Lettori in diretta | Quotidiano |

Palestina, Luciano Parolin: Rolando vuol forse impedire le visite in Terrasanta?

Di Citizen Writers Sabato 21 Gennaio alle 15:23 | 4 commenti

ArticleImage

Riceviamo da Luciano Parolin e pubblichiamo

Da tempo nel PD è iniziata la Campagna elettorale. Alcuni come Rolando, in una Assemblea Pubblica a Palazzo Trissino, trattiene Volontari e cooperanti sul tema di un Percorso di Pace...con lo slogan Boicottiamo Israele. Probabilmente non sanno cosa dicono e nemmeno cosa fanno. Nessun approfondimento storico, nessuna conoscenza della geografia attuale del Medio Oriente. Da 100 anni non esiste Pace in Palestina, Siria, Turchia, Giordania...e Israele che viene dopo la fine della IIa Guerra Mondiale. In quelle zone, hanno sempre dominato (sul serio)  Inglesi e Francesi che, senza colpo ferire hanno manomesso di continuo Nazionalità, Confini, Ribaltoni politici a seconda della convenienza loro.

Vedi Cipro, sempre divisa in due Stati  Greco-Cipriota e Turco-Cipriota Europa consenziente. Una storia infinità, altro che  boicottaggio del commercio Israeliano, Rolando vuol forse impedire le visite in Terrasanta? Lo dica, ma prima studi  la geografia storica di un passato piuttosto recente.

Leggi tutti gli articoli su: Israele, Giovanni Rolando, Luciano Parolin

Commenti

Inviato Domenica 22 Gennaio alle 09:00

Non si addice ai capelli bianchi portare l'elmo, diceva Erasmo da Rotterdam ne Il lamento della pace, ovvero il parlare ed agire (guerreggiare) "contro" qualcuno, è preferibile che parlino di pace e cercando di unire i contendenti un una dimensione di vera convivenza, ma si sa che i kompagni preferiscono sempre e comunque la lotta... l'essere contro, ma a che prezzo? Ci si ricvorfdi dei 100 milioni di morti per mano dei Kompagni. che non sono mai stati veri fautori della pace...se non quella delle tombe!
Inviato Domenica 22 Gennaio alle 12:39

Il Kompagno Rolando non vuole di certo impedire i viaggi in Israele, perché altrimenti che ci stanno a fare le agenzie viaggio legate, in qualche modo al Vaticano, quelli dell'Opus Dei e tutti gli altri che da decenni campano con, per, su Israele? Imbarcano una quantità enorme di pellegrini verso il Ben Gurion di Tel Aviv e non verso la Palestina, tanto che le tariffe aeree applicate loro sono più convenienti di quelle applicate a me-noi.
Inviato Domenica 22 Gennaio alle 16:35

Forse seguaci della "setta" di pachiara o suoi stupidi alias non avere capito che qui non c'è posto per i vostri fanatismi? A prossimo episodio veramente ci rivolgiamo alla Polizia postate con i vostri dati e IP che abbiamo, per legge. E poi, se ce l'ha con Paola Farina, almeno doveva risponderle nell'ambito del suo scritto non in quello di un altro lettore! Siete proprio meschini
Inviato Domenica 22 Gennaio alle 16:45

Veramente io mi attengo ai dati, prima di scrivere qualsiasi cosa, dopo aver in passato sbagliato, cerco le fonti e questo Coviello lo sa. Se ha dati diversi dai miei, mi contesti, è legittimo. Quanto al fatto che faccio divertire...mi fa piacere...ma lei non si divertirà mai con me, quanto si divertono le persone che mi vogliono bene e quanto si sono divertiti, anche quelli che prima mi hanno amato e poi liquidato o che io ho liquidato. Questa è la vita!
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.



ViPiù Top News


Commenti degli utenti

Giovedi 14 Dicembre alle 20:41 da Barbara77
In Gianni Zonin fa così tanta scena muta in commissione d'inchiesta sulle banche che Casini prova a fare il suo ventriloquo

Giovedi 14 Dicembre alle 14:25 da Lucia
In La lettera di una socia di Veneto Banca per accelerare il "ristoro" ai risparmiatori truffati dalle banche venete
Leggendo la lettera di Flavia mi è venuto tornato alla mente l'articolo 47 della Costituzione, nel passaggio dove recita:

"La Repubblica incoraggia e tutela il risparmio in tutte le sue forme...".

Purtroppo, come molte altre volte succede in questo Bel Paese mal gestito, avviene il contrario.
La vicenda delle banche venete è purtroppo nota e non stanno nemmeno più in piedi gli alibi che vogliono colpevolizzare i soci ("se la sono cercata loro perché sapevano che era rischioso ... volevano fare gli squali e adesso piangono miseria ...") perché è stato dimostrato che non è così; il prezzo delle azioni è stato taroccato ed è una truffa bella e buona che le banche hanno fatto ai loro sottoscrittori.
Raggirati da funzionari bancari senza coscienza pilotati a loro volta dai direttori senza scrupoli, che sapevano benissimo di vendere azioni fuffa ... ma l'importante è vendere e far carriera (no?).
E via col valzer delle scuse del tipo "siamo una banca solida ... non abbiamo problemi etc".
Mentre si tentava di coprire la voragine bancaria con un fazzolettino di carta, Consob e Banca d'Italia si giravano dall'altra parte per non vedere.
Il finale vede trionfare le banche che hanno fatto lo "sforzo" di avere solo la parte sana.
Come se non bastasse, i funzionari "lupi" delle due banche si sono travestiti da "agnelloni" di Intesa San Paolo, e probabilmente continueranno a perdere il pelo ma non il vizio.
Tutto apposto dunque. No?
Direi che alla luce di questo non faccio fatica a credere alla lettrice quando dice "credere nella Giustizia è diventato molto, molto difficile, quasi impossibile". E' e rimane impossibile, cara Flavia.
Molto probabilmente in un altro Paese più civile la cosa avrebbe preso una piega diversa, a favore dei risparmiatori (penso ad es. alle class action, che da noi sono solo di facciata).

Credo purtroppo, cara Flavia, che la lettera inviata ai politici cada nel nulla.
Per il semplice motivo che se qualcuno avesse voluto davvero fare qualcosa PRIMA, l'avrebbe fatto.
Ora è troppo tardi. Ed è persino patetico che i politici si proclamino adesso paladini dei risparmiatori, a babbo morto.

Mi spiace infonderle amarezza Flavia, ma mi dica forse se non ne ho motivo.

Con augurio di poter essere smentito.

Lunedi 11 Dicembre alle 22:37 da Kaiser
In A Vicenza arriva la mostra itinerante "Paolo Rossi - Great Italian Emotions e l'Italia dell'82" dal 16 dicembre

Lunedi 11 Dicembre alle 17:13 da Kaiser
In Migrazione dei clienti ex BPVi e Veneto Banca in Intesa Sanpaolo procede regolarmente per 1,5 milioni di conti correnti. Completata la chiusura di 118 filiali
Gli altri siti del nostro network