Quotidiano | Categorie: Sanità, Fatti

Giornata Nazionale per la Salute della Donna: alla ULSS 8 Berica una settimana di eventi per la salute delle donne

Di Comunicati Stampa Lunedi 17 Aprile 2017 alle 15:49 | 0 commenti

ArticleImage

Mercoledì 19 aprile un incontro pubblico sul tema "Uno sguardo sulla salute della donna in Italia", mentre venerdì 21 dalle 9.30 alle 13.30 nel Chiostro dell'Ospedale S. Bortolo ben quindici Servizi saranno a disposizione delle donne di ogni erà per informazioni, consulenze e consigli sugli stili di vita per la salute ed il benessere
Una settimana di eventi dedicati alla salute della donna: è questa la H-Open Week dell'Osservatorio Nazionale sulla Salute della Donna (ONDA), manifestazione nazionale in programma dal 18 al 24 aprile in occasione della Giornata Nazionale della Salute della Donna del 22 aprile annunciata dalla ULSS 8 Berica nella nota che pubblichiamo. Un progetto che vede l'adesione e la piena condivisione anche dell'ospedale S. Bortolo, forte dei suoi tre Bollini Rosa, il massimo risultato possibile attribuiti proprio da ONDA.

Così, sono ben due gli appuntamenti in programma a Vicenza: si comincia mercoledì 19 aprile alle 15.45 presso l'Aula Magna del Polo Universitario di via Rodolfi, con un incontro pubblico sul tema "Uno sguardo sulla salute della donna in Italia"; relatrice principale dell'incontro sarà Nicoletta Orthmann, referente medico-scientifico dell'Osservatorio Nazionale sulla Salute della Donna e curatrice de "Il libro bianco sulla salute della donna", del quale durante l'incontro sarà presentata una sintesi dei contenuti più significativi.
Venerdì 21 aprile, invece, dalle 9.30 alle 13.30 presso il chiostro dell'Ospedale S. Bortolo ben 15 Servizi dell'Azienda saranno a disposizione del pubblico informazioni per la prevenzione delle principali patologie e problematiche relative alla salute e benessere della donna. Il tutto insieme ai rappresentanti delle Associazioni di Volontariato che lavorano ogni giorno accanto ai clinici e vicino alle persone con problemi di salute.
Più in dettaglio, il Centro di riferimento provinciale per i Disturbi del Comportamento Alimentare e del Peso illustrerà - in collaborazione con l'Associazione Midori - l'attività svolta di prevenzione, diagnosi, cura, riabilitazione riguardo ai disturbi del comportamento alimentare e del peso. La Ginecologia e i Consultori Familiari presenteranno invece l'attività di prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione riguardo alle patologie ginecologiche (malattie sessualmente trasmesse, papillomavirus, etc.), sottolineando l'importanza dello screening e della diagnosi precoce. La Medicina Nucleare approfondirà invece i percorsi diagnostico-terapeutici per l'osteoporosi, mentre il Laboratorio Analisi spiegherà come funzionano e a cosa servono alcuni esami specifici per la diagnosi di alcuni disturbi della donna, soprattutto in menopausa. E ancora, la Neurologia fornirà informazioni sulle patologie neurologiche più rilevanti per la salute della donna (cefalee, sclerosi multipla, ictus, SLA), con la possibilità inoltre di effettuare gratuitamente la misurazione della pressione arteriosa.. Oncologia, in collaborazione con l'associazione Amici del V Piano, illustrerà le attività di prevenzione, diagnosi, cura, riabilitazione riguardo alle principali patologie oncologiche che interessano la donna, anche in questo caso richiamando l'attenzione sugli screening quale strumento indispensabile per la diagnosi precoce. Non poteva mancare naturalmente la Breast Unit, con informazioni specifiche sul percorso di prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione per i tumori al seno, in collaborazione con l'associazione di volontariato A.N.D.O.S. Comitato Ovest Vicentino onlus. Ostetricia, insieme ai Consultori Familiari, illustrerà i diversi servizi integrati all'interno del percorso nascita.
Un tema delicato, ma importante sarà quello toccato dal Pronto Soccorso, con i servizi a supporto delle donne vittima di violenza, in collaborazione con le associazioni Donne Medico, Donna Chiama Donna, Sportello Donna e Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanza Attiva onlus. E ancora, gli specialisti della Reumatologia - insieme ai volontari dell'associazione AMARV - forniranno informazioni e indicazioni utili per le persone afflitte da dolore cronico e sui gruppi di auto-mutuo aiuto. Il Servizio Dipendenze, invece, sarà presente nell'ambito del progetto "Matrioska" - all'interno della campagna di prevenzione "meno alcol PIÙ GUSTO" - per la prevenzione dell'uso di alcol per le donne in stato di gravidanza ed in allattamento. Prevenzione grande protagonista anche nello spazio del Servizio Igiene e Sanità Pubblica (SISP), con la distribuzione di materiale informativo sui corretti stili di vita, mentre il Servizio Malattie Endocrine, del Ricambio e della Nutrizione presenterà l'attività di prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione svolta a favore delle donne con diabete, con un focus in particolare sul diabete in gravidanza. E ancora, il Servizio di Igiene degli Alimenti e della Nutrizione (SIAN) proporrà consigli utili e materiale informativo per una corretta nutrizione, con la possibilità inoltre di sottoporsi alla misurazione di peso e altezza ai fini del calcolo dell'Indice di Massa Corporea (BMI). Infine, la Terapia Intensiva Neonatale (Pediatria) si soffermerà sull'importanza dell'allattamento al seno e presenterà l'attività della Banca del Latte Umano Donato.
Un impegno di grande portata, dunque, come l'impegno che l'ULSS 8 Berica porta avanti tutto l'anno, testimoniato anche dall'avere ottenuto i 3 bollini rosa - il massimo risultato possibile - in occasione della più recente rilevazione nazionale dell'Osservatorio ONDA.


Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.





Commenti degli utenti

Sabato 13 Gennaio alle 18:56 da kairos
In Lettura di Parolin e Formisano su Vittorio Emanuele II, Indipendenza Veneta Vicenza Città: irrispettoso ricordare a Vicenza "il re infingardo che sottomise Terre Venete"
A CAMMILLO CAVOUR


nel 1867.

___


O nell’ora del nembo e del periglio
Sempre invocato, che più grande appari
Quanto più gonfi il trepido naviglio
4Battono i mari;

Chiuse son l’Alpi allo stranier: clemente
Rise una volta a’ popoli fortuna:
Tutte al suo desco le città redente
8Italia aduna.

Più non cercar. Delle battaglie il nome
Oh non chiedere a’ tuoi: sovra qual onda,
Sovra qual campo; e se le nostre chiome
12Lauro circonda.

A’ vincenti terribile il vessillo
Parve d’Italia: i giovani guerrieri
Volâr sull’ erta, ma con noi, Cammillo,
16Tu più non eri.

[p. 180 modifica]

Invan crebber le file: invan da’ porti
Più possente navil sciolse il nocchiero;
Non valser tante prue, tante coorti
20Il tuo pensiero.

In picciol nido l’aure interrogando,
Con poco stame a lunga tela assiso,
E l’ovra della mente ardua velando
24Di facil riso,

Gli occhi alzasti; e di fanti e di cavalli
Alla muta parola obbedïenti
Dal Cenisio sull’itale convalli
28Sceser torrenti.

E pria sul lido del remoto Eusino
Fra le pugne agitata e fra le nevi
La morta face del valor latino
32Raccesa avevi.

A’ cupi genî del Tirren custodi
Serti offrivi non visto, e taciturna
La partenza pregavi e fida ai prodi
36L’aura notturna,

Quando dell’Etna alla fremente riva
I Mille veleggiavano; portavi,
Celando sotto il mar la man furtiva,
40Le balde navi.
[p. 181 modifica]


Sparver gli avversi troni; e del tuo spiro
Che percorrea de’ novi abissi il seno,
La possa irresistibile sentiro
44Adria e Tirreno.

Itali fummo. Ed esultavi allato
Del Re più degno in Campidoglio atteso,
Quando cadevi, e dell’Italia il fato
48Parve sospeso.

Ansio cadevi dell’Olimpo al piede,
Indomato Titano. Orfana ancora
Sull’orma tua, cui pari altra non vede,
52Italia plora.

Ode di pugne inauspicate il foro
Risonar tempestoso; ed ella intanto
A’ suoi mali non trova altro ristoro
56Che sdegno e pianto.

Dell’indugio si sdegna e de’ consigli
Con gioco assiduo sul fiorir recisi;
D’altre barriere, che di monti, i figli
60Piange divisi.

O nata a non perir, stirpe fatale!
O risorgente dalle tue ruine
Popolo, che ricigni or l’immortale
64Infula al crine;
[p. 182 modifica]


De’ secoli più grande e de’ tuoi guai,
Se come in altro dì non ti è concesso
Reggere il mondo, mostra almen che sai
68Regger te stesso.
Gli altri siti del nostro network