Quotidiano | Rassegna stampa | Categorie: Musei

Vicenza, il Museo del gioiello in Basilica espone 400 nuovi pezzi

Di Rassegna Stampa Giovedi 22 Dicembre 2016 alle 09:27 | 0 commenti

ArticleImage

Un progetto culturale, non solo uno spazio espositivo: è il Museo del gioiello di Vicenza, aperto il 24 dicembre 2014 e che ora presenta il secondo importante appuntamento. In meno di due anni il museo ha attratto 34mila visitatori, anche grazie alla location, la Basilica Palladiana della città veneta, patrimonio dell’Unesco dal 1994. Ideato e lanciato da Fiera di Vicenza, gestito da Italian Exhibition Group (la società fieristica nata dall’integrazione tra Rimini Fiera e Fiera di Vicenza), in partnership con il Comune di Vicenza, il Museo, curato e diretto da Alba Cappellieri, è l’unico in Italia e tra i pochi al mondo a essere dedicato ai gioielli e alla loro storia.

La mostra inaugurata il 16 dicembre ospita una nuova selezione di circa 400 gioielli, scelti* in base alla sensibilità dei curatori “ospiti”, tutti di livello internazionale: da Glenn Adamson, direttore del Museum of Arts and Design di New York a Nicolas Bos, presidente e ceo di Van Cleef & Arpels; dalla critica dell’arte e collezionista Helen Drutt English, all’antropologa Cristina Del Mare, dalla storica dell’arte Alessandra Possamai al pluripremiato designer Odo Fioravanti.
Da Il Sole 24 Ore


Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.



ViPiù Top News


Commenti degli utenti

ieri alle 18:07 da kairos
In Bulgarini esalta gli incassi dei musei civici ma cerca il 30% di spese non coperte... Dalla gratuità della Basilica per Linea d'Ombra?

ieri alle 10:39 da Redazione VicenzaPiù (admin)
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega

Domenica 21 Gennaio alle 17:40 da kairos
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega
Gli altri siti del nostro network