Quotidiano |

Terre Vicentine, nuova organizzazione per il turismo che unisce pubblico e privato

Di Redazione VicenzaPiù Mercoledi 6 Luglio 2016 alle 17:09 | 0 commenti

ArticleImage

Provincia di Vicenza

Lo sviluppo del turismo passa dalla sinergia tra pubblico e privato. Ne sono convinti i 68 enti pubblici e i 15 enti privati che hanno dato vita all'Ogd Terre Vicentine (Organizzazione di Gestione della Destinazione turistica), costituita in marzo dalla Provincia di Vicenza e riconosciuta dalla Regione Veneto lo scorso maggio, presentata questa mattina nella Sala Consiglio di Palazzo Nievo. “Basta un numero per capire la portata di questa organizzazione -esordisce il Presidente della Provincia Achille Variati- su 1,8milioni di presenze turistiche nel vicentino nel 2015, oltre1,5milioni gravitano sul territorio di Terre Vicentine.

Abbiamo unito non solo i Comuni, ma anche le associazioni di categoria, i consorzi turistici, le pro loco e questa è la vera novità: perché saranno i privati a poter accedere ai 40 milioni che la Comunità Europea mette a disposizione per lo sviluppo del turismo. Ma i privati potranno contare su un'organizzazione che unisce tutti i protagonisti del mondo del turismo e che proprio grazie a ciò è in grado di pianificare progetti e strategie su vasta scala.”
Per velocizzare tempi e procedure, Terre Vicentine si è dotata di una cabina di regia di cui fanno parte 16 componenti in rappresentanza delle diverse aree tematiche che compongono l'Ogd.
Primo atto concreto è stata la redazione del piano strategico, una fotografia articolata del territorio vicentino e una prima proiezione sui prodotti turistici da valorizzare e sulle linee strategiche da sviluppare.
“Il vicentino è una terra ricca -ha affermato Chiara Luisetto, consigliere provinciale delegata al turismo- a noi il compito di svilupparne le enormi potenzialità lavorando su settori tematici come il turismo culturale, della montagna, termale e del benessere, storico, sportivo, religioso, congressuale, enogastronomico. L'offerta è la più ampia e in grado di soddisfare il turista più esigente. La vera sfida è però collegare tra loro le varie anime del nostro territorio per creare occasioni di permanenza lunga.”
No, quindi, al turismo “vedi e fuggi”, quello di cui per troppi anni il vicentino si è accontentato. Oggi si punta ai pernottamenti, ad un turista che trova nel vicentino stimolo e offerta per decidere di fermarsi più giorni.
Un obiettivo ambizioso, certo, ma le forze in campo sono tante e soprattutto motivate, come hanno confermato i rappresentanti della cabina di regia oggi presente quasi al completo alla conferenza stampa.
“Finalmente!” è stata la parola più spesso ripetuta. “Finalmente si fa squadra” il commento dell'assessore bassanese Giovanni Cunico e del Sindaco di Marostica Marica Dalla Valle e “finalmente possiamo confrontarci con forza con competitor come Venezia e Verona” ha aggiunto il Sindaco di Chiampo Matteo Macilotti in rappresentanza dell'ovest vicentino. “E finalmente pubblico e privato si confrontano sul tema del turismo con obiettivi comuni”, hanno sottolineato Paola Zambotto per Confesercenti, Giorgio Rossi Presidente Unpli, Roberto Astuni del Consorzio Pedemontana Veneta e Colli, Massimo Chiovati di Confcommercio, Elisa Scalchi per Coldiretti.
Conclusa la fase di costituzione, ora arriva per l'Ogd il compito più importante: concretizzare gli obiettivi e dettare le linee guida per i progetti concreti che dovranno partecipare ai bandi per reperire fondi.
Nel frattempo stanno arrivando richieste di adesione da parte di altri Comuni del territorio e il Presidente Variati non nasconde la volontà di riunire tutto il territorio provinciale sotto l'egida unica di Terre Vicentine. “Mettere insieme le potenzialità di tutto il vicentino è la vera chiave dello sviluppo turistico.”

Componenti Ogd Terre Vicentine
68 enti Pubblici (di cui 66 Comuni):
Provincia di Vicenza, Camera di Commercio di Vicenza e i Comuni di Albettone, Alonte, Altavilla Vicentina, Altissimo, Arcugnano, Arzignano, Asiago, Asigliano Veneto, Barbarano Vicentino, Bassano del Grappa, Bolzano Vicentino, Brendola, Bressanvido, Brogliano, Caldogno, Camisano Vicentino, Campiglia dei Berici, Campolongo sul Brenta, Cartigliano, Cassola, Castegnero, Chiampo, Cismon del Grappa, Costabissara, Creazzo, Crespadoro, Dueville, Gallio, Grancona, Grisignano di Zocco, Grumolo delle Abbadesse, Longare, Lonigo, Marostica, Montecchio Maggiore, Montegalda, Montegaldella, Monticello Conte Otto, Mossano, Nanto, Nogarole, Nove, Noventa Vicentina, Pianezze, Poiana Maggiore, Pove del Grappa, Pozzoleone, Quinto Vicentino, Recoaro Terme, Romano d’Ezzelino, Rosà, Rossano Veneto, Sandrigo, San Germano dei Berici, San Nazario, San Pietro Mussolino, Schiavon, Solagna, Sossano, Sovizzo, Tezze sul Brenta, Torri di Quartesolo, Valstagna, Vicenza, Villaga, Zovencedo.
15 Privati:
Fiera di Vicenza spa, Confcommercio Vicenza, Confesercenti Vicenza, Confindustria Vicenza, CNA Vicenza, Coldiretti Vicenza, Confagricoltura Vicenza, CIA Vicenza, UNPLI comitato provinciale Vicenza, Vicenzaè soc.cons a r.l., Consorzio Regionale di promozione turistica città d’arte del Veneto, Consorzio Pedemontana Veneta e Colli, Consorzio Proloco Colli Berici-Basso vicentino, Confartigianato Vicenza, Fondazione Cuoa.

Leggi tutti gli articoli su: turismo

Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.





Commenti degli utenti

Lunedi 22 Gennaio alle 18:07 da kairos
In Bulgarini esalta gli incassi dei musei civici ma cerca il 30% di spese non coperte... Dalla gratuità della Basilica per Linea d'Ombra?

Lunedi 22 Gennaio alle 12:16 da zenocarino
In Tra bugie su BPVi, amnesie su Fondazione Roi e fonti di comodo sul "variatiano" Fabio Mantovani il GdV sarà equo col "sincero" Francesco Rucco? La risposta a Publiadige

Lunedi 22 Gennaio alle 10:39 da Redazione VicenzaPiù (admin)
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega

Domenica 21 Gennaio alle 17:40 da kairos
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega
Gli altri siti del nostro network