Quotidiano | Categorie: Arte, Fatti, Cultura

L’artista recoarese Loria Orsato ammessa al Premio Internazionale Arte di Milano

Di Marta Cardini Giovedi 22 Giugno 2017 alle 13:31 | 0 commenti

ArticleImage

Loria Orsato, artista recoarese che si dedica a dipingere il vetro, parteciperà alla prima edizione del Premio Internazionale Arte Milano che si terrà il prossimo 25 luglio, quando nello splendido Teatro dal Verme di Milano saranno presentate le opere di un selezionato numero di artisti contemporanei nazionali ed esteri. Una giuria composta da Vittorio Sgarbi, Marco Travaglio, Moni Ovadia e Sandro Serradifalco decreterà i vincitori del Premio Internazionale Arte Milano 2017. Il Premio riguarda le sezioni dedicate alla pittura, alla scultura e alla fotografia. Gli artisti che concorreranno alla fase finale sono stati ammessi dietro valutazione del critico Vittorio Sgarbi. Il premio ha lo scopo di promuovere e sostenere l'arte contemporanea.

"Penso che al di là del premi finali l'esperienza milanese sarà un piccolo arricchimento che mi farà crescere come persona" afferma l'artista Loria Orsato. L'artista parteciperà al concorso con le sue originali pitture su vetro. "Fu così- scrive l'artista- che dopo tanto tempo il vetro parlò facendo sentire la sua voce cristallina. In fondo i vetri sono come i colori e la loro voce, come il vento. Buona risata, ridi, sorridi, ridi di nuovo, immerso nei colori della vita. "Sono un vetro trasparente, fragile e a volte fino. Posso apparire un po' imperfetto, ma sono dipinto a mano. Non sono stampato. Non sono fatto in serie, ma sono un pezzo unico. Mi posso presentare sotto forma di vetrata artistica, di quadro, di tavolo, di lampada, di collana o come abbellimento ad una borsa in modo del tutto originale. Qualunque cosa sarò, ricordati che sono nato da un'idea, da un'emozione, da una sensazione, da uno studio di trasparenze e riflessi. Non nasco in un attimo, ma prendo aspetto nel tempo ed esigo il rispetto della mia essenza. Non posso piacere a tutte le persone perché non tutti colgono in me il sogno per il quale sono stato creato. Però ho la capacità di strapparti un sorriso. Quando un raggio di sole mi trapasserà ti regalerò i colori dell'arcobaleno che si rifrangeranno meravigliando il tuo cuore. Quando invece scenderà la sera, sarò mutevole e irripetibile. Spesso non sembrerò più me stesso perché il mio brillare e il mio scintillare si modificheranno con il trasformarsi della luce. Chi mi capisce, poi nel tempo mi ama. In me, come in te, scorre un'energia che rivela la sua bellezza solo se dentro di noi è accesa una Luce. In fondo sono e sarò sempre un vetro... Un vetro in divenire."
L'artista, che è anche poetessa, ha partecipato recentemente al Concorso Voci Verdi di Bassano Del Grappa dove è stata premiata con la poesia "Venezia", inserita nell'Antologia "Voci Verdi".
Per quanto riguarda l'arte, invece, Loria sarà presto a Salisburgo per il Festival Internazionale DEOD'ART DE S.DIE DES VOSGES.


Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.





Commenti degli utenti

oggi alle 10:39 da Redazione VicenzaPiù (admin)
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega

ieri alle 17:40 da kairos
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega
Gli altri siti del nostro network