Lettori in diretta | Quotidiano | Categorie: Politica

Rucco: Confindustria lascia la Fondazione Teatro Comunale?

Di Citizen Writers Martedi 24 Marzo 2015 alle 16:41 | 0 commenti

ArticleImage

Francesco Rucco, consigliere comunale Idea Vicenza

Come è noto, Confidustria Vicenza, meglio nota come l’Associazione Industriali di Vicenza, è socio fondatore della Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza, voluta dall’ex sindaco Hullweck, che riuscì a coinvolgere nel progetto enti come il Comune di Vicenza, la Regione Veneto, la Banca Popolare di Vicenza e l’Associazione per gli industriali della Provincia di Vicenza.

Grazie alla spinta di questi soci fondatori ed al sostegno, non solo economico, di soci aderenti e sostenitori, il Teatro Comunale è diventato punto di riferimento per la vita culturale della Provincia di Vicenza.

La stessa Fondazione in questi anni ha chiuso i propri bilanci in attivo rappresentando agli occhi degli stessi soci un ente virtuoso rispetto ad altre realtà che –invece- non rispettano i principi della contabilità pubblica e privata, con gravi perdite in termini finanziari.

Dopo le recenti polemiche apparse sui mass media in cui l’Assessore alla Crescita ( e Cultura) Bulgarini D’Elci, dal palco dello stesso teatro comunale, criticava la Regione Veneto per un possibile taglio consistente ai contributi in danno alla medesima Fondazione, circola in queste ore la notizia che l’Associazione per gli Industriali di Vicenza avrebbe deciso di lasciare la Fondazione Teatro Comunale Città di Vicenza.

Sia chiaro, riteniamo tale scelta legittima, soprattutto da parte di una Istituzione Privata che opera in altri settori strategici dell’economia.

Certo è che, dopo il rischio tagli da parte della Regione Veneto, appare evidente la debolezza di un Assessorato alla Crescita (o Decrescita come dimostrano i fatti in concreto) che rischia di perdere un partner importante nella gestione della Fondazione Teatro con probabili ripercussioni sulla gestione della stessa e del suo programma culturale, divenuto negli anni passati un fiore all’occhiello per la nostra Provincia.

Ciò premesso, formulo al Sindaco ed alla Giunta Comunale le seguenti domande:

Corrisponde al vero il recesso di Confindustria Vicenza dalla Fondazione Teatro Città di Vicenza?

Come pensa di sopperire a tale perdita l’Assessore alla Crescita Bulgarini d’Elci?

Assisteremo nei prossimi giorni ad un nuovo comizio elettorale dal palco del Teatro Comunale ?


Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.



ViPiù Top News


Commenti degli utenti

ieri alle 18:07 da kairos
In Bulgarini esalta gli incassi dei musei civici ma cerca il 30% di spese non coperte... Dalla gratuità della Basilica per Linea d'Ombra?

ieri alle 10:39 da Redazione VicenzaPiù (admin)
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega

Domenica 21 Gennaio alle 17:40 da kairos
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega
Gli altri siti del nostro network