Quotidiano | Categorie: Fatti, Politica

Tac Tav attraversa Vicenza ma nulla si sa sul lato est, Luigi Damian per Comitato Cittadini Vicenza Est: il buon senso suggerirebbe di salvare l'esistente e non distruggere

Di Citizen Writers Giovedi 28 Dicembre 2017 alle 10:59 | 1 commenti

ArticleImage

Il sindaco Achille Variati ha fatto affossare il progetto del Fondo Immobiliare, che serviva al recupero di immobili prestigiosi, oramai fatiscenti, di proprietà del Comune, ma conquista il voto del Consiglio Comunale sul progetto preliminare dell'attraversamento TAV di Vicenza che nasce monco. Infatti si ferma giusto a metà città e Vicenza est resta completamente ignorata fatte salve le opere complementari. Il devastante progetto, che riguarda tutta la città e segnerà indelebilmente il suo scempio per anni, ha visto presenti sui banchi di Sala Bernarda solo poco più della metà dei Consiglieri e metà degli Assessori.

Presenti anche sui banchi della Giunta 5 funzionari delle Ferrovie che per tutta la durata del Consiglio non hanno proferito sillaba. Un Consiglio comunale incompetente in materia, si è espresso con pochi banali interventi volti quasi esclusivamente a ringraziare prima Tizio, poi Caio e quindi Sempronio, ed ha poi votato con 19 si a fronte di 32 Consiglieri eletti, un progetto che raderà al suolo 27 fabbricati lato ovest della città, 80 lato est, oltre a strade e infrastrutture esistenti.

Un progetto che, inoltre, creerà enormi difficoltà ai cittadini per circa 15 anni nella già precaria mobilità in cui devono districarsi tuttoggi. E tutto questo cosa produrrebbe? Innanzitutto, oltre allo scempio distruttivo descritto sopra, un doppione della linea esistente, che peraltro essendo sotto utilizzata, potrebbe già sopportare in più altri 106 treni al giorno, e la fine dell'indipendenza delle linee da e per Treviso e Schio in quanto i 4 binari sotto viale Risorgimento sarebbero utilizzati due per la linea storica e due per la nuova linea TAV (è veramente TAV a 130 km all'ora?).

La conclusione spontanea di tutto questo ragionamento sarebbe allora di far fare al progetto la fine del "Fondo Immobiliare"? Non è così e non la penso così. Da anni sono sostenitore di una mobilità ferroviaria ad alta velocità e, per fare questo, la soluzione è abbastanza semplice. Basta considerare il primo progetto delle FFSS che prevedeva per Vicenza il passaggio a sud dei Berici con la linea ad alta velocità che, provenendo da Verona, si staccava dalla linea storica poco dopo Montebello e si riavvicinava alla stessa poco prima di Grisignano di Zocco. In questi due punti si prevedeva che le linee fossero collegate tra loro per permettere ai treni AV che dovevano servire la nostra città di percorrere il tratto interessato di linea storica e fermare a Vicenza nella stazione di viale Roma (stazione salvata dal progetto De Stavola, che ne prevedeva l'eliminazione, dal lavoro sinergico e di gruppo di tutti i Comitati).

Questo passaggio esterno risolverebbe anche le problematiche segnalate dal sindaco di Torri di Quartesolo, preoccupato per la salute dei suoi cittadini in quanto è previsto un imponente ampliamento della sottostazione di alimentazione sita a Lerino, con relativi inevitabili problemi dovuti a forti aumenti delle radiazioni elettromagnetiche già oggi presenti. Anche il sindaco di Altavilla è preoccupato e, in questi giorni, ha affermato che "il progetto visto finora è fuori da ogni logica". Queste preoccupazioni dei sindaci arrivano solo ora, forse perché solo ora, dopo innumerevoli ipotesi, si sa cosa è stato approvato, ma meglio tardi che mai avere nuove ed autorevole voci che si affiancano responsabilmente alla contestazione in atto.

Luigi Damian
Comitato Cittadini Vicenza Est


Commenti

Inviato Giovedi 28 Dicembre 2017 alle 15:35

FINALMENTE UN PO' DI BUON SENSO !
MA I CONSIGLIERI COMUNALI NON SI SONO ACCORTI DEL DANNO CHE STANNO PROVOCANDO ALLA NOSTRA CITTA' ?
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.



ViPiù Top News


Commenti degli utenti

1 minuto fa da Luciano Parolin (Luciano)
In Mercoledì 24 gennaio su Rai 1 Alberto Angela presenta il patrimonio Unesco di Vicenza

Giovedi 18 Gennaio alle 18:40 da piero
In Musei civici, Jacopo Bulgarini d'Elci: "il raddoppio degli incassi in quattro anni è per me motivo di orgoglio personale"
Gli altri siti del nostro network