Quotidiano | Rassegna stampa | VicenzaPiùComunica |

Rassegna stampa: la cronaca

Di Redazione VicenzaPiù Martedi 15 Maggio 2012 alle 13:22 | 2 commenti

ArticleImage

Alcune notizie tratte dalle edizioni odierne di GDV, Corriere del Veneto e Gazzettino
- Jesus Maria Paredes Gil querelato per stalking dalla mamma dell'assassinata Dilia. La mamma di Dilia, la ballerina dominicana uccisa a borgo Casale dal connazionale, ha querelato l´ex fidanzato della figlia che dalla scorsa estate avrebbe reso la vota impossibile alla figlia e a lei stessa.

 

- Un maxi-schermo per la pubblicità a viale San Lazzaro. Sul cartellone da tre metri per quattro con luci e immagini variabili come nelle città metropolitane, installato da un mese in viale San Lazzaro, vicino all'incrocio in via Bellini, scorrono spot che durano in media dai 90 ai 100 secondi mentre nel "banner" inferiore il Comune inserisce le proprie informazioni.

 

- Tormentata anche al ristorante denuncia lo stalker. Samiir Bisaro, 30 anni, residente a Malo, è accusato davanti al giudice di stalking, ingiurie e molestie ai danni di Nicoletta, una vicentina di 22 anni, che si è costituita parte civile e che sarebbe stata tempestata, oltre alle avance dirette, anche di telefonate e messaggini.

Truffa la banca con una falsa identità. Presentatasi con nome e documenti falsi per aprire un conto corrente e truffare la banca, Simona Icardi, 39 anni, di Torino, nei giorni prossimi dovrà comparire in tribunale davanti al giudice accusata di falso e di truffa; avrebbe versato 2.000 euro per poi prelevarne 7.500 col Bancomat prima di sparire.


- Danneggia quattro auto in via Alfieri e fugge. In pochi secondi provoca decine di migliaia di euro di danni rovinando quattro auto e poi fuggendo con la sua, danneggiata ma ancora funzionante dopo gli scontri. Alle 3 di notte un´Audi nera arrivata a gran velocità ha preso di striscio una Ford Fiesta e, poi, ha centrato altre tre auto parcheggiate: una Bmw 318, una Twingo e una Bmw serie 1. Alcuni testimoni hanno visto tutto e le loro dichiarazioni potrebbero aiutare la polizia stradale a incastrare il "furbetto".

Leggi tutti gli articoli su: Cronaca, rassegna stampa, 15 maggio 2012

Commenti

Rhyan
Inviato Sabato 6 Ottobre 2012 alle 03:57

enzo pellegrino svrcie:Condivido l'idea di Callipo: la Calabria si puf2 ancora salvare solo e se i Calabresi decideranno di farlo. Il pesante fardello che portiamo non e8 solo rappresentato dalla ndrangheta, con la coppola o con il colletto bianco, ma anche e, forse soprattutto, dalla rassegnazione di intere generazione che al cambiameno non hanno creduto perche8 non erano probabilmente disposte a pagare il prezzo che esso comporta.Mi si accapona la pelle ogni volta che sento un genitore che consiglia al figlio di prendersi un pezzo di carta e di fuggire il pif9 lontano possibile. Che lezione di vita e8 mai questa?Chi ha scelto di restare in Calabria, e nel Sud in generale, per amore di questa terra e delle persone per bene che in essa ancora riesedono, non puf2 pif9 esimersi dal dare il proprio contributo, piccolo o graade che sia.Non possiamo pif9 continuare a credere che e8 tutto colpa e/o compito Stato, come se lo Stato fosse un'entite0 aliena o una divinite0; lo Stato siamo noi e, parafrasando De Gregori, nessuno si senta offeso, nessuno si senta escluso!Se continuiamo a sostenere una classe politica che ha fatto di quest'ultima la propria ragione di sostentamento, rifiutando persino di aprirsi enche alle pif9 elementari forme di critica democratica non potremo pif9 accampare alcun alibi: saremo algi ochhi dei nostri figli dei complici della bancarotta verso la quale ci siamo incamminati; e come in tutte le bancarotte che si rispettino il prezzo non sare0 pagato dagli artefici della stessa, ma dai piccoli azionisti , dalla gente comune alla quale noi persone perbene apparteniamo.Per tutti questi motivi affiderf2, pur essendo un iscritto del PD, il mio voto e le mie speranze di cambiamento a Pippo Callipo; impegnadomi a chiedergli conto, dal giorno successivo alla sua elezione, dell'uso che ne sta facendo. Perche8 il voto non deve mai essere una delga in bianco.In bocca al lupo Pippo!
ehevvsvhq
Inviato Lunedi 8 Ottobre 2012 alle 21:18

Il1Njf , [url=http://todwemchajzk.com/]todwemchajzk[/url], [link=http://amqeejawxtfx.com/]amqeejawxtfx[/link], http://iuvmelqweupn.com/
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.



ViPiù Top News


Commenti degli utenti

Giovedi 14 Dicembre alle 20:41 da Barbara77
In Gianni Zonin fa così tanta scena muta in commissione d'inchiesta sulle banche che Casini prova a fare il suo ventriloquo

Giovedi 14 Dicembre alle 14:25 da Lucia
In La lettera di una socia di Veneto Banca per accelerare il "ristoro" ai risparmiatori truffati dalle banche venete
Leggendo la lettera di Flavia mi è venuto tornato alla mente l'articolo 47 della Costituzione, nel passaggio dove recita:

"La Repubblica incoraggia e tutela il risparmio in tutte le sue forme...".

Purtroppo, come molte altre volte succede in questo Bel Paese mal gestito, avviene il contrario.
La vicenda delle banche venete è purtroppo nota e non stanno nemmeno più in piedi gli alibi che vogliono colpevolizzare i soci ("se la sono cercata loro perché sapevano che era rischioso ... volevano fare gli squali e adesso piangono miseria ...") perché è stato dimostrato che non è così; il prezzo delle azioni è stato taroccato ed è una truffa bella e buona che le banche hanno fatto ai loro sottoscrittori.
Raggirati da funzionari bancari senza coscienza pilotati a loro volta dai direttori senza scrupoli, che sapevano benissimo di vendere azioni fuffa ... ma l'importante è vendere e far carriera (no?).
E via col valzer delle scuse del tipo "siamo una banca solida ... non abbiamo problemi etc".
Mentre si tentava di coprire la voragine bancaria con un fazzolettino di carta, Consob e Banca d'Italia si giravano dall'altra parte per non vedere.
Il finale vede trionfare le banche che hanno fatto lo "sforzo" di avere solo la parte sana.
Come se non bastasse, i funzionari "lupi" delle due banche si sono travestiti da "agnelloni" di Intesa San Paolo, e probabilmente continueranno a perdere il pelo ma non il vizio.
Tutto apposto dunque. No?
Direi che alla luce di questo non faccio fatica a credere alla lettrice quando dice "credere nella Giustizia è diventato molto, molto difficile, quasi impossibile". E' e rimane impossibile, cara Flavia.
Molto probabilmente in un altro Paese più civile la cosa avrebbe preso una piega diversa, a favore dei risparmiatori (penso ad es. alle class action, che da noi sono solo di facciata).

Credo purtroppo, cara Flavia, che la lettera inviata ai politici cada nel nulla.
Per il semplice motivo che se qualcuno avesse voluto davvero fare qualcosa PRIMA, l'avrebbe fatto.
Ora è troppo tardi. Ed è persino patetico che i politici si proclamino adesso paladini dei risparmiatori, a babbo morto.

Mi spiace infonderle amarezza Flavia, ma mi dica forse se non ne ho motivo.

Con augurio di poter essere smentito.

Lunedi 11 Dicembre alle 22:37 da Kaiser
In A Vicenza arriva la mostra itinerante "Paolo Rossi - Great Italian Emotions e l'Italia dell'82" dal 16 dicembre

Lunedi 11 Dicembre alle 17:13 da Kaiser
In Migrazione dei clienti ex BPVi e Veneto Banca in Intesa Sanpaolo procede regolarmente per 1,5 milioni di conti correnti. Completata la chiusura di 118 filiali
Gli altri siti del nostro network