Quotidiano | Categorie: Fatti, Politica, Ambiente

Tav Verona-Padova, l'on. Mattia Fantinati (M5S): "la Corte dei Conti stoppa l'opera, un buon segno"

Di Note ufficiali Lunedi 18 Dicembre 2017 alle 16:15 | 1 commenti

ArticleImage

"Il deputato Vincenzo D'arienzo minimizza lo stop della Corte dei Conti relativamente all'opera Tav?" Commenta il portavoce alla Camera per il Movimento 5 Stelle, Mattia Fantinati. "Un autogol così clamoroso per il suo partito non poteva passare sotto silenzio e sta cercando di fare finta che tutto ciò sia il normale percorso per l'adempimento della tratta. Ma non sarà così. Diciamoci la verità è soltanto il governo Pd (prima Matteo Renzi e ora Paolo Gentiloni) che vuole questa opera, onerosa, basata su studi ormai obsoleti (anni '90) in un territorio, soprattutto tra Verona e Padova, già martoriato dalle alluvioni."

"La decisione della Corte dei Conti conferma quanto il Movimento ritiene da anni - prosegue la nota -, ovvero che sia incompleto, grossolano e al costo chilometrico inaccettabile. Ora il ministero dovrà completare la documentazione che, secondo la Corte, è risultata lacunosa. A quel punto sempre il Mef, il ministero dell'Economia e delle Finanze, dovrà rispedire la delibera in Corte, che avrà fino a 60 giorni di tempo per esaminare. Siamo però a scadenza di legislatura e sappiamo bene, D'Arienzo in primis, che i tempi necessari per questo non ci saranno e questo fa ben sperare per la non realizzazione della tratta interessata Tav."


Commenti

Inviato Lunedi 18 Dicembre 2017 alle 21:06

Può essere solo opera dei soliti fancazzisti tutte queste reticenze a sviluppare una città obsoleta nelle infrastrutture nella sicurezza nella mobilità, cari 5 stelle meritate proprio un bel 5 per la poca voglia di lavorare/sviluppare e fare politica a vantaggio dei vostri concittadini.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.



ViPiù Top News


Commenti degli utenti

oggi alle 18:07 da kairos
In Bulgarini esalta gli incassi dei musei civici ma cerca il 30% di spese non coperte... Dalla gratuità della Basilica per Linea d'Ombra?

oggi alle 10:39 da Redazione VicenzaPiù (admin)
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega

Domenica 21 Gennaio alle 17:40 da kairos
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega
Gli altri siti del nostro network