Quotidiano | Categorie: Immigrazione

L'esclusiva di Salhama, profugo palestinese all'Hotel Adele: "Pulivo i loro appartamenti a dieci euro al giorno"

Di Pietro Rossi Mercoledi 12 Agosto 2015 alle 19:51 | 0 commenti

Salhama è un ragazzo palestinese di venticinque anni arrivato in Italia da Gaza su una nave per sfuggire alla situazione del suo paese e finito poi a Vicenza. La sua testimonianza - rilasciata in esclusiva a Vicenza Più - ci porta invece dentro a un mondo personale fatto di incertezze e lavori quanto meno dubbi. Come quelli che Salhama dice di aver fatto quando era all'Hotel Adele: pulire e sistemare appartamenti della stessa proprietà per dieci euro al giorno.

Oggi ne anticipiamo una parte (l'intervista originale è in arabo, la voce è dell'interprete, ndr) che sa di denuncia verso chi sfrutterebbe certe situazioni, mentre in tanti, troppi dice Papa Francesco, "urlano" contro i migranti.

All'Hotel Adele, posto da mesi sotto i riflettori. Salhama c'è rimasto per sette mesi, in camere in cui d'estate si soffoca dal caldo e facendo "lavoretti" per 10 euro in otto ore, lavoretti che comprendevano la sistemazione di altri appartamenti - tinteggiatura, giardino - nei quali poi sarebbero stati accolti altri profughi. L'Hotel Adele, interpellato, non smentisce del tutto e dice che comunque tutto era in regola. "Non sono autorizzato a rispondere a nessuno, non rilasciamo interviste più a nessuno - esordisce un impiegato dell'albergo che non vuole rilasciare le generalità - so che hanno fatto dei lavoretti, si danno da fare veramente, portano via le cartacce, sistemano i giardini, si sono resi attivi anche alla sagra di Bolzano Vicentino. Sul fatto che abbiano sistemato appartamenti non lo so, può essere, comunque tutto è stato fatto in accordo con la Prefettura e con le cooperative che li gestiscono".

Sia come sia, il presente di Salhama continua a essere incerto così come il suo futuro,.

Ma domani di Salhama avrete una conoscenza maggiore. Per rifletetre sui tanti Salhama.

Oggi pensate a chi, pare, guadagni su queste disgrazie.


Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.



ViPiù Top News


Commenti degli utenti

Lunedi 22 Gennaio alle 18:07 da kairos
In Bulgarini esalta gli incassi dei musei civici ma cerca il 30% di spese non coperte... Dalla gratuità della Basilica per Linea d'Ombra?

Lunedi 22 Gennaio alle 12:16 da zenocarino
In Tra bugie su BPVi, amnesie su Fondazione Roi e fonti di comodo sul "variatiano" Fabio Mantovani il GdV sarà equo col "sincero" Francesco Rucco? La risposta a Publiadige

Lunedi 22 Gennaio alle 10:39 da Redazione VicenzaPiù (admin)
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega

Domenica 21 Gennaio alle 17:40 da kairos
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega
Gli altri siti del nostro network