Lettori in diretta | Quotidiano |

Oleg Mandic, l'ultimo bambino ad essere uscito vivo dal campo di sterminio di Auschwitz è stato a Vicenza

Di Citizen Writers Giovedi 26 Gennaio 2017 alle 12:15 | 0 commenti

ArticleImage

Le truppe sovietiche - ci scrive Giovanni Rolando presente all'incontro - avevano liberato le persone sopravvissute in quel campo di sterminio il 27 gennaio 1945. Dopo oltre un mese, 34 giorni dopo, venerdì 2 marzo alle ore 12, Oleg, il bambino di 12 anni, con la mamma e la nonna salirono su una vettura dell'Armata Rossa per trasferirsi a Mosca per volere  di Stalin. Nato nel '33 Oleg Mandic è stato ospite, mercoledì 25, al Salone "G. Lazzati" delle Opere Sociali di Vicenza in Piazza Duomo in occasione del Giorno della Memoria organizzato dai sindacati pensionati.

Toccante e commovente la testimonianza dell'ex bambino, ora 83enne, che prima di salire sull'auto si chiude alle spalle il cancello del famigerato campo di concentramento con la scritta  

Nella sala gremita di gente e con l'accompagnamento della musica dal vivo dei maestri Alessandro Dalla Vecchia al violino e Silvia De Boni alla fisarmonica, si sono udite le parole e la storia vissuta  di chi ha "avuto una vita felice" perchè "avevo 13-14 anni quando capii che tutto il brutto  che mi doveva capitare nella vita mi era già capitato. Per cui nulla più mi poteva affliggere".
In quel campo di Auschwitz i soldati dell'esercito sovietico che iniziarono le operazioni di soccorso  con la Croce Rossa polacca  ritrovarono migliaia di oggetti ed indumenti sottratti ai prigionieri al loro ingresso nel campo, nonché otto tonnellate di capelli umani imballati e  pronti per il trasporto.
Oleg Mandic' "L'ultimo bambino di Auschwitz"  a cura di Roberto Covaz- ed. Biblioteca dell'Immagine.
(nella foto di Oleg Mandic alle Opere Sociali di Vicenza mercoledì 25 gennaio 2017)

Leggi tutti gli articoli su: Giorno della memoria, Giovanni Rolando, Oleg Mandic

Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.



ViPiù Top News


Commenti degli utenti

ieri alle 18:07 da kairos
In Bulgarini esalta gli incassi dei musei civici ma cerca il 30% di spese non coperte... Dalla gratuità della Basilica per Linea d'Ombra?

ieri alle 10:39 da Redazione VicenzaPiù (admin)
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega

Domenica 21 Gennaio alle 17:40 da kairos
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega
Gli altri siti del nostro network