Opinioni

Categorie: Politica

Proposta di assemblea costituente da parte del ministro Carlo Calenda, Giorgio Langella (Pci Veneto): la Costituzione non va stravolta né riscritta, va ripristinata

Giovedi 28 Dicembre 2017 alle 08:23
ArticleImage Il ministro Carlo Calenda propone una assemblea costituente per modificare la Costituzione e "andare avanti" con le "riforme". In questa maniera le forze reazionarie asservite al liberismo più sfrenato e al capitalismo più avido, che considerano le costituzioni democratiche nate dalla guerra al nazifascismo orpelli da cancellare in quanto garantiscono diritti ai lavoratori e permettono il diritto alla protesta (vedi documento J.P.Morgan del 2013), tornano all'attacco.

Continua a leggere
Categorie: Economia&Aziende

Droni e robot, Andrea Ruscica: è tempo di Etica 4.0. E di partnership tra uomo e macchina

Martedi 26 Dicembre 2017 alle 11:34
ArticleImage

Di Andrea Ruscica*, da Il Sole 24 Ore Radiocor Plus per VicenzaPiù. E' la storia che si ripete. Anzi che si trasforma. E' l'eterno incontro-scontro tra uomo e macchina. Una storia iniziata ai tempi della rivoluzione industriale e che oggi, anche in ottica di Digital Transformation, e' sempre attuale. L'Intelligenza Artificiale, infatti, si sta facendo strada nei processi produttivi e cosi' si aprono nuove frontiere all'interno delle imprese sia sotto il profilo economico sia sotto quello sociale e del lavoro. E se fino ad ora l'innovazione tecnologica era vista come un mezzo per affrontare nuove sfide e nuove opportunita', adesso comincia a fare paura: i robot sostituiranno in un futuro prossimo il lavoro umano?

Continua a leggere
Categorie: Economia&Aziende

Zonin il presidente ignorante (e i commissari indulgenti)

Sabato 16 Dicembre 2017 alle 09:48
ArticleImage Le risposte di Gianni Zonin davanti alla commissione parlamentare si possono sintetizzare in questo: lui era un presidente ignorante, nel senso che ignorava quasi tutto ciò che accadeva nella sua banca, la Banca Popolare di Vicenza, ignorava perfino quello che molti sapevano anche all’esterno della sua Popolare. Operazioni baciate, assunzioni di raccomandati o di illustri pensionati, assunzioni strumentali di uomini ex Bankitalia o GdF, concessione di finanziamenti anche elevatissimi senza le dovute garanzie, ecc., erano tutte cose che venivano decise in altri ambiti dai quali lui era escluso (nello sfondo della foto d'archivio una scritta e immagini premonitrici: "Dimmi chi sei" e... carabinieri, ndr).

Continua a leggere
Categorie: Politica

Attenzione: arriva Babbo Natale al posto del Bambinello

Giovedi 7 Dicembre 2017 alle 13:04
ArticleImage Vi sono festività importanti nell'Europa che affonda le proprie radici nel cristianesimo. Una delle più importanti è quella del S. Natale, che ha subito una consistente desacralizzazione ed una secolarizzazione a partire dagli anni Trenta del secolo scorso, allorché, per scopi pubblicitari, una nota ditta di bevande utilizzò San Nicola (Santa Klaus) come simbolo del natale. Nei paesi nordici, a partire dal Südtirol la festa del vescovo di Bari, tanto venerato anche in Russia, cade il 6 dicembre ed è uso che porti dei doni ai bambini buoni, mentre i Krampus, sorta di diavoli selvaggi, violenti e inferociti, danno sfogo a quelle forze che per tutto il resto dell'anno rimangono non liberate.

Continua a leggere
Categorie: Politica

È giunto il tempo di sciogliere le vele: contro il "modus inciuciorum" bisogna liberarsi dei due candidati perdenti alle primarie

Domenica 3 Dicembre 2017 alle 15:03
ArticleImage E ora si spengano le luci, per troppo tempo il fatto interno ad una parte della società civile ha occupato le cronache e perfino gli sfottò relativi alla campagna "primarie" della sinistra vicentina. È tempo di commiato per due dei protagonisti e soprattutto per la città che dovrebbe liberarsi di un modo di fare politica, eredità del passato, ossia del modus inciuciorum, dove l'amministrazione rappresenta non gli interessi di tutti i cittadini, questo solo a voce, ma di parte e soprattutto di qualche parte.

Continua a leggere
Categorie: Economia&Aziende

La musìna di Zonin: copyright del 26 aprile 2014, a crac conclamato della BPVi

Venerdi 10 Novembre 2017 alle 10:52
ArticleImage La musìna di Gianni Zonin. L'espressione - di considerare la Banca Popolare di Vicenza come una musina - copyright dello stesso imprenditore vinicolo, con il furbesco intento di rassicurare i risparmiatori. Fu pronunciata dal banchiere nell'assemblea del 26 aprile 2014, a crac conclamato. Sono trascorsi da allora oltre tre anni e tante vicende hanno interessato la banca-musina, lasciando sul lastrico aziende e tanti risparmiatori; in pratica un vicentino su due. Solo che il banchiere, benchè defenestrato, si è tenuta stretta la sua "musina" che non era la banca, bensì gli affari che vi svolgeva con o tramite la stessa.

Continua a leggere
Categorie: Politica

Immigrati extracomunitari di oggi e emigranti veneti del passato: differenze socio culturali e integrazione effettiva

Venerdi 3 Novembre 2017 alle 14:57
ArticleImage In un articolo apparso su Il Corriere del Veneto, dedicato da Davide Rossi a Ernesto Galli della Loggia, uno storico assai lucido e penetrante nelle sue analisi, analisi e valutazioni che a volte non condivido (ad esempio di recente sulla vicenda del Governatore della Banca d'Italia) ma che egualmente stimo assai, mi colpisce una risposta data al giornalista dallo storico. La domanda è questa "... qualcuno rinfaccia al Veneto di avere la memoria corta: un secolo fa era terra di emigrazione, oggi è refrattario ad accogliere immigrati che pur servirebbero come manovalanza nella sua economia".

Continua a leggere
Categorie: Banche, Economia&Aziende

La commissione d’inchiesta sulle banche nata morta: l'opinione in esclusiva di Giovanni Schiavon, già vicepresidente di Veneto Banca ed ex presidente del tribunale di Treviso

Martedi 17 Ottobre 2017 alle 00:02
ArticleImage

Esclusiva. L'opinione di Giovanni Schiavon già vicepresidente di Veneto Banca ed ex presidente del Tribunale di Treviso

Ai tanti disgraziati cittadini che hanno improvvisamente perduto tutti i loro risparmi, incautamente investiti in azioni delle banche popolari, restava almeno l’illusione di poter contare sull’opera chiarificatrice della Commissione parlamentare di inchiesta sulle banche, da molti considerata come un insostituibile strumento di indagine per dipanare le tante ombre legate ai dissesti bancari. “Come mai” –  si chiedevano i suddetti disgraziati cittadini – “il sistema bancario italiano è improvvisamente entrato in profonda crisi, dopo anni di (apparente) redditizie gestioni?".

Continua a leggere
Categorie: Politica

La novità di Luigi Di Maio su lavoro e sindacati: non è lui la novità

Domenica 1 Ottobre 2017 alle 18:13
ArticleImage E così Luigi Di Maio, classe 1986, candidato presidente del consiglio dei ministri per il Movimento 5 Stelle, di professione "giovane rampante", parla al "Festival del Lavoro" di Torino organizzato dalla "Fondazione Studi e dall'Ordine Nazionale dei Consulenti del Lavoro" e attacca i sindacati. Li attacca perché non fanno il loro dovere? Perché sono troppo morbidi? Poco conflittuali? No. Non sia mai. Afferma, il Di Maio, che "tra i tanti problemi che abbiamo, se questo paese vuol essere uno stato competitivo, un paese che nel mondo del lavoro investe di nuovo e non fa scappare i giovani all'estero, deve prevedere anche un cambiamento radicale delle organizzazioni sindacali" e minaccia che "con noi al governo o i sindacati si autoriformano o li indurremo a una riforma".

Continua a leggere
Categorie: Politica

Malga Porzius, gli "assassini" di Schio e della Volante rossa e targa per una 13enne uccisa dai partigiani. Per Baldo fascisti e partigiani sono uguali... Riparte la polemica

Sabato 16 Settembre 2017 alle 22:27
ArticleImage

Caro Direttore, mi sembra importante riprendere questo articolo con la mia premessa

Quando non si ha nemmeno un po' di cuore, di intelligenza non parliamo, allora si arriva a queste dichiarazioni che non fanno vera testimonianza nemmeno a chi ha creduto e magari dato la propria vita per ideali. Purtroppo ancora oggi non vi è quella serenità storica che consente una vera analisi e soprattutto una considerazione che aiuti alla vera convivenza civile. Malga Porzius e gli assassini di Schio e della Volante rossa vanno denunciati e di essi non si fa retorica partigiana, ma si chiede almeno ammenda (la foto è ripresa da Imola Oggi ma abbiamo ricevuto la segnalazione che non è attribuile alla ragazza a cui la targa è dedicata ma è una foto della "Armed Insurrection In Milan After The Liberation Of Italy In 1945", ndr).

Continua a leggere
<| |>



ViPiù Top News


Commenti degli utenti

ieri alle 18:07 da kairos
In Bulgarini esalta gli incassi dei musei civici ma cerca il 30% di spese non coperte... Dalla gratuità della Basilica per Linea d'Ombra?

ieri alle 10:39 da Redazione VicenzaPiù (admin)
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega

Domenica 21 Gennaio alle 17:40 da kairos
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega
Gli altri siti del nostro network