Quotidiano | Categorie: Famiglia

Unione civile tra eterosessuali, Mattia Stella presidente di Arcigay Vicenza: “nessun abuso”

Di Piero Casentini Lunedi 14 Novembre 2016 alle 19:00 | 2 commenti

L’unione civile celebrata a Schio, tra Gianni Bertoncini e Pietro Principe, amici conviventi eterosessuali, sta facendo discutere. Monica Cirinnà, senatrice Pd che dà il nome alla legge sulle unioni civili approvata dal Parlamento in maggio, non ha rilevato alcun impedimento. Aurelio Mancuso, dirigente Pd e presidente di Equality Italia, ha parlato di “truffa morale”, definendo Bertoncini come Principe dei “furbacchioni che usano le norme a loro uso e consumo”.

Sostanzialmente sulla stessa linea il Consigliere regionale veneto Nicola Finco, Lega Nord, che ha parlato di “furbetti”, spronando i sindaci leghisti a praticare l’obiezione di coscienza sulle unioni civili. Obiezione praticata e rivendicata dal sindaco di Schio, Valter Orsi, che ha delegato l’Assessore alle Attività economiche Anna Donà ad officiare l’unione civile tra i due uomini. Sulla questione abbiamo intervistato Mattia Stella, presidente di Arcigay Vicenza, il quale non ha rilevato alcun abuso, né furberia, circa l’applicazione della legge nel caso di coppie eterosessuali dello stesso sesso.


Commenti

Inviato Lunedi 14 Novembre 2016 alle 23:18

Si ode in sottofondo il rumore delle unghie sul vetro.
Inviato Martedi 15 Novembre 2016 alle 15:21

Eppur si muove: Sodoma e Gomorra. Articolo 29 della Costituzione .....NATURALE...secondo natura. Le deviazioni, non sono naturali. Se volute di proposito sono...contro ..Natura. Dante e i sodomiti.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.



ViPiù Top News


Commenti degli utenti

ieri alle 18:07 da kairos
In Bulgarini esalta gli incassi dei musei civici ma cerca il 30% di spese non coperte... Dalla gratuità della Basilica per Linea d'Ombra?

ieri alle 10:39 da Redazione VicenzaPiù (admin)
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega

Domenica 21 Gennaio alle 17:40 da kairos
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega
Gli altri siti del nostro network