Quotidiano | Rassegna stampa | Categorie: Banche

Le strenne di Bruno Vespa: i soci BPVI chiedono quanto è stato speso

Di Rassegna Stampa Domenica 27 Marzo 2016 alle 11:21 | 1 commenti

ArticleImage

Tempi duri alla Pop Vicenza. Così c'è chi fa le pulci a tutte le spese passate. E tra i soci c'è chi ha sollevato un caso: i volumi strenna che la popolare fece stampare a Bruno Vespa anche nell'epoca d'oro di Gianni Zonin. Volumi curati e pubblicati dall'editrice Fotogramma di cui è socio principale il conduttore di Porta a Porta insieme con i suoi due figli. I principali titoli: Veneto, una favola nel mondo; La Chiesa venuta da Gerusalemme; I teatri della Serenissima; Il Santo di Trevigi e Veneto, storia di una favola. Ma quello che i soci adesso pretendono di sapere dai dirigenti della banca è: quanto fu pagato a Vespa e alla sua società per quei volumi?

Il Fatto lo ha chiesto alla banca che si è rifiutata di rispondere. Il cronista ha interpellato Vespa: "È un'iniziativa che Popolare di Vicenza ereditò dall'Istituto di Credito Fondiario delle Venezie. Erano coinvolti grandi scrittori veneti. Il progetto fu avviato nel 1990. Zonin arrivò dopo, non ero suo amico. Se lo scrivete partono le querele". Ma quanto fu pagato? "Questa domanda è poco professionale".

Di Fe. Za., da Il Fatto Quotidiano

Leggi tutti gli articoli su: Libri, BPVi, Banca Popolare di Vicenza, Bruno Vespa, Strenne

Commenti

Inviato Domenica 27 Marzo 2016 alle 12:54

Ma nonostante un imbroglio da 1,5 miliardi i Vicentini (se ci sono) non hanno nemmeno protestato. Il direttorio è lo stesso, gli stipendi dei manager sempre più alti, le azioni dei poveracci sempre più in basso. Un territorio che ha perso miliardi a causa di una gestione BUGIARDA, ma nessuno sarà punito, anzi prima o dopo qualche amministratore più o meno delegato sarà ministro dell'Economia, magari intervistato da Bruno Vespa nel salotto buono della Rai con i nostri soldi. Amen.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.





Commenti degli utenti

oggi alle 10:39 da Redazione VicenzaPiù (admin)
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega

ieri alle 17:40 da kairos
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega
Gli altri siti del nostro network