Quotidiano | Categorie: Musei, Fatti

Palazzo Chiericati, Jacopo Bulgarini d'Elci: "una storia di successo e una scommessa vinta"

Di Piero Casentini Venerdi 16 Dicembre 2016 alle 15:19 | 0 commenti

ArticleImage

Dall'apertura dell'Ala Novecentesca di Palazzo Chiericati, avvenuta il 7 ottobre scorso, il palazzo palladiano che si affaccia su piazza Matteotti ha registrato un aumento di visitatori del 323,31% rispetto allo stesso periodo di tempo, poco meno di due mesi e mezzo, dell'anno scorso. Il vicesindaco di Vicenza Jacopo Bulgarini d'Elci, durante la conferenza stampa indetta stamane 16 dicembre nel salone d'onore di Palazzo Chiericati, ha parlato di "incremento spettacolare, che sfiora il raddoppio considerando tutti i musei civici". Sommando gli accesi a tutto il polo museale cittadino, senza contare le mostre temporanee, l'aumento di visitatori calcolato è dell'80% per i mesi di ottobre e novembre, mentre il dato parziale di dicembre si aggira sul 43% in più rispetto al 2015.

Bulgarini ha espresso viva soddisfazione dichiarando che "questo risultato conferma una tendenza positiva già registrata nel triennio 2013-2015 e premia un lavoro di comunicazione e di promozione significativo, rappresentato anche da articoli apparsi non solo sulla stampa locale, ma anche su quella nazionale". Bulgarini ha offerto alcuni dati circa la provenienza geografica dei visitatori, dicendo che "è cresciuto il pubblico del territorio Vicentino e Veneto, che si rivela il primo bacino d'utenza". Una scommessa vinta, secondo il vicesindaco: "ci eravamo prefissi di rilanciare il museo civico come museo di territorio, senza modificare le collezioni, ma sprovincializzando gli allestimenti. Così facendo abbiamo raccontato come Vicenza, non solo dal punto di vista dell'architettura, ma anche della pittura, abbia avuto un ruolo da protagonista". L'assessorato alla crescita, guidato da Bulgarini, ha predisposto una nuova iniziativa che può essere una stimolante idea regalo per Natale e non solo: consiste in tre tipologie di voucher, acquistabili presso l'ufficio Iat di piazza Matteotti, che potranno essere convertiti in biglietti dal beneficiario entro un anno. Sì va dal biglietto unico da 15 euro, valido sette giorni e che apre le porte a otto siti museali (Teatro Olimpico, Palazzo Chiericati, Museo del Risorgimento e della Resistenza, Museo Naturalistico e Archeologico, Chiesa di Santa Corona, e i tre musei privati di Palazzo Leoni Montanari, Palladio Museum e Museo diocesano), al biglietto unico family da 18 euro, identico al precedente ma valido per due adulti e fino a quattro figli minorenni, passando per il biglietto residenti da 7 euro, valido 30 giorni per l'accesso ai cinque musei pubblici.
Ulteriori informazioni da Comune di Vicenza
Palazzo Chiericati, con l'apertura dell'Ala Novecentesca (il 7 ottobre 2016), ha registrato un sensibile aumento degli ingressi: da ottobre al 15 dicembre 2016 ha registrato un aumento di visitatori rispetto allo stesso periodo del 2015 corrispondente a + 323,31%. Andando nel dettaglio, nell'ottobre 2016 le presenze risultano cresciute di 4 volte rispetto allo stesso mese del 2015, in novembre 2016 l'aumento è cinque volte superiore se confrontato con il 2015. Anche dicembre conferma il trend in crescita, con gli ingressi superiori già di 3-4 volte rispetto al 2015. A crescere sono stati soprattutto i visitatori italiani, provenienti principalmente dal Veneto e in generale dal nord Italia, a testimonianza dell'efficacia dell'importante campagna di comunicazione dedicata esclusivamente all'apertura dell'Ala Novecentesca, primo esempio di promozione ad ampio spettro dedicata al settore museale cittadino. Anche il Teatro Olimpico ha beneficiato del notevole afflusso di visitatori con dati in forte aumento.In generale la crescita complessiva di visitatori nei musei, tra ottobre e dicembre, risulta straordinaria, con un aumento pari a +80% a ottobre e novembre, mentre per il mese di dicembre (fino al 15) l'aumento è pari al 43,48%. Un forte aumento risulta a partire da ottobre quando i visitatori sono stati 9.786 (+ 300,74% rispetto al 2015 con 2.422), in novembre 6.483 (+414,52% rispetto al 2015 con 1.260) e in dicembre 2.637 (+ 255.87% rispetto al 2015 con 741; i dati di dicembre qui considerati escludono gli ingressi alle mostre temporanee, nel 2015 Illustri, nel 2016 Grande Guerra).Come ben si può vedere dai dati, l'aumento si riscontra anche per il Teatro Olimpico con 11.397 visitatori in settembre 2016 (+ 22,08% rispetto al 2015 che ha registrato 9.336 visitatori), 13.273 in ottobre 2016 (+ 65,66% rispetto al 2015 che ha registrato 8.012 visitatori), 6.987 in novembre 2016 (+ 50,61% rispetto al 2015 che ha registrato 4.639 visitatori) e 2.958 fino al 15 dicembre 2016 (+ 4,38% rispetto al 2015 che ha registrato 2.834 visitatori). Già a settembre le presenze erano in crescita, ma l'aumento risulta più netto a partire dalla riapertura dell'Ala Novecentesca che ha fatto da traino al Teatro Olimpico, cosa singolare visto che quest'ultimo da sempre è l'attrattore principale. Complessivamente l'aumento di visitatori nei Musei civici cittadini dopo la riapertura di palazzo Chiericati quindi da ottobre al 15 dicembre risulta pari +71,12%. “Un museo civico deve innanzitutto farsi riscoprire e frequentare dal territorio: questa è la tesi che abbiamo da sempre sostenuto e proprio questo sta avvenendo negli ultimi mesi del 2016 – ha spiegato il vicesindaco e assessore alla crescita Jacopo Bulgarini d'Elci -. I vicentini stanno riscoprendo o anche scoprendo un museo che è completamente nuovo e diverso: perché racconta lo straordinario contributo del territorio vicentino all'arte pittorica, oltre a quello ben noto all'architettura, e lo fa in modo moderno e accattivante, con un allestimento innovativo ed emozionante. Allo stesso tempo il nuovo museo parla ai visitatori da fuori provincia e regione, così come a quelli stranieri, valorizzando finalmente collezioni che in passato rischiavano di essere trascurate. Il grande successo di numeri, le tante pagine uscite su giornali, riviste, pubblicazioni di settore, l'entusiasmo che viene trasmesso da chi esce da Palazzo Chiericati, tutto questo ci fa dire che si tratta di una scommessa vinta. E ci spinge a proseguire sulla strada della valorizzazione del patrimonio storico della nostra città, che anno dopo anno vede aumentare turisti e appassionati”. “E visto che tanto successo stanno riscuotendo i musei vicentini – ha proseguito Bulgarini d'Elci -, abbiamo pensato di trasformarli in un possibile dono, per Natale e non solo. Regalando a parenti e amici un biglietto d'ingresso al circuito dei musei si fa un doppio centro: è un regalo che non rischia di passare di moda, e che sorprenderà chi lo riceve, e che allo stesso tempo supporta la cultura della nostra bellissima città”. Nell'ottica della promozione dei Musei civici, l'assessorato alla crescita ha ideato tre voucher pensando potessero rivelarsi interessanti idee regalo per il prossimo Natale. Da oggi, infatti, sono in vendita allo Iat di piazza Matteotti le tre tipologie di voucher che potranno essere convertiti in biglietti entro 365 giorni dalla data di acquisto recandosi allo Iat stesso: biglietto unico da 15 euro valido sette giorni che consente la visita a otto siti museali (i cinque musei comunali - Teatro Olimpico, palazzo Chiericati, Museo del Risorgimento e della Resistenza, Museo Naturalistico e Archeologico, chiesa di Santa Corona- e i tre privati - Gallerie Italia – Palazzo Leoni Montanari, Palladio Museum, Museo diocesano); biglietto unico family da 18 euro per la visita di otto siti, valido sette giorni, che consente l'ingresso a 2 adulti e fino a 4 figli minorenni; biglietto residenti a 7 euro per la visita ai cinque siti dei Musei civici (Teatro Olimpico, palazzo Chiericati, Museo del Risorgimento e della Resistenza, Museo Naturalistico e Archeologico, chiesa di Santa Corona), valido 30 giorni e usufruibile su esibizione di un documento che attesta la residenza a Vicenza e provincia.


Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.



ViPiù Top News


Commenti degli utenti

Lunedi 22 Gennaio alle 18:07 da kairos
In Bulgarini esalta gli incassi dei musei civici ma cerca il 30% di spese non coperte... Dalla gratuità della Basilica per Linea d'Ombra?

Lunedi 22 Gennaio alle 12:16 da zenocarino
In Tra bugie su BPVi, amnesie su Fondazione Roi e fonti di comodo sul "variatiano" Fabio Mantovani il GdV sarà equo col "sincero" Francesco Rucco? La risposta a Publiadige

Lunedi 22 Gennaio alle 10:39 da Redazione VicenzaPiù (admin)
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega

Domenica 21 Gennaio alle 17:40 da kairos
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega
Gli altri siti del nostro network