Quotidiano | Categorie: Fatti

Finanziamenti UPI, Sbrollini: "Con la Legge di Stabilità 2017 il Parlamento garantisce numerosi strumenti agli Enti Locali

Di Redazione VicenzaPiù Giovedi 18 Maggio alle 18:53 | 0 commenti

ArticleImage

Daniela Sbrollini interviene sui finanziamenti UPI: "Sono anni finanziariamente difficili per le Province, come per tutti gli organi dello Stato. Il periodo di scarse risorse mette in difficoltà servizi e investimenti per tutti i cittadini, si è creato così un circuito vizioso che non consente di garantire a tutti attività pubbliche di qualità e non permette soprattutto alle piccole medie imprese di tornare a crescere. Tuttavia il Partito Democratico ha sempre sostenuto che le amministrazioni locali virtuose avessero il diritto di spendere le proprie risorse per investimenti prioritari. Noi del PD insieme ai tanti comitati per il sì eravamo per l'abolizione dell'ente Provincia, se fosse passato il referendum costituzionale l'avremmo fatto ridistribuendo così competenze e soldi tra i Comuni e le Regioni.

Tuttavia, con la recente legge di stabilità il Parlamento ha approvato numerose norme per agevolare tutti gli enti locali, comprese le province. Ora sta al Governo e alle Province provare ad attuarle in modo virtuoso. Ad esempio, con le nuove normative, è possibile la rinegoziazione dei mutui degli enti territoriali, la possibilità di creazione di consorzi per la gestione associata di servizi sociali, un' autorizzazione per gli enti locali di spazi finanziari per spese di investimento fino a complessivi 700 milioni annui. I requisiti necessari per ottenere le risorse stanziate da parte degli enti richiedenti sono volti a favorire gli investimenti prioritariamente attraverso l'utilizzo delle risorse proprie derivanti dai risultati di amministrazione degli esercizi precedenti e dal ricorso al debito. In tal modo si favoriscono gli enti locali virtuosi. Nell' assegnazione degli spazi è garantita priorità, agli interventi antisismici, alla prevenzione del rischio idrogeologico, alla messa in sicurezza e bonifica dei siti inquinati ad alto rischio ambientale di rilevante impatto sanitario. Gli enti locali potranno contare inoltre su nuovi spazi finanziari per il triennio 2017-2019 da utilizzare in materia di edilizia scolastica: 300 milioni di euro sono già inseriti fra le finalità del nuovo Fondo per il finanziamento di investimenti in materia di infrastrutture. Mi auguro ora che il Governo, insieme al Presidente dell'Upi Achille Variati riesca a trovare comunque finanziamenti per garantire il sostegno non solo alle amministrazioni provinciali ma anche per le funzioni fondamentali che esse svolgono. La possibilità potrebbe venire già da questa manovrina in votazione alla Camera: in commissione bilancio infatti sono numerosi gli emendamenti che intendono conferire risorse ulteriori alle province."

Leggi tutti gli articoli su: Daniela Sbrollini

Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.



ViPiù Top News


Commenti degli utenti

Giovedi 14 Dicembre alle 20:41 da Barbara77
In Gianni Zonin fa così tanta scena muta in commissione d'inchiesta sulle banche che Casini prova a fare il suo ventriloquo

Giovedi 14 Dicembre alle 14:25 da Lucia
In La lettera di una socia di Veneto Banca per accelerare il "ristoro" ai risparmiatori truffati dalle banche venete
Leggendo la lettera di Flavia mi è venuto tornato alla mente l'articolo 47 della Costituzione, nel passaggio dove recita:

"La Repubblica incoraggia e tutela il risparmio in tutte le sue forme...".

Purtroppo, come molte altre volte succede in questo Bel Paese mal gestito, avviene il contrario.
La vicenda delle banche venete è purtroppo nota e non stanno nemmeno più in piedi gli alibi che vogliono colpevolizzare i soci ("se la sono cercata loro perché sapevano che era rischioso ... volevano fare gli squali e adesso piangono miseria ...") perché è stato dimostrato che non è così; il prezzo delle azioni è stato taroccato ed è una truffa bella e buona che le banche hanno fatto ai loro sottoscrittori.
Raggirati da funzionari bancari senza coscienza pilotati a loro volta dai direttori senza scrupoli, che sapevano benissimo di vendere azioni fuffa ... ma l'importante è vendere e far carriera (no?).
E via col valzer delle scuse del tipo "siamo una banca solida ... non abbiamo problemi etc".
Mentre si tentava di coprire la voragine bancaria con un fazzolettino di carta, Consob e Banca d'Italia si giravano dall'altra parte per non vedere.
Il finale vede trionfare le banche che hanno fatto lo "sforzo" di avere solo la parte sana.
Come se non bastasse, i funzionari "lupi" delle due banche si sono travestiti da "agnelloni" di Intesa San Paolo, e probabilmente continueranno a perdere il pelo ma non il vizio.
Tutto apposto dunque. No?
Direi che alla luce di questo non faccio fatica a credere alla lettrice quando dice "credere nella Giustizia è diventato molto, molto difficile, quasi impossibile". E' e rimane impossibile, cara Flavia.
Molto probabilmente in un altro Paese più civile la cosa avrebbe preso una piega diversa, a favore dei risparmiatori (penso ad es. alle class action, che da noi sono solo di facciata).

Credo purtroppo, cara Flavia, che la lettera inviata ai politici cada nel nulla.
Per il semplice motivo che se qualcuno avesse voluto davvero fare qualcosa PRIMA, l'avrebbe fatto.
Ora è troppo tardi. Ed è persino patetico che i politici si proclamino adesso paladini dei risparmiatori, a babbo morto.

Mi spiace infonderle amarezza Flavia, ma mi dica forse se non ne ho motivo.

Con augurio di poter essere smentito.

Lunedi 11 Dicembre alle 22:37 da Kaiser
In A Vicenza arriva la mostra itinerante "Paolo Rossi - Great Italian Emotions e l'Italia dell'82" dal 16 dicembre

Lunedi 11 Dicembre alle 17:13 da Kaiser
In Migrazione dei clienti ex BPVi e Veneto Banca in Intesa Sanpaolo procede regolarmente per 1,5 milioni di conti correnti. Completata la chiusura di 118 filiali
Gli altri siti del nostro network