Lettori in diretta

Categorie: Fatti

Incendio a Rossano Veneto, assessore Bottacin: "situazione sotto controllo, monitoraggi Arpav non destano preoccupazioni

Sabato 25 Marzo alle 14:48
ArticleImage "I primi esiti dei monitoraggi Arpav sui campioni di acqua e terra prelevati nell'area del deposito di carburanti di Rossano Veneto, nel quale è divampato l'incendio, non destano particolari preoccupazioni. Allo stesso modo sembrano rientrare nei valori-norma anche le misurazioni sull'inquinamento dell'atmosfera". A dirlo nella nota che pubblichiamo è l'assessore regionale all'ambiente e alla Protezione civile Gianpaolo Bottacin che sta seguendo l'evoluzione delle operazioni di spegnimento del rogo che ha interessato all'alba il deposito di olii combustibili di Rossano Veneto (Vicenza). E dà conto dei primi risultati dei campionamenti ambientali effettuati dai tecnici dell'Agenzia regionale per l'ambiente.

Continua a leggere
Categorie: Storia, Politica

La storia rivisitata della base Dal Molin dopo l'(ab)uso politico di Achille Variati: persa un'occasione di "contaminazione" positiva

Venerdi 3 Marzo alle 22:07
ArticleImage Gentile Direttore, in una lettera di circa un mese fa, ripercorrendo questi ultimi 10 anni che hanno visto accadimenti per certi versi surreali, in particolare la gestione della questione "Dal Molin" da parte dell'Amministrazione, concludevo con una vena amara: Vicenza è profondamente cambiata, chissà come sarà in futuro. Voglio comparteciparla di una vicenda personale, sotto forma di lettera che volevo indirizzare in particolare ad un amico ma pensandoci potrebbe valere anche per altri amici con i quali, a modo mio, ho marciato nelle numerose manifestazioni contro il progetto della nuova base Usa. Per una maggiore comprensione della missiva, che di seguito scrivo e che vi chiedo di pubblicare (e di seguito la pubblichiamo, ndr), chiarisco la mia posizione rispetto alla questione. Inizialmente ero certamente proccupato nella previsone dell'accorpamento della 173°, successivamente vedendo lo smantellamento della pista di volo e da altri indizi si poteva capire che era in corso una revisione dei programmi militari in Africom, per asempio, ma anche con il Coespu, Gendarmeria Europea e Coe...

Continua a leggere

Oleg Mandic, l'ultimo bambino ad essere uscito vivo dal campo di sterminio di Auschwitz è stato a Vicenza

Giovedi 26 Gennaio alle 12:15
ArticleImage Le truppe sovietiche - ci scrive Giovanni Rolando presente all'incontro - avevano liberato le persone sopravvissute in quel campo di sterminio il 27 gennaio 1945. Dopo oltre un mese, 34 giorni dopo, venerdì 2 marzo alle ore 12, Oleg, il bambino di 12 anni, con la mamma e la nonna salirono su una vettura dell'Armata Rossa per trasferirsi a Mosca per volere  di Stalin. Nato nel '33 Oleg Mandic è stato ospite, mercoledì 25, al Salone "G. Lazzati" delle Opere Sociali di Vicenza in Piazza Duomo in occasione del Giorno della Memoria organizzato dai sindacati pensionati.

Continua a leggere

Palestina, Luciano Parolin: Rolando vuol forse impedire le visite in Terrasanta?

Sabato 21 Gennaio alle 15:23
ArticleImage Riceviamo da Luciano Parolin e pubblichiamo

Da tempo nel PD è iniziata la Campagna elettorale. Alcuni come Rolando, in una Assemblea Pubblica a Palazzo Trissino, trattiene Volontari e cooperanti sul tema di un Percorso di Pace...con lo slogan Boicottiamo Israele. Probabilmente non sanno cosa dicono e nemmeno cosa fanno. Nessun approfondimento storico, nessuna conoscenza della geografia attuale del Medio Oriente. Da 100 anni non esiste Pace in Palestina, Siria, Turchia, Giordania...e Israele che viene dopo la fine della IIa Guerra Mondiale. In quelle zone, hanno sempre dominato (sul serio)  Inglesi e Francesi che, senza colpo ferire hanno manomesso di continuo Nazionalità, Confini, Ribaltoni politici a seconda della convenienza loro.

Continua a leggere
Categorie: Politica

Primarie Pd e candidature, l'Art. 18 dello Statuto con procedure e regole

Mercoledi 18 Gennaio alle 17:07
ArticleImage Riceviamo da Luciano Parolin e pubblichiamo
Purtroppo, il Pd, dopo 7 anni è ancora alla ricerca di una identità politica. A Vicenza ha cambiato 5 Segretari. Pochi hanno letto lo Statuto in cui c'è scritto tutto il da farsi, a mio giudizio è un Vangelo che tutti dovrebbero leggere (nella foto la copertina). Meno ancora lo rispettano. Il PD (che io ho lasciato) non fa politica, fa partitologia e Primarie. Dopo le Primarie diventa un comitato elettorale. I progetti che noi promotori e fondatori avevamo fatto svaniti nel nulla, forse alla Leopolda.

Continua a leggere
Categorie: Sanità, Fatti

"Sanità Veneta d’eccellenza? No sanità Kafkiana"

Lunedi 16 Gennaio alle 17:13
ArticleImage Riceviamo da Claudio Fiori, presidente del Comitato Veneto Sensibilità Chimica Multipla, e pubblichiamo
E' indubbio che moltissimi medici e personale infermieristico svolgono il loro compito con le migliori intenzioni, ma lo scontrarsi con molte ottusità, mette a dura prova i buoni propositi, a rimetterci sono sempre le persone bisognose di cure. Il 5-3-2013 il Consiglio Regionale del Veneto, approvava all'unanimità l'articolo 12 della Deliberazione Legislativa n° 2. La Regione riconosceva la Sensibilità Chimica Multipla come patologia rara, entro 60 giorni dall'entrata in vigore della legge, doveva definire: la sede del centro di riferimento, gli ulteriori presidi destinati a diagnosi e cura, la dotazione organica, le risorse finanziarie e i criteri per l'esenzione dal ticket per diagnosi e le terapie.

Continua a leggere
Categorie: Religioni

Un piccolo cimitero islamico a Vicenza, coraggiosa scelta politica. Ma l’integrazione non è raggiungibile con i cimiteri

Mercoledi 14 Dicembre 2016 alle 16:15
ArticleImage
Riceviamo da Mustapha Ouanit e pubblichiamo
La Costituzione italiana prevede il diritto di culto. Come prevede anche la possibilità, per gli appartenenti a tutte le religioni, di essere sepolti secondo il proprio rito. La risposta dell'amministrazione comunale di Vicenza alla concessione di un terreno idoneo per la sepoltura delle salme di fede musulmana è un'ottima ricompensa per la comunità islamica anche se l’obiettivo dell’integrazione, come sappiamo tutti quanti, non è certo raggiungibile attraverso i cimiteri!

Continua a leggere

La Giornata Nazionale degli ebrei profughi dai paesi arabi e la Giornata Onu dei palestinesi

Mercoledi 30 Novembre 2016 alle 16:44
ArticleImage Riceviamo da Paola Farina e pubblichiamo

Oggi 30 novembre Giornata Nazionale (in Israele) di Commemorazione dei profughi ebrei dai paesi arabi, ieri 29 novembre Giornata Mondiale di Commemorazione per il popolo palestinese (entrambe le giornate ricordate senza gloria e senza infamia, direi con freddo entusiasmo in Italia, con una differenza che quella per gli Ebrei è nazionale israeliana e quella per i Palestinesi è mondiale). Il 23 giugno del 2014 la Knesset (Parlamento Israeliano) ha approvato una legge che proclama il 30 novembre come Giornata Nazionale Annuale di Commemorazione per i circa 850.000 profughi ebrei che sono stati sfollati dai paesi arabi e dall’Iran nel XX secolo.

Continua a leggere
Categorie: Economia&Aziende, Associazioni

Convegno burla BPVi, la replica dell'avvocato Renato Bertelle

Mercoledi 30 Novembre 2016 alle 12:47
ArticleImage Pubblichiamo la lettera dell'avvocato Renato Bertelle sul convegno Banca Popolare di Vicenza a cui ci riserviamo di replicare dopo che i nostri lettori e quelli dell'avvocato avranno avuto il tempo di leggere questa.

Egregio Ingegnere, mi riferiscono di un autentico stillicidio di attacchi alla mia persona nel giornale da Lei diretto per il solo fatto di aver contribuito ad organizzare un convegno che non aveva minimamente il fine di “sdoganare” alcuno, bensì di contribuire a tenere vivo il dibattito sulla drammatica vicenda delle banche popolari venete. Lei e la testata che dirige avete riconosciuto che alcuni interventi sono stati utili, altri sicuramente meno; ma comunque, almeno per questo, l'incontro è servito a riportare l'attenzione pubblica sul problema.

Continua a leggere

Idee per un centro creativo di passioni condivise, contro il degrado

Venerdi 25 Novembre 2016 alle 14:03
ArticleImage Riceviamo da Lucio Zaltron e pubblichiamo

La mancanza di prospettive, tanto a lungo quanto a breve termine, fanno sentire alle persone una crisi che si riverbera nel modo in cui si sta insieme. L’incertezza economica fa da velo ad altre problematiche: sfiducia diffusa nei confronti della politica, difficoltà a mettersi in gioco, senso della responsabilità oscurato da paure diverse, che, legate a bisogni primari – lavoro, futuro, senso complessivo rispetto a un’esistenza che perde progressivamente storici punti di riferimento – innescano reazioni e comportamenti conservativi e caotici, più che un progetto o il desiderio di perseguire la propria realizzazione personale.

Continua a leggere
<| |>

Commenti degli utenti
Gli altri siti del nostro network