Archivio per tag: Costituzione

Categorie: Politica

Proposta di assemblea costituente da parte del ministro Carlo Calenda, Giorgio Langella (Pci Veneto): la Costituzione non va stravolta né riscritta, va ripristinata

Giovedi 28 Dicembre 2017 alle 08:23
ArticleImage Il ministro Carlo Calenda propone una assemblea costituente per modificare la Costituzione e "andare avanti" con le "riforme". In questa maniera le forze reazionarie asservite al liberismo più sfrenato e al capitalismo più avido, che considerano le costituzioni democratiche nate dalla guerra al nazifascismo orpelli da cancellare in quanto garantiscono diritti ai lavoratori e permettono il diritto alla protesta (vedi documento J.P.Morgan del 2013), tornano all'attacco.

Continua a leggere
Categorie: Fatti

Costituzione italiana: tanti Diritti pochi... Doveri

Mercoledi 17 Maggio 2017 alle 09:30
ArticleImage La Costituzione della Repubblica Italiana per i suoi Cittadini identifica ben 37 Diritti "inalienabili" ma solo 7/8 Doveri "inderogabili" a cui tutti dovrebbero uniformarsi, in particolare gli stranieri ospiti nel nostro Paese. Finalmente, La Cassazione chiarisce le norme di comportamento in Italia, per soggetti di etnie diverse scrive: "non è tollerabile che l'attaccamento ai propri valori, seppure leciti, secondo le leggi del paese di provenienza, porti alla violazione cosciente di quelli della società ospitante".

Continua a leggere
Categorie: Religioni

Un piccolo cimitero islamico a Vicenza, coraggiosa scelta politica. Ma l’integrazione non è raggiungibile con i cimiteri

Mercoledi 14 Dicembre 2016 alle 16:15
ArticleImage
Riceviamo da Mustapha Ouanit e pubblichiamo
La Costituzione italiana prevede il diritto di culto. Come prevede anche la possibilità, per gli appartenenti a tutte le religioni, di essere sepolti secondo il proprio rito. La risposta dell'amministrazione comunale di Vicenza alla concessione di un terreno idoneo per la sepoltura delle salme di fede musulmana è un'ottima ricompensa per la comunità islamica anche se l’obiettivo dell’integrazione, come sappiamo tutti quanti, non è certo raggiungibile attraverso i cimiteri!

Continua a leggere
Categorie: Lavoro

Referendum, Maria Teresa Turetta: per i cattivi governanti avere una bella Costituzione è un grosso problema

Mercoledi 30 Novembre 2016 alle 16:37
ArticleImage Maria Teresa Turetta, CUB Vicenza 

La CUB invita i lavoratori e le loro famiglie a votare No al quesito referendario sulla nostra costituzione del prossimo 4 dicembre. I motivi sono molteplici e sono stati esposti in varie iniziative pubbliche organizzate dalla CUB a Milano Sabato 19 novembre e a Bologna Sabato 26 novembre. Con la riforma Costituzionale approvata da un Governo non eletto dai cittadini si vuole concentrare il potere politico nelle mani di pochi per potere azzerare la democrazia nella società e, di conseguenza, anche nei luoghi di lavoro. Il primo partito di maggioranza relativa avrà un potere assoluto, anche nella nomina del Presidente della Republica e dei membri della corte costituzionale.

Continua a leggere
Categorie: Associazioni

Referendum costituzionale, Giuristi Democratici di Vicenza: un "No positivo"

Martedi 29 Novembre 2016 alle 12:12
ArticleImage

Michele Stratta, Presidente dei Giuristi Democratici di Vicenza

La neonata associazione Vicentina dei Giuristi Democratici “Ettore Gallo” esprime la propria opinione contraria alla riforma costituzionale in merito alla quale i cittadini sono chiamati ad esprimersi nel referendum del 4 dicembre. E tuttavia ritiene che sia possibile, dopo la bocciatura di questa riforma, inaugurare una discussione aperta e democratica per introdurre poche, utile e condivise riforme. Non siamo infatti contrari a qualsiasi riforma della Costituzione

Continua a leggere
Categorie: Fatti

L'Anpi Vicenza fa propaganda per il No alla cerimonia per l'eccidio dei Dieci Martiri organizzata con il Comune

Sabato 12 Novembre 2016 alle 23:33
ArticleImage
Non bastava il rifiuto di rinnovare la tessera alla senatrice veneta del Partito Democratico Laura Puppato per il suo sostegno alla campagna del Sì. La settimana dell'associazione partigiani Anpi, strenua oppositrice delle modifiche alla seconda parte della Costituzione oggetto del referendum del 4 dicembre, sebbene in un documento del febbraio scorso contempli il "rispetto di opinioni diverse" tra gli iscritti, si arricchisce di un altro episodio che ha lasciato diversi cittadini disgustati durante la commemorazione di questa mattina, sabato 12 novembre, per il 72° anniversario dell’eccidio dei Dieci Martiri fucilati dai nazifascisti, i cui corpi nel 1944 sono rimasti esposti alla cittadinanza per tre giorni e due notti.

Continua a leggere
Categorie: Politica

Riforma costituzionale lascia fuori dal senato le regioni a statuto speciale, il prof. Renato Ellero: lo avevo detto al Fatto Quotidiano

Venerdi 11 Novembre 2016 alle 19:37
ArticleImage Il Professore Renato Ellero ha chiamato in redazione per darci lo stesso messaggio che, ci dice, via sms aveva inviato a Il Fatto Quotidiano qualche tempo fa: “date un occhio allo statuto delle regioni a statuto speciale, avrete delle sorprese”. Che sorprese? Chiediamo all’esperto professore. E in modo semplice ci spiega ciò che ha verificato un paio di settimane fa, prima di avvisare le redazioni (dichiarando di non reclamare la paternità dell'avviso al Fatto Quotidiano). “Le regioni a statuto speciale hanno un proprio statuto. Quest’ultimo stabilisce che i consiglieri regionali non possano essere contemporaneamente membri di una delle due Camere e, quindi, anche del Senato. Questo però è ciò che prevede la riforma costituzionale”. Quindi, secondo lo statuto delle regioni di Trentino Alto Adige, Sardegna, Friuli Venezia Giulia, Valle d'Aosta e Sicilia, le suddette regioni non possono avere una rappresentanza in senato come le altre regioni?

Continua a leggere
Categorie: Politica

Donald Trump nuovo presidente Usa. I vicentini sapevano chi avrebbero votato...in America, ma non al referendum costituzionale

Mercoledi 9 Novembre 2016 alle 21:10
ArticleImage La notizia della vittoria di Donald Trump ha sconvolto i più, in Italia nonché a Vicenza… a guardare le espressioni di alcuni nostri intervistati di questa mattina. Ha sconvolto anche le previsioni di ieri sera fatte scherzando in redazione, in cui si dava quasi per scontata la vittoria ad Hillary Clinton. A noi italiani pare un dejavù di quando tutti schifavano Berlusconi e poi vinceva sempre le elezioni. Eh sì, perché a mandare al governo il ricco sciupafemmine siamo stati prima noi, che vanto! Speriamo per gli americani non con gli stessi risultati italiani (che, però, a questo punto dovremo rivedere alla luce della storia diversa da quella della cronaca, visti i passi dei suoi successori, ndr).

Continua a leggere
Categorie: Politica

Referendum: mentre Psi nazionale promuove il Sì, il Psi Veneto ha "fatto dibattere" Crimì, Paglia, Marajo e Poletto su Sì e No

Venerdi 4 Novembre 2016 alle 23:36
ArticleImage Il Psi del Veneto, in occasione del referendum del 4 dicembre prossimo, ha organizzato stasera 4 novembre presso l'Hotel Palladio "Riforma della Costituzione: conoscere per scegliere" un dibattito a cui sono intervenuti davanti a un pubblico che ha gremito la sala con varie persone in piedi, l'on. Filippo Crimì (Partito Democratico), l'on. Giovanni Paglia (Sinistra Italiana), l'on. Enzo Marajo (Consigliere regionale PSI), Gigi Poletto (Vicepresidente provinciale ANPI). Moderati da Antonio Di Lorenzo i vari relatori si sono affrontati con determinazione riportando le tesi del Sì e del No per "informare i cittadini perchè si facciano un'idea precisa nel merito del referendum", ha detto Luca Fantò, segretario regionale del Psi che, a conferma della vivacità del confronto e del dibattito anche interno al suo partito, ha preso posizione a favore di un lavoro di informazione sulle ragioni del Si e del No a differenza degli organi nazionali del partito che col segretario Riccardo Nencini hanno dato indicazioni nette per il Sì.

Continua a leggere
Categorie: Associazioni

Referendum Costituzionale, Carlo Cavedon delle Acli vicentine: "riforma importante nel medio e lungo periodo"

Lunedi 24 Ottobre 2016 alle 16:53
ArticleImage Acli di Vicenza e provincia
Il 4 dicembre gli italiani saranno chiamati ad esprimere il proprio voto sulla riforma costituzionale approvata il 12 aprile scorso dalla Camera dei Deputati. Tale riforma va a cambiare, in modo significativo, la seconda parte della Costituzione: la prima parte, quella riferita ai “Principi Fondamentali” ed ai “Diritti e Doveri dei Cittadini”, non sarà interessata. Le Acli di Vicenza invitano i cittadini ad informarsi in modo da poter esercitare una partecipazione al voto consapevole e responsabile, senza cadere nella tentazione di trasformare il referendum in un voto pro o contro il Governo Renzi, di utilizzarlo come strumento di protesta o di affermazione ideologica, bensì cogliendo la portata significativa che una modifica profonda della Carta costituzionale potrebbe avere per la nostra Nazione nel medio-lungo periodo.

Continua a leggere
<| |>



ViPiù Top News


Commenti degli utenti

ieri alle 18:39 da Luciano Parolin (Luciano)
In Mercoledì 24 gennaio su Rai 1 Alberto Angela presenta il patrimonio Unesco di Vicenza

Giovedi 18 Gennaio alle 18:40 da piero
In Musei civici, Jacopo Bulgarini d'Elci: "il raddoppio degli incassi in quattro anni è per me motivo di orgoglio personale"
Gli altri siti del nostro network