Archivio per tag: Albert Einstein

Categorie: Fatti, Politica, Interviste

Mauro Fabris e Giovanni Coviello, nel volley ma non solo, si rifanno ad Albert Einstein: "Un uomo è vecchio solo quando i rimpianti, in lui, superano i sogni"

Lunedi 23 Ottobre 2017 alle 13:03

Albert Einstein un giorno ebbe a dire: "Un uomo è vecchio solo quando i rimpianti, in lui, superano i sogni". Questa frase risuona spesso nell'intervista che vi propongo e che ho realizzato sabato scorso a Mauro Fabris, che più che una mia intervista, come doveva essere, è diventata il racconto di due storie di due uomini che si sono incrociati nella pallavolo femminile di vertice. Lui, nato a Camisano Vicentino 5 anni dopo Variati, è un professionista e un politico che ha saputo varcare e tuttora varca stabilmente i confini della provincia.

Continua a leggere

Einstein in vetrina, un invito all'ottimismo: "la crisi è la più grande benedizione"

Venerdi 13 Gennaio 2012 alle 20:33
ArticleImage Albert Einstein in vetrina, nel pieno centro di Vicenza. Un iniziativa dell'Associazione delle Vetrine del centro, che ha già pronti 100 manifesti con le parole (e il faccione) del celebre fisico tedesco, per invitare all'ottimismo costruttivo come fonte d'ingegno per trovare nuove soluzioni al problema della crisi. Che per Einstein non è "nientaltro che la più grande benedizione per le persone e le nazioni". Il perché è racchiuso in una lucida disamina che senza retorica o false speranze invita a considerare l'occasione di crescita nascosta nella difficoltà.

Continua a leggere
Categorie: Politica

Sabato a Roma. Albert Einstein: "La guerra non si può umanizzare, si può solo abolire"

Domenica 27 Marzo 2011 alle 20:43
ArticleImage Gino Strada, Carlo Rubbia, Luigi Ciotti, Renzo Piano, Maurizio Landini, Massimiliano Fuksas, Luisa Morgantini, i primi firmatari dell'appello: 2 Aprile 2011, Giornata di mobilitazione nazionale. "La guerra non si può umanizzare, si può solo abolire." Albert Einstein
Sabato 2 aprile a Roma, in Piazza San Giovanni, alle 15.00
Ancora una volta i governanti hanno scelto la guerra. Gheddafi ha scelto la guerra contro i propri cittadini e i migranti che attraversano la Libia. E il nostro Paese ha scelto la guerra "contro Gheddafi": ci viene presentata, ancora una volta, come umanitaria, inevitabile, necessaria.

Continua a leggere
<| |>



ViPiù Top News


Commenti degli utenti

2 minuti fa da Luciano Parolin (Luciano)
In Mercoledì 24 gennaio su Rai 1 Alberto Angela presenta il patrimonio Unesco di Vicenza

Giovedi 18 Gennaio alle 18:40 da piero
In Musei civici, Jacopo Bulgarini d'Elci: "il raddoppio degli incassi in quattro anni è per me motivo di orgoglio personale"
Gli altri siti del nostro network