Quotidiano | VicenzaPiùComunica | Categorie: VicenzaPiù, Informazione

VicenzaPiù n. 281 in edicola: speciale tecno-economia. Tra costi dei Beati, Aim in Borsa, Sala Bernarda e Bonds

Di Giovanni Coviello (Direttore responsabile) Sabato 16 Gennaio 2016 alle 11:39 | 0 commenti

ArticleImage

In occasione del fine anno anche le tipografie hanno diritto a "respirare" per cui, dopo averne anticipato a  Capodanno la disponibilità nella sua versione digitale per gli abbonati online, VicenzaPiù Magazine n. 281 del 31 dicembre dall'8  gennaio è finalmente gustabile con 48 pagine a soli 90 centesimi nelle edicole Fenagi e non solo, e a breve anche in centinaia di nuovi VicenzaPiùPoint), per far conoscere anche ai lettori che amano la carta le nuove scelte editoriali e aziendali del nostro editore, Media Choice, che ha appena deliberato un consistente aumento di capitale di cui vi riferiamo a seguire in questo lancio.

D'ora in poi, quindi, VicenzaPiù Magazine accentuerà il suo "racconto" dei fatti che interessano la nostra area di diffusione utilizzando "un linguaggio attento all'economia e alla tecnologia con la conseguente acquisizione di una più definita identità ed esclusività...".

Per rendere già "un fatto" quanto verbalizzato nell'assemblea straordinaria del 28 dicembre, in cui i soci hanno deciso di supportare ulteriormente il progetto di sviluppo del nostro network multimediale, la copertina del n. 281 lancia un dorso interno di 32 pagine, "seriosamente" in bianco e nero, che hanno l'intenzione di iniziare a rendere "la tecno - economia accessibile", mentre tra gli argomenti da "strillare" abbiamo scelto: I miracoli costano, Il "listino" per i Beati di Vicenza; Il consiglio comunale  lo ospita VicenzaPiu.Tv; Aim si aggrega. E punta alla Borsa; Obbligazioni. Solo per chi le compra.

Ecco, comunque, l'articolo che a pagina 9 descrive la complessità e l'ambizione del nostro progetto di informazione.

VicenzaPiù investe su economia e tecnologia: la tecno-economia è al centro della nostra attenzione


Andiamo in stampa proprio subito dopo l'assemblea straordinaria di Media Choice srl, la società editrice dei mezzi del network VicenzaPiù, in cui il 28 dicembre 2015 è stato approvato un consistente aumento di capitale per effettuare «ulteriori investimenti sia per meglio strutturare la società con giornalisti e agenti pubblicitari, che ora si avvalgono anche di un sede in Viale Milano 29-31 adeguata per il proprio lavoro e per l'immagine aziendale, sia per consolidare i mezzi in sviluppo». Come amministratore unico della società e direttore responsabile delle sue testate multimediali esercito orgogliosamente e, mi si perdoni l'orgoglio non certo la presunzione, un duplice ruolo "alla Eugenio Scalfari" di provincia, che in futuro andrà superato per ovvi motivi organizzativi, di crescita e di... età ma che consente ancora a VicenzaPiù, dopo oltre dieci anni dal suo debutto nel mondo sempre più compresso dell'informazione locale, la completa indipendenza da condizionamenti esterni e il totale rispetto dei lettori, anche se spesso punteggiato da ostracismi da parte di chi a Vicenza esercita il potere economico e quello, spesso legato, politico.
Il nostro network, c'è chi lo dice, è piccolo per dimensioni, anche se non ne sarei così sicuro identificando i nostri target di riferimento, ma di sicuro è in costante crescita per la qualità ricercata, e mai soddisfacente, nei contenuti, per le tecnologie utilizzate per renderli disponibili e, quindi, per i numeri e le attenzioni (di lettori, aziende e istituzioni che fanno scelte pubblicitarie scollegate dai poteri ma attente solo alla nostra audience e alla sua tipologia).
Ma VicenzaPiù è anche grande per ambizioni, comunque umili e senza presunzione, se non quella di voler essere al servizio dell'informazione per aggiornare i lettori e i nostri utenti in senso lato (carta, web, tv streaming e on demand da noi si fondono in un unico e coordinato sforzo). Sfrutto, quindi, anche in questo caso, la visione completa del nostro e, soprattutto, vostro network multimediale per illustrare con un estratto della relazione presentata in assemblea ai soci la necessità dell'aumento di capitale a loro richiesto e a voi, lettori o utenti pubblicitari (da promotori di prodotti e servizi o da loro fruitori), le innovazioni su cui Media Choice srl sta investendo e grazie alle quali programma di mettere al vostro servizio quanto è così riportato nella relazione per l'aumento di capitale..
«Oltre alla ridefinizione effettuata del portale principale VicenzaPiu.com
- è in corso l'adeguamento dei portali interni, che ne sta determinando, insieme al potenziamento dei contenuti, un aumento di accessi, vitale per lo sviluppo commerciale
- è in partenza dopo vari mesi di sperimentazione la programmazione di una tv streaming locale VicenzaPiu.Tv, che approfitterà commercialmente dei nuovi trend di mercato da noi previsti già due anni fa e ora stimolati dal lancio in Italia di Netflix e di piattaforme per la tv on line e on demand
- è in via di completamento una App, inizialmente in ambiente iOs, poi da rendere disponibile anche per le altre piattaforme per SmartPhone e Tablet, per rendere più fruibile tale tv streaming
- sono quasi pronti al lancio commerciale, dopo la loro progettazione software, anche un quotidiano, un settimanale e un mensile online (rispettivamente con le testate IlQuotidianodiVicenza+, IlSettimanalediVicenza+ e IlMensilediVicenza+), mezzi che potrebbero dare una scossa all'editoria locale rendendo disponibile informazione quotidiana, settimanale e mensile a utenti tradizionali ma con tecnologie moderne.
- è in via di completamento il restyling del magazine cartaceo, che si concentrerà al solito sui fatti soprattutto locali ma raccontati sempre più con un linguaggio attento all'economia e alla tecnologia con la conseguente acquisizione di una più definita identità ed esclusività, significativa per poter competere nel mercato pubblicitario con maggiore vendite a maggior valore aggiunto
Queste iniziative, più altre collaterali come lo sviluppo di un prodotto denominato RealTimE-Book (orientato a video racconti in tempo reale di eventi di ogni tipo) e di contenuti nuovi o derivanti da rielaborazioni di video del passato, che andranno a costituire un archivio con una valenza immediata e di patrimonializzazione, in un periodo di grande competizione nel settore dei media multimediali, in cui la società opera con chance non indifferenti viste le innovazioni in atto, richiedono gli investimenti proposti...»

Degli investimenti attuabili e rafforzabili grazie all'aumento di capitale potete provare già un assaggio con l'accelerazione del restyling, soprattutto di linguaggio, del nostro storico magazine che fin dal suo ultimo numero del 2015 propone un blocco centrale da pagina 9 a pagina 40 seriosamente in bianco e nero, di cui fa parte stavolta da pagina 16 a pagina 33 un inserto con i principali articoli di economia e tecnologia, in senso lato e tuttora up to date, che durante il 2015 ne hanno già testimoniato la vocazione a una sempre più indispensabile lettura economica e tecnologica dei temi della società e dei tempi attuali. A Vicenza e non solo, lo testimoniano i fatti, politici e sociali, interni ed internazionali, bisognerà sempre più parlare di "tecno-economia" per capirla e non esserne ignoranti o ignorati. Noi ci proviamo.

Leggi tutti gli articoli su: VicenzaPiù n. 281

Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.



ViPiù Top News


Commenti degli utenti

Lunedi 22 Gennaio alle 18:07 da kairos
In Bulgarini esalta gli incassi dei musei civici ma cerca il 30% di spese non coperte... Dalla gratuità della Basilica per Linea d'Ombra?

Lunedi 22 Gennaio alle 12:16 da zenocarino
In Tra bugie su BPVi, amnesie su Fondazione Roi e fonti di comodo sul "variatiano" Fabio Mantovani il GdV sarà equo col "sincero" Francesco Rucco? La risposta a Publiadige

Lunedi 22 Gennaio alle 10:39 da Redazione VicenzaPiù (admin)
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega

Domenica 21 Gennaio alle 17:40 da kairos
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega
Gli altri siti del nostro network