Quotidiano | Categorie: Eventi, Arte

Illustri Festival per rendere "illustre" la città di Vicenza

Di Giulia Biasia Mercoledi 2 Dicembre 2015 alle 16:13 | 0 commenti

ArticleImage

Ale Giorgini, insegnante alla Comics International School di Padova e art director di Illustri Festival e del Berga Urban Museum, con Jacopo Bulgarini d'Elci, vicesindaco e assessore alla crescita, presenta Illustri, una delle nove mostre allestite in città e una delle tre in Basilica Palladiana. Per questa esposizione sono stati selezionati gli undici migliori illustratori italiani, tutti giovani e di grande talento.

Sara Mazzetti, la prima artista della mostra, ha vinto il Pennino d'Oro in Bosnia e la medaglia d'argento alla Society Illustrator di New York. Seguono Gianluca Folì (che lavora con gli acquerelli ultimando i suoi lavori con Photoshop), Philip Giordano (conosciuto per i suoi lavori vettoriali e ultimati a mano), vincitore di medaglia d'oro a New York. E ancora Marco Goran Romano che "Print" definisce uno degli under 30 più promettenti, Chiara Dattola, che lavora per il Corriere della Sera. Riccardo Guasco, uno dei più apprezzati, che aprirà una mostra a New York a gennaio: sua particolarità è trovare un equilibrio tra il lato editoriale e quello commerciale. Si è occupato della pubblicità di Nastro Azzurro e Telecom. Ma sono presenti anche progetti personali, come quello di Riccardo Guasco stesso, che ha fotografato una calla e ci ha disegnato sopra Maria Callas. Non sono esposte solo stampe, ma anche disegni originali e, a volte, non si riesce a vedere la differenza tra i due tipi di illustrazione, spiega Giorgini. Altri nomi sono Francesco Poroli e Simone Massone, vincitore anch'esso, nel 2014, di una medaglia d'argento alla Society Illustrator di New York. Presente è anche Olimpia Zagnoli, richiamata da Illustri 2013, l'illustratrice italiana più conosciuta al mondo. Lavora con Repubblica, il Times e il New Yorker. Infine, la sala rosa che ospita Gloria Pizzilli e che ha prodotto dodici illustrazioni sul libro "Vanity fair" di Thackeray, e Marina Marcolin, vicentina doc. Undici illustratori che il mondo ci invidia, dice Giorgini. Le ultime due sale invece sono dedicate a progetti speciali. La prima è dedicata a Shout di Alessandro Gottardo, la seconda a Toni Vedù, vicentino, scomparso questo anno, autore di "Bella Vicenza". Si è cercato di racchiudere in questa mostra tanti stili differenti e opere di qualità. 

"Vicenza diventa capitale e soggetto di riferimento nel mondo dell'illustrazione in Italia", afferma il vicesindaco Jacopo Bulgarini d'Elci. Alcuni musei esteri hanno già contattato Vicenza per delle collaborazioni in cui si mescoleranno storia e contemporaneità. 
Novità è Illustri Caffè, che resterà aperto tutti i weekend e che permetterà di accedere alla Terrazza della Basilica gratuitamente. Inoltre, gli artisti saranno invitati a salire e customizzeranno le tazzine da caffè che poi verranno realizzate e vendute per beneficenza. 
Un evento degno di nota e che richiede numerosa partecipazione. ne Massone, vincitore anch'esso, nel 2014, di una medaglia d'argento alla Society Illustrator di New York. Presente è anche Olimpia Zagnoli, richiamata da Illustri 2013, l'illustratrice italiana più conosciuta al mondo. Lavora con Repubblica, il Times e il New Yorker. Infine, la sala rosa che ospita Gloria Pizzilli e che ha prodotto dodici illustrazioni sul libro "Vanity fair" di Thackeray, e Marina Marcolin, vicentina doc. Undici illustratori che il mondo ci invidia, dice Giorgini. Le ultime due sale invece sono dedicate a progetti speciali. La prima è dedicata a Shout di Alessandro Gottardo, la seconda a Toni Vedù, vicentino, scomparso questo anno, autore di "Bella Vicenza". Si è cercato di racchiudere in questa mostra tanti stili differenti e opere di qualità. 
"Vicenza diventa capitale e soggetto di riferimento nel mondo dell'illustrazione in Italia", afferma il vicesindaco Jacopo Bulgarini d'Elci. Alcuni musei esteri hanno già contattato Vicenza per delle collaborazioni in cui si mescoleranno storia e contemporaneità. 
Novità è Illustri Caffè, che resterà aperto tutti i weekend e che permetterà di accedere alla Terrazza della Basilica gratuitamente. Inoltre, gli artisti saranno invitati a salire e customizzeranno le tazzine da caffè che poi verranno realizzate e vendute per beneficenza. 
L'ingresso è gratuito. 
Un evento degno di nota e che richiede numerosa partecipazione. 
Clicca qui per maggiori informazioni dal comune


Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.



ViPiù Top News


Commenti degli utenti

Lunedi 22 Gennaio alle 18:07 da kairos
In Bulgarini esalta gli incassi dei musei civici ma cerca il 30% di spese non coperte... Dalla gratuità della Basilica per Linea d'Ombra?

Lunedi 22 Gennaio alle 12:16 da zenocarino
In Tra bugie su BPVi, amnesie su Fondazione Roi e fonti di comodo sul "variatiano" Fabio Mantovani il GdV sarà equo col "sincero" Francesco Rucco? La risposta a Publiadige

Lunedi 22 Gennaio alle 10:39 da Redazione VicenzaPiù (admin)
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega

Domenica 21 Gennaio alle 17:40 da kairos
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega
Gli altri siti del nostro network