Quotidiano | Categorie: Politica, Fatti

Uffici tre ministeri a Monza: propaganda, ma preoccupante in paese civile e democratico

Di Redazione VicenzaPiù Domenica 24 Luglio 2011 alle 20:25 | 0 commenti

ArticleImage

Giorgio langella, PdCI, FdS Vicenza  -  Ieri sono state inaugurate a Monza le sedi distaccate di tre ministeri. Con una cerimonia tinta di verde-lega, i ministri Brambilla, Bossi, Calderoli e Tremonti (più altre "autorità" come il presidente della regione Piemonte Cota e il sindaco di Monza Mariani) hanno mostrato gli uffici allestiti nella villa reale di Monza. Una stanza per Bossi e un'altra in comproprietà (sarà utilizzata da Calderoni, Tremonti e Brambilla).

Praticamente qualcosa che non serve a niente se non alla propaganda, ma che risulta una evidente pagliacciata se si osservano le suppellettili (una statuetta di Alberto da Giussano) e la fotografia di Umberto Bossi (da giovane) appesa alla parete. Ma che c'entra la fotografia del capo leghista in un ufficio istituzionale? Niente se non un patetico esempio di culto della personalità. Una cosa comica se ci trovassimo di fronte alla rappresentazione di qualche dittatura da operetta. Una cosa preoccupante in un paese che vuol essere civile e democratico.

Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.

Commenti degli utenti

oggi alle 07:18 da kairos
In Quattro liste civiche per Alessandra Moretti: i nomi dei candidati alle regionali

oggi alle 07:17 da kairos
In Progetto Veneto Autonomo a fianco di Alessandra Moretti. C'è l'ex Lega Nord Bozza

ieri alle 22:24 da Redazione VicenzaPiù (admin)
In C'è anche Giordano Lain nella lista vicentina del M5S per Berti governatore
Le nostre note per i docenti in marchette e disinformazione dedicate rispettivamente a
commentariogiornale: chi parla di marchette deve esserne evidentemente un esperto "attore" anche se dobbiamo ringraziarlo per definire "grande visibilità" elencare tutti i candidati e ricordare che Lain è uno dei fondatori del M5S. Caro commentariogiornale è sicuro che la nostra linea sia pro M5S e che soprattutto chi l'ha mai detto che siamo imparziali? Siamo indipendenti, il che è un'altra cosa. Chiaro commentArio...?!

Giordano: aggiungo una marchetta: bravo, lei, che è abituato a evitare l'anonimato

Martufello: sa usare bene la "ricerca tag" oltre che l'esperienza in marchette. Prima citazione il 1° novembre, seconda 6 mesi dopo... Ci sono altri fondatori di M5S certo, noi conosciamo lui per la frequenza degli interventi, che a volte condividiamo altre no

simone.contro: il marchettaro (alias docente in marchette) commentariogiornale oggi ha accresciuto la sua conoscenza non solo della marchettologia ma anche, grazie a lei, della differenza tra i termini "diffida" e "epurazione"... Ci piacerebbe, al di là della esplicitazione di Giordano (ma va là non può essere l'equilibratissimo Mauri... a meno che non abbia bevuto troppo), sapere chi è cotanto uomo così coraggioso e trasparente da nascondere le proprie generalità e, soprattutto, le proprie intolleranze (tranne quelle agli alcolici) dietro a uno pseudonimo, corretto per la parte finale (giornale), inappropriata con evidenza per la parte iniziale: per commentare bisogna saperlo fare
Il direttore
Gli altri siti del nostro network