Quotidiano | Categorie: Fisco

Una nuova frode fiscale nella concia per Andrea Ghiotto, che torna in manette. Perquisizioni in 5 società

Di Matteo Moschini Giovedi 19 Novembre 2015 alle 13:21 | 0 commenti

ArticleImage

È scattata questa mattina un'operazione della Guardia di Finanza di Bassano del Grappa che ha portato all'esecuzione di due ordinanze di custodia cautelare, una in carcere e una agli arresti domiciliari, e a 28 perquisizioni in Veneto, Lombardia e Calabria. L'indagine è scattata in relazione al reato di "emissione di fatture per operazioni inesistenti": protagonista della vicenda, un habitué del settore, Andrea Ghiotto, 44 anni, di Zermeghedo (VI). Avvalendosi della complicità di Davide Ziggiotto, 61 anni, Cavaso del Tomba (TV), Ghiotto aveva messo in piedi una società fittizia a Rossano Veneto, la SIVA SERVICE S.R.L.

La società avrebbe dovuto operare nel campo della lavorazione e della vendita di pellami, articoli tessili, arredamento, articoli per la casa, materiali plastici e ferrosi. I sospetti sono sorti quando ci si è resi conto che i locali indicati dalla società come sede delle proprie attività erano inadeguati, inutilizzati, e la società non aveva alcun dipendente pur avendo mosso denaro per quasi 2 milioni di euro tra il 2013 e il 2014. La società emetteva fatture fittizie per operazioni inesistenti, le dirottava su conti correnti esteri (in Croazia). In seguito il denaro era prelevato in contanti dai conti esteri, per retrocedere il contante ai "beneficiari" della frode, trattenendone una percentuale.

Entrambi gli indagati erano noti alle forze dell'ordine, e già arrestati in precedenza per reati di carattere fiscale. Altri due collaboratori di Ziggiotto sono al momento indagati perché probabilmente coinvolti nella vicenda. 

Coinvolte nell'operazione almeno 5 società che in mattinata hanno subito le perquisizioni. Perquisizioni che si sono svolte nelle provincie di Vicenza, Padova, Treviso, Verona e Belluno, nel bresciano (Montichiari) e nella provincia di Crotone. Nonostante tutto le società sono di fatto tutte operanti nel vicentino, e operano principalmente nel settore della pelle. Dopo le perquisizioni di oggi si potrà procedere per verificare il loro coinvolgimento nella frode ed eventuali provvedimenti.

Le indagini sono state coordinate dal P.M. Gianni Pipeschi, e dal capitano Michele Piazzolla, comandante da poco meno di due mesi della Compagnia della Guardia di Finanza di Bassano del Grappa. 

Leggi tutti gli articoli su: Concia, Guardia di Finanza, Andrea Ghiotto

Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.





Commenti degli utenti

Lunedi 22 Gennaio alle 18:07 da kairos
In Bulgarini esalta gli incassi dei musei civici ma cerca il 30% di spese non coperte... Dalla gratuità della Basilica per Linea d'Ombra?

Lunedi 22 Gennaio alle 12:16 da zenocarino
In Tra bugie su BPVi, amnesie su Fondazione Roi e fonti di comodo sul "variatiano" Fabio Mantovani il GdV sarà equo col "sincero" Francesco Rucco? La risposta a Publiadige

Lunedi 22 Gennaio alle 10:39 da Redazione VicenzaPiù (admin)
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega

Domenica 21 Gennaio alle 17:40 da kairos
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega
Gli altri siti del nostro network