Quotidiano | Categorie: Economia&Aziende, informatica

Hackathon in Basilica palladiana: progetti digitali su mobilità sostenibile, turismo e disabilità

Di Redazione VicenzaPiù Martedi 22 Novembre 2016 alle 10:53 | 0 commenti

ArticleImage

Confartigianato Vicenza

Sabato 26 e domenica 27 novembre la Basilica Palladiana di Vicenza ospita l’hackathon (termine che indica una maratona informatica) denominato “100100 Challenge Evolution” promosso dal Gruppo 100100 che raggruppa le aziende dell’ICT della Confartigianato provinciale. Per due giorni, dunque, lo storico gioiello architettonico della città ospiterà un evento che guarda al futuro, una gara di 24 ore in cui programmatori, artigiani digitali, studenti e “maker”, organizzati in squadre, si sfideranno nella realizzazione di soluzioni legate ai temi proposti.

Stavolta gli argomenti su cui i concorrenti potranno dare il meglio di sé in termini di idee, progettualità e programmazione, sono la mobilità elettrica e “smart”, la cultura - ovvero la tecnologia applicata ai beni culturali e alla loro valorizzazione turistica - e le soluzioni tecnologiche a supporto della disabilità acquisita.

L’evento vanta la collaborazione di partner come Microsoft, Tesla Motors (che in Piazza dei Signori esporrà gli ultimi modelli di auto elettrica), Rete Diana (che riunisce le cooperative del Vicentino), e ancora Cisco, ABB, Sogloo, il Comune di Vicenza. Inoltre Interplanet, azienda ICT di Montecchio Maggiore, supporta l’iniziativa con un progetto di rilievo: portare la fibra pura al 100% fino alla Basilica Palladiana, per connettere l’hackathon a 100 mb in fibra ottica.

Considerato il primo premio in palio (3mila euro) e la possibilità di farsi conoscere da aziende del settore dell’ICT, in molti hanno risposto alla chiamata. In primis una settantina di studenti delle classi quarte e quinte degli Istituti Tecnici Rossi di Vicenza, Chilesotti di Thiene, Fermi di Bassano e Marzotto di Valdagno. Circa un altro centinaio di partecipanti saranno invece “maker”, inventori, creativi o informatici provenienti da tutta Italia.

La sfida si baserà tecnicamente sull’utilizzo composito di tecnologie per la manifattura digitale (stampanti 3D), l’intelligenza artificiale (big data e cloud) e la robotica (le schede elettroniche Arduino). Il via alla maratona è previsto per le 9.30 di sabato 26, i lavori si susseguiranno giorno e notte e la premiazione avrà luogo alle ore 12 di domenica 27, all’interno della prima parte della “100100 Conference” pubblica che avrà avuto inizio alle ore 11 e durante la quale interverranno Alberto Degradi (Cisco Italia), Daniele Invernizzi e Cristiano Grilletti (Tesla) e Andrea Benedetti ed Erica Barone (Microsoft).

La seconda sessione di dibattito - dalle 14.30 alle 17.30 – vedrà invece le testimonianze di Cecile Rousset (portale Vivo Venetia), Cristian Leorin (Università di Padova), Lisa Lanzarini (Media Direct) e Daniele Bonaldo:

anch’essa aperta al pubblico, la tavola rotonda approfondirà le potenzialità delle nuove tecnologie su alcuni dei temi proposti dall’hackathon, e cioè: mobilità sostenibile, turismo “esperienziale” nell’artigianato con itinerari proposti on line, ausili e tecnologie per la disabilità, robotica e salute, l’orologeria nell’era dello “smart watch”. Sia nella mattinata che nel pomeriggio, si tratterà di un interessante momento di informazione per imprenditori, appassionati di tecnologia e quanti vogliono scoprire nuovi mondi, a ingresso libero.

“Mentre si parla tanto di innovazione - commenta Cristian Veller, presidente del Gruppo 100100 – ecco che Confartigianato, con iniziative come questa, la rende concreta. Infatti spesso, grazie agli ‘hackathon’ organizzati ovunque, idee che potrebbero essere solo provocazioni trovano invece una applicazione reale”.

Leggi tutti gli articoli su: Basilica Palladiana, Confartigianato, Hackathon

Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.





Commenti degli utenti

oggi alle 10:39 da Redazione VicenzaPiù (admin)
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega

ieri alle 17:40 da kairos
In Vicenza, terra di smemorati: dopo Gianni Zonin che nulla ricorda della BPVi, dimentica di aver firmato gli "indirizzi" di Variati Fabio Mantovani, candidato sindaco di FI e Lega
Gli altri siti del nostro network