Opinioni | Quotidiano | Categorie: Politica

La versione di Lucio

Di Marco Milioni Lunedi 2 Luglio 2012 alle 22:16 | 0 commenti

ArticleImage

Oggi il consigliere Lucio Zoppello si è lasciato andare ad alcune considerazioni precise sulla storia che lo ha coinvolto in relazione al cosiddetto piano Lodi. Zoppello ha ragione da vendere quando mette a confronto la levata di scudi fatta dai residenti per il "piano di lottizzazione" previsto nell'ex deposito di carburanti e il silenzio assenso con cui gli stessi residenti hanno accolto de facto il piano De Bon che a differenza del suo progetto cugino consumerà suolo vergine.

È altrettanto vero però che le critiche che gli furono rivolte riguardavano la sua doppia veste di progettista e presidente della Zona 3, la quale quanto meno sul piano dell'opportunità lascia molti dubbi. In realtà il consigliere Zoppello (nella foto) sa bene che il bailamme scatenato dai residenti sul piano Lodi ha anche un'altra spiegazione. Questa è assai poco politica. E riguarda l'antipatia viscerale che molti residenti di Bertesina, a torto o a ragione, nutrono da anni verso i Lodi considerati una sorta di ras pigliatutto del quartiere.

E Bertesina è una delle zone dove il centrodestra, proprio in ragione delle proteste nate attorno al piano Lodi, si è giocato la vittoria. Ad ogni modo questo non autorizza la giunta attuale a muoversi nella stessa direzione. Con l'aggravante, notevole per la zona, dell'ulteriore consumo di suolo. Al contempo l'opposizione fa bene, dal suo punto di vista, a denunciare che i piani redatti dallo studio che fa riferimento a Lorella Bressanello, ex direttore dell'urbanistica durante la giunta di centrodestra, siano stati sempre cassati. Ma dovrebbe trovare più coraggio quando parla di un professionista che ne vede approvati diversi e sostanziosi (Sergio Carta) e non ha il coraggio di farsi uscire quel nome dalla bocca. Ma è così difficile? Fa tanta paura l'uomo?

Leggi tutti gli articoli su: Lucio Zoppello, Piano Lodi
Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.

Commenti degli utenti

ieri alle 20:30 da Luciano Parolin (Luciano)
In Rolando: Renzi in Veneto per lanciare il civatiano Casson e Alessandra Moretti
Direi che dopo 50 anni di para comunismo bisogna smetterla caro Rolando. Con questo tipo di interventi fai solo perdere voti al PD in cui, non hai mai Creduto. Uno scritto tortuoso, incomprensibile per avvisare che arriva RENZI in Veneto. Male, per quanto mi riguarda poteva stare da Obama. Alla fine, quello che si capisce da questo NECROLOGIO della Sinistra è che si chiedono soldi ai cittadini per sostenere la campagna elettorale del giudice Casson Sindaco Veneziano. Troppo complicato....non era più semplice chiedere 20 € credendo in qualcosa? L'area Civati? E' contro Renzi. Il centro di Mestre "blindato" perchè? Proprio non capisco "raccolta fondi e controllo rigorosissimo, perchè? Quale trasparenza? Non si sa mai dove vanno a finire i soldi raccolti altro che ricevute...ecc....mai visto un rendiconto regionale, caro Giovanni. Chi parlerà di lavoro e Sicurezza? Renzi? Non ha mai lavorato un giorno nella sua vita. Solo predicato BENE per i gonzi e arrivisti! Chi parlerà di sicurezza? Quale sicurezza? Dei cittadini? Oppure degli anziani abbandonati a se stessi, alla difesa dagli spacciatori che imperversano a Vicenza? La sicurezza alimentare dove ti vendono tutte le porcherie del mondo? La sicurezza dei miei Nipoti dove le scuole crollano sulle teste? Caro Rolando, basta con lo staff....di Casson! Non sono più sicuro di attraversare la strada sulle strisce, this is the problem! Ora...diceva ...De Andrè....è meglio che io vada. Notte! Mala tempora currunt! Basta esaltare i personaggi, perchè non sono niente!
Gli altri siti del nostro network