Quotidiano | Rassegna stampa | VicenzaPiùComunica |

Rassegna stampa: la cronaca

Di Redazione VicenzaPiù Martedi 15 Maggio 2012 alle 13:22 | 2 commenti

ArticleImage

Alcune notizie tratte dalle edizioni odierne di GDV, Corriere del Veneto e Gazzettino
- Jesus Maria Paredes Gil querelato per stalking dalla mamma dell'assassinata Dilia. La mamma di Dilia, la ballerina dominicana uccisa a borgo Casale dal connazionale, ha querelato l´ex fidanzato della figlia che dalla scorsa estate avrebbe reso la vota impossibile alla figlia e a lei stessa.

 

- Un maxi-schermo per la pubblicità a viale San Lazzaro. Sul cartellone da tre metri per quattro con luci e immagini variabili come nelle città metropolitane, installato da un mese in viale San Lazzaro, vicino all'incrocio in via Bellini, scorrono spot che durano in media dai 90 ai 100 secondi mentre nel "banner" inferiore il Comune inserisce le proprie informazioni.

 

- Tormentata anche al ristorante denuncia lo stalker. Samiir Bisaro, 30 anni, residente a Malo, è accusato davanti al giudice di stalking, ingiurie e molestie ai danni di Nicoletta, una vicentina di 22 anni, che si è costituita parte civile e che sarebbe stata tempestata, oltre alle avance dirette, anche di telefonate e messaggini.

Truffa la banca con una falsa identità. Presentatasi con nome e documenti falsi per aprire un conto corrente e truffare la banca, Simona Icardi, 39 anni, di Torino, nei giorni prossimi dovrà comparire in tribunale davanti al giudice accusata di falso e di truffa; avrebbe versato 2.000 euro per poi prelevarne 7.500 col Bancomat prima di sparire.


- Danneggia quattro auto in via Alfieri e fugge. In pochi secondi provoca decine di migliaia di euro di danni rovinando quattro auto e poi fuggendo con la sua, danneggiata ma ancora funzionante dopo gli scontri. Alle 3 di notte un´Audi nera arrivata a gran velocità ha preso di striscio una Ford Fiesta e, poi, ha centrato altre tre auto parcheggiate: una Bmw 318, una Twingo e una Bmw serie 1. Alcuni testimoni hanno visto tutto e le loro dichiarazioni potrebbero aiutare la polizia stradale a incastrare il "furbetto".

Leggi tutti gli articoli su: Cronaca, rassegna stampa, 15 maggio 2012
Commenti

Rhyan
Inviato Sabato 6 Ottobre 2012 alle 03:57

enzo pellegrino svrcie:Condivido l'idea di Callipo: la Calabria si puf2 ancora salvare solo e se i Calabresi decideranno di farlo. Il pesante fardello che portiamo non e8 solo rappresentato dalla ndrangheta, con la coppola o con il colletto bianco, ma anche e, forse soprattutto, dalla rassegnazione di intere generazione che al cambiameno non hanno creduto perche8 non erano probabilmente disposte a pagare il prezzo che esso comporta.Mi si accapona la pelle ogni volta che sento un genitore che consiglia al figlio di prendersi un pezzo di carta e di fuggire il pif9 lontano possibile. Che lezione di vita e8 mai questa?Chi ha scelto di restare in Calabria, e nel Sud in generale, per amore di questa terra e delle persone per bene che in essa ancora riesedono, non puf2 pif9 esimersi dal dare il proprio contributo, piccolo o graade che sia.Non possiamo pif9 continuare a credere che e8 tutto colpa e/o compito Stato, come se lo Stato fosse un'entite0 aliena o una divinite0; lo Stato siamo noi e, parafrasando De Gregori, nessuno si senta offeso, nessuno si senta escluso!Se continuiamo a sostenere una classe politica che ha fatto di quest'ultima la propria ragione di sostentamento, rifiutando persino di aprirsi enche alle pif9 elementari forme di critica democratica non potremo pif9 accampare alcun alibi: saremo algi ochhi dei nostri figli dei complici della bancarotta verso la quale ci siamo incamminati; e come in tutte le bancarotte che si rispettino il prezzo non sare0 pagato dagli artefici della stessa, ma dai piccoli azionisti , dalla gente comune alla quale noi persone perbene apparteniamo.Per tutti questi motivi affiderf2, pur essendo un iscritto del PD, il mio voto e le mie speranze di cambiamento a Pippo Callipo; impegnadomi a chiedergli conto, dal giorno successivo alla sua elezione, dell'uso che ne sta facendo. Perche8 il voto non deve mai essere una delga in bianco.In bocca al lupo Pippo!
ehevvsvhq
Inviato Lunedi 8 Ottobre 2012 alle 21:18

Il1Njf , [url=http://todwemchajzk.com/]todwemchajzk[/url], [link=http://amqeejawxtfx.com/]amqeejawxtfx[/link], http://iuvmelqweupn.com/
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.

Commenti degli utenti

12 minuti fa da pachiara9
In Referendum, il Sì ha perso perchè Matteo Renzi si è montato la testa? Lui forse sì, ma a Vicenza Anahid Balian di sicuro pensa di essere già una "superstar"
Ci sarebbe da piangere, ma invece ridiamo di cuore, cara o caro Carolina/o, di fronte a tanta conclamata ignoranza esibita così senza pudore nè vergogna. Bastava andare a fare qualche ricerca minima per sapere che Carolina Invernizio è una delle più note scrittrici italiane di un certo genere letterario. Già questo dice tutto e cassa ogni discorso suo che voglia dire qualcosa di politica: per farla seriamente (la politica) e non come le varie pippicalzelunghe del pd, ma anche di altri partiti, bisognerebbe almeno conoscere un pò d'Italia, della sua cultura e della sua storia. Senza conoscere la propria storia fare politica è un atto criminale. Ciò posto, io volevo solo ironizzare con lievità sul suo intervento censorio, accreditandola di una qualche sapienza letteraria. Così non è, e quindi, come dicevo, studi, lavori, si prodighi e vedrà che non offenderà più quelli come me che amano la verità delle cose. Proprio come dice il signor Pietrobelli: ma Le pare che una sia agressiva perchè dice le cose come stanno? O è più aggressiva Lei che vuol vendere le cose come piace al pensiero unico, senza conoscere passato e presente?
Senza rancore. La prego di non rispondermi più. E' inutile.
Quanto ad admin, una redazione che sa dare "dell'accusatrice con paraocchi" ad una lettrice che argomenta con precisione è messa male.Potrei anche dimostrarlo punto per punto, ma non ne vale la pena. Basti solo dire che scrivere un articolo intero per poi spiegare cosa si è scritto è come preparare un piatto poco appetitoso e poi spiegare ai malcapitati invitati come è fatto.
Anche qui senza rancore, ne aggressività. Tranquillamente, alla veltroni.

oggi alle 17:07 da Kaiser
In Referendum, Germano Raniero: respinto attacco golpista del sì, ora no sociale alle meline

oggi alle 17:01 da Kaiser
In Referendum, l'analisi di “Vicenza per il No": grande scarto tra sì e no nel vicentino
Gli altri siti del nostro network