Quotidiano | Categorie: Fatti

Sciopero lavoratori Azienda SVt, manifestazione il 25 maggio

Di Redazione VicenzaPiù Giovedi 18 Maggio alle 11:16 | 0 commenti

ArticleImage

Le Segreterie Provinciali FILT CGIL, FIT CISL e UILTRASPORTI di Vicenza, unitariamente alle Segreterie di FAISA CISAL e USB Lavoro Privato, dichiarano il primo sciopero unitario in SVt srl. In data 24 marzo 2017 presso la Prefettura di Vicenza si è svolto il tentativo di conciliazione e raffreddamento per lo "stato di agitazione sindacale", sospeso poi in attesa dell'approvazione del Piano Industriale SVt srl. Il Piano Industriale approvato si limita, però, a prevedere investimenti SOLO per l'acquisto di n. 90 nuovi autobus, che saranno di fatto pagati dai lavoratori, attraverso la riduzione del costo del lavoro, operata con la messa in atto di azioni volte ad esternalizzare il servizio di linea, mediante sub affidamenti con offerta al ribasso, e blocco del turn-over.

Le scriventi OO.SS. prendono atto che nel recente periodo da parte aziendale sono spesso messi in atto tentativi di interpretazione unilaterale delle norme contrattuali, con il fine ultimo di cancellare tutto il precedente periodo di relazioni sindacali che aveva portato le aziende confluite in SVt (AIM Mobilità ed FTV) ad avere per ben 25 anni bilanci in pareggio (unica realtà nel Veneto!). Per questi motivi, hanno dichiarato uno sciopero unitario per giovedì 25 maggio 2017 dalle ore 08.30 alle ore 12.00 con manifestazione che partirà alle ore 9.00 dalla Stazione SVt srl per raggiungere la sede dell'Ente Proprietario Provincia di Vicenza in Contrà Gazzolle, contro le scelte unilaterali compiute dalla Direzione SVt srl, ultima delle quali comunicata alle scriventi Segreterie in data 04 maggio 2017 della "..assunzione di autonome valutazioni sull'assetto del Personale regolato da contratto di lavoro a
tempo determinato..." (i Lavoratori a tempo determinato non sono merce di scambio); il regime di organizzazione del Lavoro disagiato, differenziato e discriminatorio per i sopracitati contratti a termine, senza riconoscimento di parte della retribuzione di secondo livello, disposta unilateralmente dall'Azienda; il mancato rispetto delle molteplici promesse fatte alla RSU SVt srl in materia di sicurezza, anche in conseguenza delle frequenti aggressioni subite dal personale viaggiante e di controllo durante lo svolgimento del proprio lavoro; il massiccio utilizzo del Sub Affidamento del Servizio di linea con risvolti preoccupanti, soprattutto nell'ultimo periodo, anche per l'eccessivo ribasso delle offerte economiche presentate nelle recenti gare, idonee a far sorgere il dubbio che a pagare le differenze al ribasso siano i Lavoratori addetti, mediante applicazione di CCNL diversi da quello di settore.

Leggi tutti gli articoli su: cgil, FILT, Fit Cisl, UilTrasporti, Usb, Svt, Faisa Cisal
Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.

ViPiù Top News
Commenti degli utenti

oggi alle 18:04 da kairos
In Edilizia residenziale pubblica, Isabella Sala: avviso per l'acquisto di alloggi da parte del Comune di Vicenza

oggi alle 14:58 da jobtwodott
In Polizze anti catastrofi, Luca Zaia: sono la soluzione

Lunedi 14 Agosto alle 20:25 da kairos
In Canone tv, stavolta Renzi ci ha preso: nel 2016 emersi oltre 5,6 milioni di "evasori", in Veneto quasi 700 mila con saldo a +38,1%
Gli altri siti del nostro network