Quotidiano | Categorie: Fatti

Profughi a Vicenza, c'è chi tende loro una mano

Di Monica Zoppelletto Giovedi 18 Maggio alle 17:12 | 0 commenti

L'accoglienza dei richiedenti asilo a Vicenza sta diventando un problema, soprattutto per chi vive e lavora in via Medici dove c'è l'Hotel Adele. C'è però chi aiuta le persone che arrivano qui dopo essere fuggite dal proprio paese come il Centro Astalli col loro presidente Giovanni Tagliaro che spiega: "Cerchiamo di inserirli nel contesto sociale e di renderli autosufficienti". Sempre Tagliaro dice: "La convivenza è difficile ma chi sarebbe contento di stare, ad esempio a Tonezza". Viene da chiedersi: ma se una persona scappa dalla guerra o da una situazione di forte disagio non dovrebbe essere contenta di avere un tetto sopra la testa e un pasto (anche di più) ogni giorno? Bisogna quindi capire a chi spetta davvero lo stato di rifugiato e chi invece dovrebbe essere rimandato al proprio paese.

Leggi tutti gli articoli su: Centro Astalli, hotel Adele, Giovanni Tagliaro
Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.

ViPiù Top News
Commenti degli utenti

oggi alle 07:56 da kairos
In BPVi e Veneto Banca, Mara Bizzotto: "piano diabolico UE - Governo RenziLoni per salvare MPS e far fallire le 2 banche venete!"

ieri alle 19:45 da PaolaFarina
In Sciopero della fame dei detenuti politici palestinesi nelle carceri israeliane: ma Marwan Barghouti mangia?
Gli altri siti del nostro network