Quotidiano |

Videocontest internazionale: vince una scuola vicentina

Di Redazione VicenzaPiù Lunedi 18 Marzo 2013 alle 14:36 | non commentabile

ArticleImage

Comune di Santorso  -  L'Enaip Veneto di Vicenza è la scuola vincitrice del videocontest internazionale "You've got the power to change" promosso dai partner del progetto "Sheep - A Schools' Panel for High Energy Efficient Products". Le premiazioni si sono svolte sabato 16 marzo a Monaco di Baviera (Germania) e hanno visto la partecipazione di delegazioni dall'Italia, dalla Germania, dall'Ungheria, dalla Romania e dalla Grecia.

Dopo aver vinto il contest nazionale, il video "Scegli con classe, scegli la classe!" realizzato dagli studenti di Enaip Veneto di Vicenza è risultato anche il vincitore della finale internazionale. Obiettivo del concorso era la realizzazione di un filmato capace di spiegare il significato e il valore delle etichette energetiche europee poste sugli elettrodomestici in commercio. I video realizzati sono visionabili all'indirizzo http://www.aplusplus.eu/results/video-contest/

Il progetto Sheep – i cui partner italiani sono le scuole di Vicenza Itis Rossi e Itc Piovene, Sogesca, Nova Multimedia e Comune di Santorso, è realizzato nell'ambito del programma europeo Intelligent Energy Europe e mira a valorizzare la posizione di alcuni attori chiave in grado di creare sinergie positive che aumentino e qualifichino la domanda di apparecchiature energeticamente efficienti. Maggiori informazioni sono disponibili nel sito http://www.aplusplus.eu/it/home/

Leggi tutti gli articoli su: Santorso, Enaip
Commenti degli utenti

10 minuti fa da pachiara9
In Referendum, il Sì ha perso perchè Matteo Renzi si è montato la testa? Lui forse sì, ma a Vicenza Anahid Balian di sicuro pensa di essere già una "superstar"
Ci sarebbe da piangere, ma invece ridiamo di cuore, cara o caro Carolina/o, di fronte a tanta conclamata ignoranza esibita così senza pudore nè vergogna. Bastava andare a fare qualche ricerca minima per sapere che Carolina Invernizio è una delle più note scrittrici italiane di un certo genere letterario. Già questo dice tutto e cassa ogni discorso suo che voglia dire qualcosa di politica: per farla seriamente (la politica) e non come le varie pippicalzelunghe del pd, ma anche di altri partiti, bisognerebbe almeno conoscere un pò d'Italia, della sua cultura e della sua storia. Senza conoscere la propria storia fare politica è un atto criminale. Ciò posto, io volevo solo ironizzare con lievità sul suo intervento censorio, accreditandola di una qualche sapienza letteraria. Così non è, e quindi, come dicevo, studi, lavori, si prodighi e vedrà che non offenderà più quelli come me che amano la verità delle cose. Proprio come dice il signor Pietrobelli: ma Le pare che una sia agressiva perchè dice le cose come stanno? O è più aggressiva Lei che vuol vendere le cose come piace al pensiero unico, senza conoscere passato e presente?
Senza rancore. La prego di non rispondermi più. E' inutile.
Quanto ad admin, una redazione che sa dare "dell'accusatrice con paraocchi" ad una lettrice che argomenta con precisione è messa male.Potrei anche dimostrarlo punto per punto, ma non ne vale la pena. Basti solo dire che scrivere un articolo intero per poi spiegare cosa si è scritto è come preparare un piatto poco appetitoso e poi spiegare ai malcapitati invitati come è fatto.
Anche qui senza rancore, ne aggressività. Tranquillamente, alla veltroni.

oggi alle 17:07 da Kaiser
In Referendum, Germano Raniero: respinto attacco golpista del sì, ora no sociale alle meline

oggi alle 17:01 da Kaiser
In Referendum, l'analisi di “Vicenza per il No": grande scarto tra sì e no nel vicentino
Gli altri siti del nostro network