Quotidiano | Categorie: Fatti, Politica

Migranti, Stefano Casali (CDV): "mentre in Germania continuano i rimpatri, il Governo per quanto ancora intende rimanere immobile?"

Di Note ufficiali Mercoledi 6 Dicembre 2017 alle 16:46 | 0 commenti

ArticleImage

"Mentre in Germania continuano i rimpatri con voli diretti nei paesi d'origine dei migranti che non hanno i requisiti per rimanere, il Governo di Paolo Gentiloni per quanto ancora intende rimanere immobile?". E' l'interrogativo che si è posto il consigliere regionale Stefano Casali insieme ai colleghi Andrea Bassi e Fabiano Barbisan di Centro Destra Veneto - Autonomia e Libertà. "Da gennaio a giugno 2017, sono più di duecento i voli diretti organizzati dal Governo tedesco verso i paesi d'origine dei profughi - spiegano i consiglieri - mentre in Italia non c'è alcuna chiarezza"Nessuno è a conoscenza di dati reali sui rimpatri: sui giornali vengono pubblicati numeri sommari e spesso sfalsati, che non trovano poi riscontro."

"Inoltre, considerato il silenzio da parte delle sette Prefetture del Veneto e gli organi governativi competenti - concludono i consiglieri Casali, Bassi e Barbisan - proprio ieri 5 dicembre abbiamo formalizzato a tutte le Questure venete tramite lettera inviata con posta certificata, la richiesta di arrivi e rimpatri dei migranti nella nostra regione. Auspichiamo che, almeno da parte delle Questure, ci sia una maggiore collaborazione di fronte alla nostra istanza, per permetterci di svolgere al meglio il nostro lavoro in qualità di amministratori pubblici, eletti dai cittadini."


Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.



ViPiù Top News


Commenti degli utenti

Giovedi 22 Febbraio alle 18:02 da kairos
In Torrione di porta Castello, Jacopo Bulgarini d'Elci: "un monumento a lungo inaccessibile si è rivelato fonte di entusiasmo"

Martedi 20 Febbraio alle 13:11 da kairos
In Donne in politica: sono una donna ma voterò un uomo
Gli altri siti del nostro network