Quotidiano | Categorie: Fatti

Guiotto, presidente di Federconsumatori Vicenza: "Ingiustizia proposte di Veneto Banca e BPVi"

Di Monica Zoppelletto Giovedi 9 Febbraio alle 17:22 | 0 commenti

ArticleImage

Federconsumatori Veneto manifesta profonda insoddisfazione per l'assemblea di Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza tenutasi a Padova lo scorso 9 gennaio. In particolare l'associazione fa riferimento al risarcimento proposto all'azionista e all'ampliamento del range temporale di riferimento per gli azionisti interessati che va dal 1° gennaio 2007 al 31 dicembre 2016. A tal proposito Luigi Guiotto, presidente di Federconsumatori Vicenza, afferma: "Contestiamo alle due banche l'importo molto basso proposto. Per Veneto Banca il 15%, Banca Popolare di Vicenza 9 euro. Tutti e due gli istituti di credito mettono un limite sulle azioni comprate dopo il 1° gennaio 2007, la banca di Montebelluna vuole la manifestazione di assenso entro il 15 marzo mentre la BPVi entro il 22 marzo. La scadenza ha quindi tempi stretti e ci sono più di 1.600 situazioni presentate che noi non riusciamo a vedere completamente entro quelle date".

L'insoddisfazione riguarda anche il range temporale: "Le azioni precedenti al 2007 - prosegue Guiotto - non vengono rimborsate e non vengono prese in considerazione perché i contratti vanno contestati entro dieci anni. Una persona mi ha chiesto se va aiutato chi ha sostenuto la banca per anni, e quindi prima del 2007, o gli ultimi arrivati. È una profonda ingiustizia. L'11 e il 18 febbraio vedremo cosa si può fare per i nostri assistiti. E poi c'è un'altra cosa illegale - conclude -: in questi giorni impiegati di banca chiamano per avere subito l'assenso e danno tempo due giorni per confermare. Alcuni cadono nel tranello ma questi impiegati vanno contro le norme e rischiano".

Le riunioni dell'11 e 18 febbraio daranno informazioni sulla proposta della Banca Popolare di Vicenza e sulla proposta della Veneto Banca circa i rimborsi previsti; la posizione di Federconsumatori e le azioni possibili in relazione al rimborso delle quote azionarie. Gli incontri si terranno alle 10 all'Alfa Hotel in via dell'Orificeria, a Vicenza, in zona Fiera.

Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.

Commenti degli utenti

ieri alle 17:11 da PaolaFarina
In Sciopero della fame dei detenuti politici palestinesi nelle carceri israeliane: ma Marwan Barghouti mangia?
Ecco le 19 richieste, dei terroristi palestinesi, accolte solo in parte...:
1.Installazione di un telefono pubblico a pagamento ad uso dei prigionieri
2.Miglioramento dei diritti di visita
3.Una visita medica annuale per ogni terrorista detenuto, più frequenti per gli over 50, impianti dentali, permesso di ingresso nelle carceri per i medici personali dei terroristi
4.Annullamento delle sanzioni disciplinari per i terroristi detenuti
5.Televisori in ogni cella con almeno 20 canali
6.Fornire ai terroristi di Gaza gli stessi diritti di visita dei terroristi della West Bank
7.Nessuna limitazione all’ingresso in prigione di libri, giornali settimanali e quotidiani
8.Aumentare la scelta dei prodotti di consumo nello spaccio della prigione. Aumentare il limite massimo della somma che i terroristi detenuti possono detenere
9.Migliorare le condizioni dei terroristi detenuti durante i trasferimenti
10.Miglioramento del trasporto delle terroriste femmine attraverso trasporti dedicati, miglioramento delle condizioni di detenzione
11.Installazione di condizionatori nelle celle, in particolare nella prigione di Gilboa
12.Risolvere il problema del sovraffollamento nelle prigioni contenendo il numero di prigionieri a quattro per cella
13.Permettere ai terroristi detenuti di studiare presso la Open University. Permettere ai terroristi di ottenere anche il diploma di maturità
14.Miglioramento delle condizioni di vita quotidiana permettendo anche il dialogo tra tutti i terroristi detenuti
15.Compensare i detenuti che non ricevono visite con telefonate ai propri famigliari
16.Mettere fine alla politica di isolamento (per i terroristi più pericolosi)
17.Rilascio dei terroristi malati o che versano in particolari condizioni
18.Permettere ai terroristi detenuti di cucinare da soli
19.Mantenere le celle aperte fino alle 22

Domenica 28 Maggio alle 07:56 da kairos
In BPVi e Veneto Banca, Mara Bizzotto: "piano diabolico UE - Governo RenziLoni per salvare MPS e far fallire le 2 banche venete!"
Gli altri siti del nostro network