10 Febbraio 2017 alle 21:54
ArticleImage Gent. direttore ing. Giovanni Coviello, le ho telefonato segnalandole che uno degli aspetti su cui chiedere conto al sig. sindaco Achille Variati, riguarda il mancato rispetto del territorio che - come sindaco - doveva imputare al sig. Gianni Zonin, in forza dell'art. 9 dello Statuto del Comune. Detto articolo pone in capo all'Amministrazione il dovere di curare lo sviluppo sociale ed economico del territorio, in ciò impegnando Operatori e Categorie. Il dettato statutario si qualifica come un inderogabile "dovere" etico e politico per il capo dell'Ente Locale. Quell'assemblea da voi video-documentata del 4 u.s. , organizzata da "Noi che credevamo nella BPVi", sarebbe stata la giusta occasione per imputargli questa omissione e chiederne ragione. Questo, inoltre, in considerazione al fatto che la Banca Popoalre di Vicenza ha l'incarico (credo ce l'abbia tutt'ora) di Esattoria Comunale.

Continua a leggere
Categorie: Associazioni, Fatti

All'ex Dal Molin il 14 gennaio riprendono vita lo stadio di rugby e il presidio contro le basi militari. Serve più sale "in zucca" ai politici... Non tutto per la neve

Venerdi 13 Gennaio 2017 alle 23:13
ArticleImage Dopo che si è conclusa la lunga e travagliata operazione di bonifica bellica nei terreni dell'ex Dal Molin, sabato 14 gennaio 2017 lo storico Stadio Gobbato entrerà a tutti gli effetti a pieno regime: a “riabbracciare” l'impianto di strada Sant’Antonino, oltre alla neve scesa copiosa dal cielo che ha imbiancato il paesaggio, saranno diversi eventi sin dalla mattina organizzati dal Rugby Vicenza, con la presenza dei tanti volontari che hanno contribuito in questi mesi a riportare in vita l'area vicino alla nuova base Usa e al futuro parco della Pace.

Continua a leggere
Categorie: Fatti

Viale Ferrarin, lavori urgenti alle condutture del gas metano nella strada per la base Usa Del Din. Un residente: "patiamo da cinque anni e quanti sprechi"

Martedi 1 Novembre 2016 alle 17:50
ArticleImage
Riceviamo da Paolo Marchesin e pubblichiamo
In questi giorni a noi residenti di viale Ferrarin lato nord (caserma Del Din), è arrivata una lettera il cui mittente è SAR - Servizi a Rete di AIM. Nella comunicazione si informa che a partire dal 7 novembre si dovrà intervenire sulla condotta gas media pressione di viale Ferrarin lato nord, con conseguenti nuovi disagi alla circolazione. Il direttore dei lavori ing. Saita - contattato al proposito - dice che ci sono stati inconvenienti importanti legati alle condutture del gas metano che devono essere necessariamente risolti.

Continua a leggere
<| |>



ViPiù Top News


Commenti degli utenti

oggi alle 18:07 da kairos
In Bulgarini esalta gli incassi dei musei civici ma cerca il 30% di spese non coperte... Dalla gratuità della Basilica per Linea d'Ombra?

oggi alle 10:39 da Redazione VicenzaPiù (admin)
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega

Domenica 21 Gennaio alle 17:40 da kairos
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega
Gli altri siti del nostro network