Quotidiano | StranIeri, italiani oggi | Categorie: Politica

Operazione "Broken Chains", Nicola Finco: migranti risorse solo per il business della malavita

Di Note ufficiali Mercoledi 25 Gennaio 2017 alle 17:32 | 0 commenti

ArticleImage

“Un business per le coop che gestiscono l’accoglienza, ma soprattutto un grande affare per la malavita organizzata che sfrutta centinaia di disperati per avviarli allo spaccio di droga e alla prostituzione. L’operazione della polizia, che ringrazio per il prezioso lavoro svolto, ha portato alla luce il vero problema legato  al fenomeno dell’immigrazione dalle coste libiche: chi arriva nel nostro Paese, presto o tardi,  finisce in strada a delinquere”. In una nota diffusa dal Consiglio regionale del Veneto usa queste  parole Nicola Finco, Capogruppo della Lega Nord, per commentare l’operazione della Polizia denominata “Broken chains” che a Padova  ha portato all’arresto di sei nigeriani accusati di traffico internazionale di esseri umani.

“È giunto - aggiunge nella nota - il momento di spezzare realmente le catene che permettono a questi soggetti di far arrivare in Italia migliaia di persone ogni giorno. Il traffico di esseri umani è al terzo posto tra i fenomeni criminali internazionali, subito dietro il traffico di stupefacenti e di armi ed ha un valore stimato tra i 10 e 15 miliardi di dollari”.

“L’operazione conclusa dalle forze di polizia - conclude il Capogruppo Finco - è la prova di quanto denunciamo da tempo: ci sono persone che sono disposte a spendere centinaia di migliaia di dollari per arrivare sulle nostre coste, soldi che poi vengono reinvestiti per la gestione dei traffici o addirittura per il finanziamento di gruppi terroristici che agiscono in Europa e Medio Oriente. Fermare questi arrivi non significa solo stoppare il problema dell’immigrazione, ma anche chiudere i rubinetti a tutti quei gruppi che attraverso la tratta di esseri umani finanziano attività illecite”.

Leggi tutti gli articoli su: migranti, Nicola Finco, profughi

Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.





Commenti degli utenti

In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega

ieri alle 17:40 da kairos
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega

Venerdi 19 Gennaio alle 18:39 da Luciano Parolin (Luciano)
In Mercoledì 24 gennaio su Rai 1 Alberto Angela presenta il patrimonio Unesco di Vicenza
Gli altri siti del nostro network