Quotidiano | Categorie: Associazioni, Commercio, Internet

Vendita On-line, con CNA Vicenza martedì una serata che guarda al futuro

Di Redazione VicenzaPiù | Venerdi 13 Luglio 2012 alle 19:50 | 0 commenti

ArticleImage

Cna Vicenza - "Vendita online: futuro ormai prossimo" è il tema della serata proposta dal Gruppo Giovani Imprenditori di CNA Vicenza martedì 17 luglio alle ore 20 nella sede cittadina di via Zampieri. A parlare di e-commerce saranno tre esperti del settore: Giovanni Cappellotto, consulente di marketing e strategie di vendita online, autore con Daniele Vietri del libro "e-Commerce"; Francesco D'Avella, imprenditore trevigiano, nel 2008 vincitore del premio per il miglior Social Network Italiano con la piattaforma Pjoon, e Pier Francesco Verlato, consulente e formatore nel settore comunicazione e nuove tecnologie.

Sotto l'egida di "Idee per la nuova impresa" il Gruppo Giovani CNA intende affrontare un tema di grande attualità, come la vendita online, attività economica impegnativa, che come ogni altra richiede tempo, competenze e investimenti. E che per funzionare con efficacia ha bisogno di un'idea di business, un progetto chiaro ed vincente di presenza online. Non si tratta di immaginare una "bella grafica" ma di costruire un particolare processo per cui i visitatori diventano clienti soddisfatti dell'acquisto, al punto da essere poi i migliori ambasciatori del tuo "negozio".
La serata, organizzata dal Gruppo Giovani CNA Vicenza in collaborazione con "Storeden", è in linea, tra l'altro, con l'iniziativa "Le Vie della Seta" organizzata dal Comitato Impresa Donna CNA proprio con il Gruppo Giovani Imprenditori che tra maggio e giugno ha affrontato in tre incontri il tema del marketing e delle vendite al tempo della crisi, con Barbara Bonaventura, consulente di marketing, vicepresidente di Aicel e collaboratrice di Mentis. "Gli incontri con Barbara Bonaventura hanno riscosso un notevole interesse - spiega la Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di CNA Vicenza Monica Carraro - del resto il tema dell'e-commerce e della gestione delle vendite online è di grande attualità. Come fare marketing innovativo, come comunicare nel modo giusto e farsi conoscere oggi diventa particolarmente importante, in un momento in cui non è più possibile aspettare che siano i clienti ad avvicinare le imprese, ma è necessario attirarli e promuoversi nel modo giusto. L'interesse sull'argomento quindi c'è e abbiamo colto l'opportunità di proporre un'altra serata su queste tematiche grazie anche alla presenza di Giovanni Cappellotto. L'e-commerce è il tema del momento e del futuro".
L'incontro è aperto a tutti. Informazioni e adesioni: segreteria@cnavicenza.it tel. 0444-1838105
RELATORI:
Giovanni Cappellotto è consulente di marketing e strategie di vendite online. Ha lavorato per anni nella vendita e nella costruzione di reti e progetti di vendita. Si occupa di assistenza ai progetti internet, social media marketing gestione e ottimizzazione di siti internet. Ha scritto insieme a Daniele Vietri il libro "e-Commerce"
Francesco D'Avella è un giovane imprenditore trevigiano da molti anni attivo nella fornitura di tecnologie web. Nel 2008 ha lanciato Pjoon piattaforma vincitrice del premio come miglior Social Network Italiano e leader sul mercato per lo sviluppo di siti per il commercio elettronico.
Pier Francesco Verlato consulente e formatore nel settore della Comunicazione e Gestione delle Risorse Umane. Consulente nel settore delle nuove tecnologie online promuove insieme a Giovanni e Francesco una cultura imprenditoriale che vede il Digitale come migliore strumento di sales & marketing a disposizione delle imprese.

Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.

Commenti degli utenti

Domenica 27 Luglio alle 22:09 da Shlomo_Yisrael_Serraglia
In Autodeterminazione per i veneti e ferro e fuoco per i palestinesi?
Sono contento dell'attenta ricerca fatta da tale Langella, ovviamente sarebbe stato più onesto intellettualmente se avesse anche citato quanto segue: ...riconoscere unilateralmente un presunto ?Stato Palestinese? non tiene conto di ciò che è avvenuto in terra d'Israele nell?ultimo secolo, e non tiene presente che l?unica e vera democrazia in medio oriente è quella Israeliana. Ciò premesso dobbiamo riflettere su come prospettare un futuro di pace in quelle terre, un futuro che preservi tutte le popolazioni residenti in quell'area senza utilizzare nessuna arma, neanche quella demografica; un futuro che garantisca l'autodeterminazione dei Popoli senza le prevaricazione di nessuno. L'idea che noi prospettiamo è quella di una confederazione Israeliana-Palestinese-Giordana, ovvero un accordo tra Stati liberi che si riconoscono vicendevolmente; tra cui non vige la regola della maggioranza nelle decisioni comuni ma dell'unanimità; in cui ci sia uno sforzo comune per il contrasto alle varie fazioni terroristiche di qualunque matrice esse siano; tra cui ci sia collaborazione ad ampio livello per il progresso reciproco in ogni ambito della vita umana; in cui si superino le idee di odio e sopraffazione razziale e religiosa. Questa nostra vuole essere un'idea per scardinare quella logica di potere, sopraffazione ed integralismo che in vario modo e a vario livello ha travolto quell'area, il concetto di libertà dovrà essere alla base di questo patto di convivenza pacifica tra questi tre Stati in cui uomini e donne liberi non avranno più paura di uscire per strada ed incontrarsi e potranno così progettare un futuro per loro stessi e per i loro figli. Noi come Veneto Serenissimo Governo siamo disponibili ad approfondire questa nostra idea per la sua fattibilità, perché riteniamo che la Pace in medioriente sia una cosa che riguarda tutti, e che prese di posizioni basate su pregiudizi portino solo ad altre guerre ed odio... http://www.serenissimogoverno.eu/index.php?option=com_content&task=view&id=879&Itemid=162
Ma ovviamente ben sappiamo che certe persone amano mistificare la realtà ed additare come nemici da colpire chi non la pensa come loro.

Sabato 26 Luglio alle 10:16 da kairos
In Napolitano, "questione morale" e democrazia: lucrò su viaggi UE, ora imita Nerone
Gli altri siti del nostro network