English news

Vicenza english news

Giovedi 19 Settembre 2013 alle 14:20
ArticleImage

1) Hunting hides, Arcicaccia: common sense prevails among the regional council

Giuliano Ezzelini Storti – regional president of Arcicaccia – cominucates the happy ending of the hunting hides problem: «The regional council, extending the 2007 act about fauna and hunt, has approved Stival’s proposal about the hunting hides.

Continua a leggere

Vicenza english news

Mercoledi 18 Settembre 2013 alle 14:30
ArticleImage

1) Azioni Solidali Vicentine, the voluntary associations meet and tell about themselves

On September 21st and 22nd, a new edition of Azioni Solidali Vicentine will take place to celebrate the provincial volunteer world. During this manifestation, people could meet and know more about the voluntary associations working on the territory; the will display their activities and commitments in three gazebo areas built in Piazza Erbe, Piazza Garibaldi and Piazza Duomo.

Continua a leggere

Vicenza english news

Venerdi 13 Settembre 2013 alle 18:37
ArticleImage

1) Ipab and disability, Variati and Sala meet the regional councilor Sernagiotto

Variati met the regional councilor Sernagiotto on September 12th, during an afternoon meeting at Palazzo Trissino. All together with Isabella Sala, the spoke about Ipab and disability. Variati summarized the main subjects discussed.

Continua a leggere

Vicenza english news

Giovedi 12 Settembre 2013 alle 11:35
ArticleImage 1) Rethink 911, also in Vicenza they ask to question the official version of September 11th

The Rethink 911 group, during the 12th anniversary of the attack against the Twin Towers in New York, announced a silent commemoration moment from 5.30 pm to 7 pm. The group members were in front of the Us military village in Vicenza to support Us citizens and make them know about the Rethink 911 movement backing an international campaign in favor of a new independent inquiry to clear all the doubts about the attack.

Continua a leggere

Vicenza english news

Mercoledi 11 Settembre 2013 alle 10:49
ArticleImage

1) Matteo Quero is Amcps’s new unique administrator, now it’s official

From September 10th, Marino Quaresimin enters the supervision committee as the new president; for this reason he quitted his role inside Amcps. The associates council nominates the private entrepreneur Matteo Quero as the new unique administrator.

Continua a leggere

Vicenza english news

Domenica 8 Settembre 2013 alle 18:04
ArticleImage

1) Antica Fiera del Soco, lot of people for the inauguration day

During the inauguration day on September 7th, three main steps occurred: the announce about the twinning with Fondazione Città della Speranza, the commemoration of the 9/11 victims and the press conference with the public authorities.

Continua a leggere

Vicenza english news

Venerdi 6 Settembre 2013 alle 18:52
ArticleImage

1) Manifestation against territory militarization, Dovigo: i twill be a actively participated

Even if she will not be present, Valentina Dovigo – town councilor for Lista Civica, Sel – has communicated her sympathize for all the people who will participate at the September 7th manifestation organized by NO-Dal Molin movement; in the same time, Dovigo also underlines again the environmental consequences produced by the construction works for the military base.

Continua a leggere

Vicenza english news

Giovedi 5 Settembre 2013 alle 16:26
ArticleImage

1) Hunger strike handover against the large use of cement in Veneto

The committee for the defense of Area Berica and the committee for the defense of Orgiano and Asigliano’s territory started an hunger strike handover from September 4th to 6th in order to protest against the large use of cement in Veneto. The two committees continue Don Albino Bizzotto’s protest against the environmental emergency in Veneto.

Continua a leggere

Vicenza english news 3 september

Mercoledi 4 Settembre 2013 alle 11:11
ArticleImage

1) Mistreated by Trenitalia and snubbed by Italo: Vicenza is more and more isolated

The alarm came from Antonio Dalla Pozza – town councilor for urban planning and sustainability – after a meeting between the local administrations, Trenitalia and the regional councilor for transportation, Remo Scagiotto, at the end of July: «Vicenza has already lost the train to Rome and is nearly losing the one to Milan».

Continua a leggere

Vicenza english news, september 1st and 2nd

Martedi 3 Settembre 2013 alle 11:30
ArticleImage

1) From Veneto, the grocery shopping’s 2.0 revolution starts

From Monday September 2nd, in Veneto and Emili-Romagna is starting the experimental session of affaridelgiorno.it’s initiative. Affaridelgiorno.it is a startup from Lamezia Terme (Catanzaro) proposing to its clients a web site and an app capable of making them saving money and time when they are at the supermarket.

Continua a leggere
<| |>

Commenti degli utenti

Domenica 20 Luglio alle 08:01 da PaolaFarina
In Farina replica a Thibault su antisemitismo e sionismo. Ma tutto il mondo subisce guerre, armate o finanziarie
Se la risposta che cercava è questa: secondo me non si può essere antisionisti senza essere contro gli ebrei. Prima che una religione gli Ebrei sono un Popolo, è scritto chiaramente nella Torà, dove solo a metà del secondo libro il popolo ebraico riceve la Legge. Non ritengo opportuno rispondere ai copia ed incolla, perché una risposta articolata richiederebbe ore ed ore di studio e lavoro che non mi posso permettere, per rendere la tematica di comprensione a tutti. Lei cita la signora Sibony, Michelle Sibony pacifista che vive in Francia ed è la vice presidente di un gruppo che si chiama "Unione Ebrei per la Pace" e non la vice presidente dell'Unione delle Comunità Ebraiche francesi. Da buona pacifista vive in Francia e da lì non si schioda. Il rabbino Aron Cohen è anche lui un Naturei Karta come Weiss: ergo, non si possono identificare in loro dei rappresentanti del Mondo Ebraico, caso mai delle voci, talvolta discutibili. La parlamentare arabo-israeliana del partito Balad Hanin Zobai che siede in Parlamento (israeliano) e che percepisce regolare stipendio come tutti i parlamentari in Israele odia all'unisono Israele e gli Ebrei e rigurgita dichiarazioni di odio ogni volta che apre la bocca. Il nipote, che non percepisce uno stipendio dal parlamento come parlamentare, impugnando la bandiera di Israele, il paese di cui è cittadino e di cui si sente libero, Mohammad Zoabi afferma "Sono israeliano e resterò israeliano". Tanto è bastato perché si meritasse parole di ingiuriosa denigrazione da parte della cugina Hanin Zoabi e minacce di morte anche dall'interno della sua famiglia, tanto che la polizia ha dovuto approntare un programma di protezione. Vede in Israele esiste la libertà di espressione, detto questo poiché finora il nosstro dibattito è rimasto circoscritto a pochi, io non mi sottraggo dalle risposte ed il Direttore sa dove trovarmi, ma sono poche le persone che fanno controinformazione ed in questo periodo, nel mondo ci sono dai 15 ai 18 milioni di ebrei, meno della metà vive in Israele...il resto sparso nel mondo...ed il volontariato attivo è una grande soddisfazione, ma anche una grande fatica!

Sabato 19 Luglio alle 14:49 da commentariogiornale
In Gaza: risposta ad una ... non risposta
Liberté, Egalité, Fraternité sono i tre principi cardine della rivoluzione francese senza la quale tutti noi a quest'ora dovremmo versare la gabella al nobile di turno. Mi stupisce che un francese rinneghi questi basilari concetti della democrazia moderna solo perché qualcun'altro nel corso del tempo ne ha fatto un uso strumentale. Sarebbe come dire che la Francia e' male perché possiede delle colonie, direi che è una lettura riduttiva della storia della democrazia mondiale basata sul pregiudizio ideologico . Ed infatti a questo proposito il sig. Thibault riattacca col sionismo e l'antisemitismo (dopo certi titolo su questa testata era ovvio...) che è quanto di più ideologico possa esistere e sul quale non voglio entrare nel merito. Ci sono colpe in entrambi i fronti ma quello che spesso sfugge agli analisti e' la responsabilità della classe dirigente del modo arabo-mediorientale. Basta farsi un giro in quei paesi per rendersi conto dell' immenso divario economico tra ricchi e poveri. Mentre però in Europa queste tensioni sociali sono rivolte ai governanti, la rivoluzione francese ne è un esempio, nel mondo arabo le classi povere vengono strumentalmente inviate a combattere il concorrente economico. Se Israele fosse stato uno stato povero e disorganizzato a quest'ora non avremmo nulla da dirci. Quello che invece ho potuto costatare personalmente e' che quotidianamente in Israele vivono e lavorano fianco a fianco arabi, ebrei e cristiani alla faccia dell'ideologia!
Gli altri siti del nostro network