Quotidiano | Categorie: Fatti

L'azzeramento del sostegno psicologico nelle carceri è un problema che non va sottovalutato

Di Monica Zoppelletto Giovedi 16 Febbraio alle 10:18 | 1 commenti

ArticleImage

Ieri abbiamo parlato della preoccupazione della CGIL per l'azzeramento del sostegno psicologico in carcere che interessa anche quello di Vicenza. Oggi é intervenuta Giulia Miglioranza della segreteria CGIL Vicenza che ha esernato tutta la preoccupazione per il taglio previsto. "E' un servizio erogato dal Sert, quindi riguarda per la maggior parte i detenuti con problemi di tossicodipendenza e per una minor parte tutt gli altri. Al momento ci sono due psicologi che offrono il sosteggno ma il contratto - continua Miglioranza - non verrà rinnovato. La scedenza è prevista a luglio, l'Ulss aveva fatto richiesta di rinnovo ma la Regione Veneto non ha autorizzato". Un problema grave, quello della mancanza del sostegno psicologico, se si pensa che nei prossimi mesi la casa circondariale di Vicenza potrà ospitare più detenuti con il nuovo padigline costruito l'anno scorso. "Il servizio serve a favorire percorsi altenativi al carcere - conclude - e chiediamo alla Regione di rivedere la scelta di non rinnovare i contratti".

Leggi tutti gli articoli su: cgil, Giulia MIglioranza, Cgil Vicenza, Regione Veneto
Commenti

Inviato Giovedi 16 Febbraio alle 11:02

Purtroppo c'è sempre chi critica per il gusto di criticare e pretendere, tanto il problema sarà per chi viene dopo..
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.

Commenti degli utenti

oggi alle 08:12 da kairos
In Vicenza, quasi un milione di euro di entrate per i Musei civici nel 2016. Bulgarini d'Elci: "e con i prestiti di opere finanziamo anche il restauro e l'acquisto delle cornici"

ieri alle 23:12 da zenocarino
In Contro lo smog Valentina Dovigo presenta la mozione pedaggio urbano
Gli altri siti del nostro network